Di recente, il Dipartimento per l’Immigrazione ha apportato diverse modifiche alla validità dei visti elettronici per l’India. Leggi attentamente questa pagina per conoscere il periodo di validità attuale, la durata massima del soggiorno e le altre restrizioni relative al visto India.

Nuovo periodo di validità di 1 anno

Dall’inizio del 2019, tutti i visti elettronici per l’India rilasciati per finalità turistiche o d’affari hanno una validità di 365 giorni. Durante questo periodo di validità si può effettuare un numero illimitato di viaggi in India.

Questo non significa, però, che si possa rimanere in India per 365 giorni consecutivi. C’è una differenza tra il periodo totale di validità di 365 giorni e la durata massima di ogni soggiorno in India. Il periodo massimo di ogni soggiorno dipende dal tipo di visto: turistico (eTourist), per affari (eBusiness) o per cure mediche (eMedical). Leggi questa pagina per maggiori informazioni sulla durata massima del soggiorno di ogni tipo di visto.

Validità del visto India turistico (eTourist)

Come descritto sopra, i turisti possono recarsi in India più volte con un unico visto durante il periodo di validità di 365 giorni. Questo vale anche per i turisti in crociera, a condizione che ogni porto visitato sia incluso nella tabella delle località di arrivo consentite. Il visto turistico elettronico per l’India autorizza un soggiorno di 90 giorni per visita. Per esempio è consentito fare tre viaggi in India, ognuno dei quali della durata di 90 giorni.
Richiedi il visto India turistico

Attenzione: il visto turistico è adatto soltanto a chi va in vacanza o fa visita a familiari e/o amici in India. Se desideri combinare una vacanza e un viaggio d'affari in India, dovrai richiedere un visto per affari. Con il visto per affari si possono anche svolgere attività turistiche.

Validità del visto India per affari (eBusiness)

Anche il visto per affari ha un periodo di validità di 365 giorni. Il periodo massimo di soggiorno, però, differisce da quello della variante turistica. Anche i viaggiatori d’affari possono recarsi in India un numero illimitato di volte durante il periodo di validità del visto, ma ogni singolo soggiorno può durare fino a 180 giorni consecutivi, così come tutti i viaggi in India effettuati con lo stesso visto per affari sommati tra loro non possono superare i 180 giorni. Se desideri soggiornare in India per più di 180 giorni nell’arco di un anno prima del tuo 160° giorno in India dovrai presentarti ad un ufficio FRRO/FRO, dove potrai far prorogare la validità del visto.
Richiedi il visto India per affari

Validità del visto India per cure mediche (eMedical)

Il periodo di validità del visto per cure mediche (eMedical) è di 60 giorni, che decorrono dal tuo ingresso in India con questo visto. La data del primo arrivo in India non può differire di oltre 30 giorni dalla data di arrivo prevista inserita nel modulo di richiesta del visto India a scopi medici. Entro il periodo di validità di 60 giorni si può fare ingresso in India tre volte. Attenzione: la data dell’ultima partenza dall’India deve cadere entro 60 giorni dalla data del primo arrivo.
Richiedi il visto India per cure mediche

Quando inizia il periodo di validità del visto India?

La richiesta di visto India si può presentare con l'anticipo desiderato. Se mancano meno di 90 giorni alla data di arrivo inserita nel modulo, la richiesta verrà elaborata subito. Non appena la domanda sarà stata approvata (di norma dopo una settimana, in caso di richiesta urgente in media entro 3 giorni lavorativi) avrà inizio il periodo di validità del visto.

Se alla data di arrivo inserita nel modulo mancano più di 90 giorni, la richiesta verrà messa in attesa. Verrà elaborata automaticamente 90 giorni prima della data di arrivo in India.

Posso ancora cambiare i miei programmi di viaggio?

Nel modulo di richiesta del visto India va inserita la data di arrivo prevista. Come spiegato sopra, la richiesta non verrà elaborata prima che manchino 90 giorni a tale data e il visto sarà valido non appena la richiesta sarà stata approvata. Da quel momento potrai intraprendere il tuo viaggio in India. È possibile posticipare il viaggio, a condizione che la data in cui riparti dall’India cada entro il periodo di validità del visto. Non è necessario comunicare i cambiamenti nei programmi di viaggio.

Come le date di ingresso e di uscita possono differire dai dati inseriti nel modulo di richiesta, anche le località di ingresso e di uscita dall’India possono ancora cambiare. Tieni in considerazione, però, che l’arrivo è consentito solo attraverso una delle località elencate in questa tabella. L’uscita dall’India può avvenire anche attraverso queste località, così come attraverso tutti i valichi di frontiera in cui si trova un “Immigration Check Post”.

C'è altro che devo tenere in considerazione?

Per poter viaggiare senza problemi, i tuoi programmi di viaggio devono rispettare le restrizioni di validità descritte sopra. Assicurati inoltre che il tuo viaggio soddisfi i requisiti per il visto India. Infine, ci sono alcuni motivi per cui la validità del visto può scadere prematuramente:

Esempio 1 validità scaduta

Nuovo passaporto, nuovo visto!
Se, dopo la richiesta del visto India o durante il periodo di validità del visto, hai ricevuto un nuovo passaporto, neanche il visto ha più validità. Questo perché il visto è indissolubilmente legato ad un unico numero di passaporto. L’unico modo per riavere un visto valido è richiederne uno nuovo dopo aver ricevuto il nuovo passaporto.

Esempio 2 validità scaduta

I dati inseriti non sono più attuali?
Nel modulo di richiesta viene chiesto, tra l’altro, se il viaggiatore sia mai stato in Afghanistan, Bangladesh, Bhutan, Pakistan, Maldive, Sri Lanka o Nepal e se abbia mai violato regole relative ai visti (dell’India o di un altro paese). Tutte le risposte date devono essere valide per tutto il periodo di validità.

Nel periodo compreso tra la richiesta del visto e il tuo viaggio in India ti recherai, ad esempio, in Nepal, mentre nel modulo hai indicato di non esserci mai stato? In tal caso il Dipartimento per l’Immigrazione dell’India è legittimato a rifiutarti l’ingresso nel paese. La validità del visto India scadrà anche se le risposte ad altre domande del modulo sono cambiate.