Notizia | | 08/12/2022 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Lunedì 5 dicembre 2022, lʼAlta Commissione indiana ha annunciato che rilascerà nuovamente i visti elettronici ai viaggiatori provenienti dal Regno Unito dopo un lungo stop causato dalle tese relazioni politiche tra i due Paesi. Scopri cosa ha preceduto questa decisione e come i viaggiatori del Regno Unito possono nuovamente richiedere un richiedere un visto India elettronico.

Lungo stop al visto elettronico per i viaggiatori britannici

LʼIndia ha introdotto il visto elettronico nel 2014. Oggi è disponibile per i viaggiatori di 156 Paesi, tra cui la maggior parte dellʼUnione Europea, Italia compresa. Durante la pandemia di coronavirus, quando lʼIndia ha chiuso ai turisti, lʼelaborazione delle richieste di visto elettronico è stata temporaneamente interrotta. Alla riapertura delle frontiere a marzo 2021, i turisti di tutto il mondo hanno potuto ricominciare a richiedere un visto elettronico per lʼIndia, Regno Unito escluso. Il governo indiano aveva infatti deciso di cambiare le regole in materia di visti per i viaggiatori del Regno Unito, motivo per cui non potevano più richiedere il visto elettronico. Non è mai stata rilasciata alcuna dichiarazione ufficiale sul perché di questa decisione.

A settembre dello scorso anno, un ministro dellʼinterno indiano ha fornito qualche delucidazione in merito, precisando che durante la pandemia il Regno Unito ha imposto severi requisiti ai turisti indiani che volevano recarsi nel Paese. Di conseguenza, a molti di loro è stato impedito di viaggiare nel Regno Unito. Per cercare di risolvere il problema è stato richiesto lʼintervento di alcune ambasciate, ma non è mai arrivata alcuna risposta dal governo britannico.

Ripercussioni delle restrizioni sui visti sui viaggiatori del Regno Unito

A ottobre di questʼanno, è stato il Regno Unito a ritrovarsi in difficoltà quando molti turisti diretti in India hanno dovuto affrontare lunghi tempi di attesa per ottenere il visto fisico. LʼAlta Commissione indiana aveva infatti stabilito che i cittadini britannici avrebbero dovuto recarsi di persona in uno dei centri per il rilascio di visti del Paese.

Senza più la possibilità di richiedere un visto elettronico, molti viaggiatori del Regno Unito hanno dovuto rimandare o addirittura disdire il loro viaggio in India. Le agenzie di visti britanniche hanno ricevuto una comunicazione da parte dellʼIndia in cui si diceva che non avrebbero più potuto richiedere i visti a nome dei viaggiatori.

Visto elettronico di nuovo disponibile per i turisti britannici

Lunedì scorso, lʼAlto Commissario indiano Vikram Kumar Doraiswami ha annunciato in un video che lʼIndia avrebbe ricominciato a concedere il visto elettronico ai turisti britannici. La decisione è una delle conseguenze di unʼiniziativa dellʼAlta Commissione Indiana volta a velocizzare il processo di rilascio dei visti indiani. Altre novità sono lʼintroduzione del servizio Visa at Your Doorstep e lʼinaugurazione di un nuovo centro per il rilascio di visti in centro a Londra. Queste novità puntano a soddisfare lʼelevata richiesta di visti elettronici per lʼIndia da parte di viaggiatori britannici dopo i due anni di pandemia; il sistema indiano viene ora aggiornato appositamente per loro. Se sei di nazionalità britannica o unʼaltra nazionalità idonea al visto elettronico e hai in programma un viaggio in India, puoi richiedere il visto utilizzando il semplice modulo di richiesta intuitivo di Visti.it.

Richiedi subito un visto India elettronico online

Attenzione: questo articolo concernente il visto per l’India è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti il visto per l’India.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali il visto per l’India. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un visto anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (10,25 USD per visto, tramite indianvisaonline.gov.in). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta e tutti i documenti da te forniti prima di inoltrare tutto al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 10,25 USD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 50,46 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di visto India per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.