Notizia | | 12/10/2020 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Goa è la destinazione ideale per sfuggire al trambusto del resto dell’India. Goa è conosciuta per le sue spiagge di sabbia bianca perlacea e la cultura hippie, ed è popolare tra i backpacker per la sua vita notturna e le numerose feste che ospita. Allo stesso tempo, ci sono molte spiagge tranquille dove i viaggiatori possono rilassarsi e seguire corsi di yoga o di meditazione. Una visita a Goa richiede una serie di preparativi, tra cui la richiesta di un visto India.

Le spiagge più belle di Goa

Quale parte di Goa è meglio visitare dipende dal tipo di viaggio. Ai viaggiatori che vogliono fare festa fino a tarda notte si consiglia di recarsi nella parte settentrionale dello stato, mentre il sud di Goa è più adatto ai viaggiatori che vogliono godersi le meravigliose spiagge in tutta tranquillità. Tra le località balneari più popolari del nord ci sono Anjuna e Vagator. Anjuna è conosciuta come la tipica destinazione di festa dell’India con diverse locali notturni e feste all’aperto. Ogni mercoledì Anjuna ospita inoltre un mercato delle pulci che attira masse di turisti. Vagator ha una spiaggia con scogliere scoscese e anche qui vi sono diversi locali per uscire la sera.

Una destinazione popolare nel sud dello stato è Palolem, una città costiera caratterizzata da case sulla spiaggia di ogni tipo di colore e dove la cultura hippie è ancora viva. Non lontano da Palolem si trova Agonda, un villaggio di pescatori con alloggi semplici. Le spiagge di Agonda sono tra le più tranquille di Goa e quindi perfette per rilassarsi e ricaricarsi. È inoltre un luogo ideale per seguire un corso di yoga o di meditazione.

Che altro c’è da fare?

Anche se la maggior parte dei turisti si reca a Goa principalmente per le sue spiagge, c’è molto altro da vedere e sperimentare in questo stato dell’India. Goa ha molto da offrire anche agli amanti della cultura e dello sport. Le influenze portoghesi sono ancora visibili a Goa e ci sono diverse chiese e monasteri che sono stati inseriti nella lista del Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La capitale di Goa, Panaji (Pangim in portoghese) era la capitale della colonia delle Indie Orientali portoghesi, ragione per cui nel centro della città si trovano molti edifici coloniali portoghesi. Le persone attive possono praticare vari sport acquatici a Goa, come il surf, le immersioni, il kayak o il nuoto. Meritano una visita anche le cascate di Dudhsagar nella parte orientale di Goa. Tuffati nell’acqua e fai una visita alla vicina riserva naturale.

Preparativi per una vacanza a Goa

Per una vacanza a Goa è necessario richiedere un visto India. Da qualche anno non è più necessario recarsi all’ambasciata indiana per la richiesta del visto. Il visto India può essere facilmente richiesto online, dopodiché deve essere stampato e portato con sé durante il viaggio. Il visto turistico elettronico per l’India è disponibile in tre varianti, rispettivamente con una validità di un mese, di un anno e di cinque anni. Tuttavia, il visto con validità di un mese presenta così tanti svantaggi che quasi sempre ha più senso richiedere la variante con validità di un anno. Durante quest’anno ci si può recare in India più volte, a condizione che ogni singolo soggiorno non superi i 90 giorni. Ciò significa che con un visto elettronico si può rimanere in India per un massimo di 3 mesi consecutivi per soggiorno. Questo permette di combinare un soggiorno a Goa con una visita ad altre parti dell’India.

Oltre a richiedere un visto per l’India, sono necessari alcuni altri preparativi. Per i viaggi in India sono consigliate diverse vaccinazioni, che spesso devono essere somministrate diverse settimane o addirittura mesi prima della partenza. Può inoltre essere consigliabile prendere precauzioni contro la malaria. Ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico di base o all’ASL di competenza per ulteriori informazioni sulle vaccinazioni e medicinali consigliati per una vacanza a Goa.

Hai intenzione di recarti a Goa? Puoi subito richiedere il visto. Il visto India è valido per un anno dal momento del rilascio e non è quindi necessario sapere già quando arriverai in India e puoi già richiedere il visto anche se non hai ancora prenotato i biglietti aerei o un alloggio.