Per l’India esistono visti fisici che vengono apposti al passaporto, e visti elettronici, in inglese noti come eVisa, che si richiedono online. Anni fa l’utilizzo dell’eVisa India era soggetto a restrizioni severe, mentre da qualche tempo la variante elettronica è adatta a quasi ogni tipo di viaggio in India.

Che cos’è un eVisa India?

L’eVisa India è un visto digitale richiedibile comodamente online. Una volta rilasciato, viene inviato per via telematica. Di per sé l’eVisa consiste in un file PDF, che il titolare stesso dovrà stampare. Va esibito all’imbarco del volo e all’arrivo in India, insieme al passaporto.

Come si richiede un eVisa?

La richiesta dell’eVisa India si articola in tre passaggi.

  • 1. Compila il modulo di richiesta.
  • 2. Paga i costi con Visa, Mastercard, Nexi, American Express, Postepay o PayPal.
  • 3. Ricevi il visto per e-mail e stampalo.

Maggiori informazioni sull’eVisa India

L’eVisa è adatto alla mia vacanza?

L’eVisa turistico vale 1 anno. Durante questo periodo potrai fare anche più di un viaggio in India. Naturalmente ogni soggiorno dovrà rientrare nel periodo di validità e, inoltre, ogni soggiorno non potrà superare 90 giorni. Se esci dall’India, ad esempio per visitare un altro Paese, e vi fai ritorno, avrai diritto a restarvi ulteriori 90 giorni.

Il visto turistico India elettronico è adatto a una vacanza, ma anche a visite ad amici o familiari e a chi segue corsi di yoga.

L’eVisa è adatto al mio viaggio d’affari?

In passato l’eVisa non si poteva utilizzare per i viaggi d’affari in India a causa di due restrizioni. Una era il periodo di validità breve, l’altra era il limite massimo di 2 richieste di visto all’anno. Entrambe le restrizioni sono state abolite. A partire dal 2019 i titolari di un eVisa India per affari possono rimanere in India per 180 giorni nello stesso anno. Il visto ha validità di 1 anno e permette illimitate possibilità di viaggio in India. Non è più necessaria una lettera di invito.

L’eVisa viene accettato dappertutto?

L’eVisa viene accettato nei 28 maggiori aeroporti internazionali e nei 5 maggiori porti marittimi dell’India. Al momento di compilare il modulo di richiesta è necessario scegliere una delle possibili località di arrivo. È possibile visionarne un elenco completo alla pagina con tutti i requisiti.

Quali altri preparativi mi servono?

La richiesta di un visto elettronico non è l’unico passaggio importante per preparare una vacanza o un viaggio d’affari in India. È opportuno prendere in considerazione anche i requisiti e i suggerimenti riportati di seguito.

Vaccinazioni per l’India

Se sei stato in un Paese in cui è presente la febbre gialla nei sette giorni precedenti al tuo arrivo in India, sarai ammissibile solo dopo aver effettuato il vaccino per la febbre gialla obbligatorio, anche se hai fatto una sosta di breve durata nel Paese in questione. Oltre a questa vaccinazione obbligatoria, sono fortemente raccomandate una serie di vaccinazioni, che variano in base ai tuoi programmi di viaggio (la durata del soggiorno e l’intenzione di recarti più o meno spesso nel Paese). Ti consigliamo di informarti a riguardo presso l’ASL di competenza o presso una rappresentanza diplomatica.

Viaggiare sicuri

Generalmente l’India non è considerata un Paese particolarmente pericoloso. In ogni caso, raccomandiamo caldamente di leggere i consigli di viaggio, con le indicazioni su quali regioni sia meglio evitare, a meno che recarvisi non sia assolutamente necessario. I consigli di viaggio mirano anche a limitare il più possibile i potenziali rischi, in modo da viaggiare sicuri. Consulta i consigli di viaggio prima di richiedere l’eVisa India.