L'eVisa India, il visto elettronico per l'India, si può richiedere in modo facile e veloce con l'apposito modulo visto India. Leggi questa pagina per capire come compilare il modulo per ottenere il visto senza difficoltà. Per la compilazione del modulo servono i tuoi recapiti, i dati del tuo passaporto, i dati del viaggio e i dati del tuo datore di lavoro. Assicurati di avere a portata di mano tutti questi dati quando inizi a compilare il modulo.

Prima di compilare il modulo

Per la richiesta online del visto elettronico (eVisa India) sono necessari meno documenti e dati rispetto alla richiesta del visto fisico, per la quale si deve inviare o fornire il passaporto. Inoltre, per il visto elettronico non è necessario, ad esempio, fornire buste paga, ci sono regole meno severe per la foto e il modulo di richiesta è più breve. Tuttavia, anche nel caso della richiesta di visto online conviene verificare alcune cose prima di iniziare la procedura di richiesta.

Richiesta visto onlineIl visto India si può richiedere online in modo facile e veloce

Controllare i requisiti

In primo luogo è consigliabile verificare se sei idoneo al visto. Quasi tutti i viaggiatori (sia d’affari che turisti) sono idonei al visto o al visto elettronico, ma l’utilizzo del visto India richiedibile online pone una serie di condizioni, come ad esempio un periodo di soggiorno massimo di 90 giorni (per il visto turistico) o di 180 giorni (per il visto d’affari). Per saperne di più a questo riguardo, leggi le pagine relative ai requisiti per il visto India e alla validità.

Raccolta dei dati

È poi utile radunare alcuni dati, in quanto vengono richiesti nel modulo. Il Dipartimento per l’Immigrazione dell’India esige parecchie informazioni su ogni viaggiatore. Oltre ai dati ordinari come i recapiti e i dati personali, il Dipartimento per l’Immigrazione indiano richiede anche informazioni sui genitori del viaggiatore (nome, data e luogo di nascita) e i recapiti del datore di lavoro (o dell’istituto di istruzione). Se il viaggiatore non studia o lavora, va inserito il datore di lavoro precedente, anche se il viaggiatore ha lavorato per questo datore di lavoro anni prima e/o il datore di lavoro precedente non è più in vita o l’azienda non esiste più. I viaggiatori che non hanno mai lavorato o studiato devono inserire i dati del datore di lavoro del padre. Anche se a molti può sembrare strano, il governo indiano le ritiene informazioni essenziali.

Scansione del passaporto e foto

Infine è necessaria una scansione digitale del passaporto e una fototessera. I viaggiatori d’affari devono inoltre caricare il loro biglietto da visita. Per i viaggiatori d’affari che non hanno un biglietto da visita è sufficiente anche la firma delle e-mail o un altro documento paragonabile a un biglietto da visita in termini di layout e informazioni. Dopo aver compilato il modulo di richiesta ed effettuato il pagamento riceverai una conferma via e-mail. In questa e-mail ti verrà chiesto di caricare una scansione del passaporto, una fototessera ed eventualmente un biglietto da visita. Questi documenti si possono caricare anche qualche giorno dopo, però tieni conto del fatto che i tempi di consegna previsti per il visto India di una settimana, o di 3 giorni in caso di richiesta urgente, inizia solo dal momento in cui tutti i documenti sono stati caricati correttamente.

Esempio validità scaduta

Inizia subito la compilazione del modulo di richiesta del visto India
Hai a portata di mano tutti i dati di cui sopra e desideri iniziare a richiedere il visto per l’India? Apri il modulo di richiesta di questo sito web e segui i passaggi descritti sotto per ottenere rapidamente il visto.
Apri il modulo di richiesta del visto India

Il modulo di richiesta, passo dopo passo

Passaggio 1: Recapiti e dati del viaggio

La prima parte del modulo di richiesta del visto India consiste nella compilazione dei recapiti del richiedente. Nel caso in cui si desiderino richiedere più visti con un unico modulo di richiesta, questi dati vanno comunque inseriti soltanto una volta. Se viaggi in un gruppo, ad esempio con la famiglia, risparmi quindi molto tempo presentando una richiesta di gruppo. Per ogni richiesta (individuale o di gruppo) vanno indicati:

  • La data di arrivo e di partenza
  • I recapiti (indirizzo e-mail, numero di telefono e indirizzo)
  • La finalità del viaggio (turismo, affari o cure mediche)
  • L’aeroporto o il porto marittimo di arrivo e di partenza
  • I luoghi da visitare in India
  • Il nome e l’indirizzo del primo alloggio in India
  • I recapiti di un contatto per le emergenze (ad esempio un familiare che resterà a casa)

