Notizia | | 30/01/2018 | Tempo di lettura: ±4 minuti

Nel rispetto di determinate condizioni i turisti e i lavoratori che si recano in viaggio in India con un eVisa potranno fermarsi fino a due mesi. Con i visti precedenti rimanere in India per un periodo di tempo così lungo non era possibile, ma valeva un limite di trenta giorni. L'India ha quindi raddoppiato la durata dei soggiorni consentiti al suo interno.

Ad annunciarlo è il Ministro degli Interni, Rajnath Singh. Le autorità indiane hanno dato la loro approvazione. In questo modo richiedere un visto per soggiorni di lunga durata sarà più facile per i turisti.

Soggiorno più lungo grazie alle nuove norme sui vistiSoggiorno più lungo grazie alle nuove norme sui visti

Soggiorno più lungo grazie alle nuove norme sui visti

Queste nuove condizioni si applicano a tutti i visti. Riguardano quindi il visto per affari, il visto per cure mediche e il visto turistico e i requisiti ad essi collegati. Inoltre, il nuovo visto permette ai turisti di recarsi in uno dei paesi vicini come il Bhutan e poi tornare in India.

Le nuove condizioni in materia di visti sono state adottate dal governo per accrescere l'attrattiva del turismo e dei viaggi d'affari in India. Il nuovo eVisa è stato introdotto anche per attirare il maggior numero di potenziali investitori nel Paese.

Il visto India digitale si divide in tre tipologie: il visto eTourist, il visto eBusiness e il visto eMedical. A tutti e tre si applica una validità massima di due mesi. Inoltre, la maggior parte degli eVisa vengono emessi in meno di 72 ore.

Il Ministro degli Interni indiano ha annunciato l'apertura di due sportelli per l'accoglienza dei turisti che necessitano di cure mediche al loro arrivo in aeroporto.

Turismo medico India

I turisti con un visto medico possono ricevere assistenza durante il loro soggiorno. Sono invitati a recarsi al relativo sportello negli aeroporti di Delhi, Bombay (Mumbai), Calcutta, Chennai, Bangalore e Hyderabad. Inoltre, è stato introdotto un nuovo visto: il visto F, che consente un soggiorno in India fino a un anno.

Un altro visto per l'India è l'intern visa, un visto destinato a coloro che desiderano svolgere uno stage in India. Il nuovo regolamento permette di richiedere il visto in modo semplice e veloce. Inoltre, questo visto permette anche l'ingresso in India tramite vari porti marittimi, come Cochin, Goa e Mangalore.

Mezzi di identificazione biometrici

Inoltre, l'India prevede di implementare l'uso di tecnologie più moderne, ad esempio introducendo i visti biometrici. Il visto biometrico permetterà ai viaggiatori di rimanere in India fino a cinque anni con un visto turistico o un visto per affari.

Richiesta di un visto per l'India

Su questo sito si trovano facilmente tutte le informazioni sul visto e sulla domanda di visto. Presentare una richiesta con l'apposito modulo di richiesta richiede circa 15 minuti ed è possibile 24 ore su 24. Si può fare richiesta anche per più persone insieme. Il costo del visto ammonta a 109,95 € e il rilascio avviene entro 4 giorni lavorativi. L'India non si serve ancora di un sistema automatico, perciò i tempi medi di rilascio sono di 2 giorni.

È anche possibile presentare una richiesta urgente. Queste richieste assumono la priorità dietro pagamento di un supplemento; non è tuttavia possibile dare garanzie assolute sui tempi di emissione dei visti, neanche per la richiesta urgente. Si consiglia quindi di presentare la domanda di visto in tempo utile.

Il visto va stampato?

È necessario stampare il visto?
L'eVisa India è un documento elettronico, ma il Ministro degli Interni indiano Singh raccomanda di stamparlo prima del proprio viaggio in India e di portarlo con sé. La validità dei documenti d'identità e dei visti viene controllata regolarmente in India, quindi assicurati di avere questi documenti a portata di mano. Una volta presentata la domanda, il viaggiatore riceverà il visto via e-mail entro un massimo di quattro giorni lavorativi.


All'arrivo in India il viaggiatore deve presentare il visto al Dipartimento dell'Immigrazione. Una volta approvato il documento, il viaggiatore può entrare nel Paese.

Attenzione: questo articolo concernente il visto per l'India è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti il visto per l'India.