Passaggio 2: Dati del viaggiatore

Se vengono richiesti più visti con un unico modulo, questo passaggio deve essere ripetuto per ogni viaggiatore. In questa parte del modulo di richiesta del visto India vanno compilati i dati del viaggiatore, tra cui alcuni dati che devono essere copiati dal passaporto. Va inserito anche il livello di istruzione e, facoltativamente, la religione e i segni particolari (come cicatrici o tatuaggi chiaramente visibili). Se il viaggiatore ha una seconda cittadinanza, va compilata anche quella. Infine è necessario inserire il nome, la cittadinanza e il luogo di nascita dei genitori e dell’eventuale coniuge del viaggiatore. Si deve rispondere a questa domanda anche se i genitori del viaggiatore in questione non sono più in vita. Il governo indiano richiede che questi dati vengano compilati per ogni viaggiatore che vuole entrare nel paese. In sintesi, in questa parte del modulo del visto India viene chiesto quanto segue:

  • I dati del passaporto
  • Il livello di istruzione
  • L’eventuale religione
  • Gli eventuali segni particolari visibili
  • Il nome e il luogo di nascita dell’eventuale coniuge
  • Il nome e il luogo di nascita dei genitori

Passaggio 3: Informazioni sul datore di lavoro

Per ogni viaggiatore devono essere inseriti i dati del datore di lavoro. Per i viaggiatori che non sono impiegati presso un datore di lavoro, ci sono diverse possibilità:

  • Chi non ha più un datore di lavoro indica l’ultimo datore di lavoro per cui ha lavorato
  • Chi lavora in proprio inserisce il proprio nome o il nome della propria impresa
  • Chi non ha mai svolto un lavoro retribuito (bambini, alunni, studenti) inserisce il datore di lavoro del padre

Siamo consapevoli del fatto che alcune delle informazioni richieste possano sembrare insolite, tuttavia si tratta di disposizioni ben precise del Governo Indiano, e la loro applicazione vale per ogni visitatore straniero. Se il tuo precedente datore di lavoro non è più in vita, l’azienda o la società non esiste più o non lavori per il datore di lavoro in questione da molto tempo, devi comunque inserire gli ultimi dati conosciuti di questo precedente datore di lavoro. Se non hai mai avuto un datore di lavoro, ad esempio perché sei stato dichiarato invalido o ti sei appena laureato e stai ancora cercando un lavoro, devi inserire gli ultimi dati noti del datore di lavoro di tuo padre. Questo vale anche se tuo padre non lavora più o se non è più in vita.

Passaggio 4: Viaggi precedenti e domande di idoneità

Le domande nell’ultima parte del modulo di richiesta del visto per l’India sono intese a valutare gli eventuali rischi che il viaggiatore potrebbe costituire per la società indiana. Prima di tutto ti verrà chiesto quali paesi hai visitato negli ultimi dieci anni. A volte non tutti i paesi visitati rientrano nel campo da compilare; in tal caso, inizia con i paesi di cui hai un timbro nel tuo passaporto attuale e i paesi al di fuori dell’Europa. Ti verrà anche chiesto se hai precedentemente richiesto un visto per l’India con il tuo passaporto attuale. In caso affermativo, è necessario inserire anche alcuni dettagli del visto in questione. Infine, ti verrà chiesto se ti è mai stato rifiutato l’ingresso in un paese e se hai precedenti sul casellario giudiziale. In sintesi, la quarta e ultima parte del modulo richiede le informazioni seguenti:

  • Paesi visitati (al di fuori dell’Europa) negli ultimi 10 anni
  • Facoltativo: dati del visto India richiesto in precedenza con lo stesso passaporto
  • Eventuali precedenti, ed eventuale diniego d’ingresso in altri paesi

Passaggio 5: Pagamento e caricamento scansione passaporto e fototessera

Dopo aver compilato tutti i dati di cui sopra, puoi cliccare su “Richiedi il visto”, dopodiché verranno mostrati tutti i dati inseriti. Ti consigliamo di controllare tutti i dati e, soprattutto, di verificare che non ci siano errori nei dati del passaporto. Se tutto è corretto puoi selezionare il metodo di pagamento di tua preferenza in fondo alla pagina ed effettuare il pagamento per il visto India elettronico.

Una volta completato il pagamento riceverai un’e-mail in cui verrai chiesto di caricare una scansione del tuo passaporto e una fototessera. La scansione del passaporto può anche essere una foto del passaporto, anche scattata con lo smartphone, ad esempio. Assicurati però che la foto/scansione sia nitida e che tutto il testo sia chiaramente leggibile. La fototessera può anche essere un autoscatto o un’altra foto scattata con una macchina fotografica o con lo smartphone; non è necessario che sia stata scattata da un fotografo professionista. È necessario, invece, che la fototessera sia a colori, che il viaggiatore in questione guardi dritto nell’obiettivo e che lo sfondo sia chiaro e uniforme. Una foto nitida con una parete bianca come sfondo, ad esempio, è conforme ai requisiti.

Tutte le scansioni del passaporto e le fototessere fornite vengono controllate manualmente. Se la qualità delle scansioni e foto da te fornite non è soddisfacente, riceverai un’e-mail e un SMS per poterle inviare di nuovo. La richiesta di visto verrà presa in carico soltanto dopo che le scansioni/foto saranno state caricate correttamente. Da quel momento in poi passa in media una settimana prima che il visto venga concesso (a meno che non si opti per la procedura d’urgenza).

Apri il modulo di richiesta del visto India