Notizia | | 14/04/2020 | Tempo di lettura: ±2 minuti

Viaggi annullati, Paesi in quarantena, ospedali sovraffollati... Dal 10 marzo 2020, quasi tutti i Paesi stanno attuando misure aggiuntive al fine di proteggere le loro popolazioni dal Coronavirus (Covid-19). Molti viaggiatori non sanno a chi rivolgersi, perché le informazioni arrivano da tutte le parti. Per aiutare coloro che avevano in programma di fare un viaggio in India con un visto nel prossimo futuro, abbiamo messo insieme le ultime informazioni ufficiali per i viaggiatori diretti in India.

Si sconsiglia vivamente di recarsi in aree in cui il Coronavirus sta circolando attivamente, in attesa di un miglioramento della situazione. Le aree a rischio sono Cina, Singapore, Corea del Sud, Iran e l’Italia settentrionale. I viaggi in India sono ancora possibili, nonostante siano stati segnalati 43 casi di Coronavirus in India.

L’arrivo in India

Se decidi di recarti in India nonostante la situazione attuale, all’arrivo dovrai compilare un questionario. Arrivando dall’Italia ti può essere negato l’ingresso. Anche ai viaggiatori che si sono trovati in Cina, Giappone, Iran o Corea del Sud dopo il febbraio 2020 può essere negato l’ingresso in India. Temporaneamente non vengono rilasciati visti elettronici e fisici ai cittadini cinesi, giapponesi, iraniani e sudcoreani. I viaggiatori che arrivano, direttamente o indirettamente, dall’Italia, Cina, Giappone, Iran, Hong Kong, Macao, Corea del Sud, Vietnam, Malesia, Indonesia, Nepal, Thailandia, Singapore o Taiwan, devono sottoporsi a un esame medico all’arrivo. In sintesi, se sei stato in una delle zone ad alto rischio in febbraio o marzo 2020, dipenderà dal Dipartimento per l’Immigrazione indiano se ti sarà permesso di entrare nel Paese. Non è possibile garantire in precedenza che ti sarà permesso di fare ingresso in India, anche se soddisfi tutti i requisiti per il visto per l’India.

Durante il soggiorno

Una volta sul posto, dovresti prendere in considerazione quanto segue:

  • Aspettati tempi di attesa più lunghi all’aeroporto. I controlli medici possono causare ritardi.
  • Controlla regolarmente il sito web della tua compagnia aerea per rimanere informato sullo stato del tuo volo.
  • Non metterti in viaggio se presenti sintomi del Coronavirus. È meglio rimanere in quarantena.
  • Assicurati di rimanere aggiornato con le ultime informazioni relative al Coronavirus.

Dopo il viaggio

Dopo qualsiasi viaggio all’estero, si raccomanda di seguire almeno le seguenti precauzioni per 14 giorni:

  • Segui i consigli d’igiene: lavarsi regolarmente le mani, tossire nel gomito flesso, utilizzare fazzoletti di carta (e buttarli subito).
  • Limita i contatti non essenziali (ristoranti, cinema, ecc.) e non andare in luoghi dove ci sono persone vulnerabili (ospedali, case di riposo, ecc.).
  • Controlla la tua temperatura due volte al giorno.

Se noti che hai la febbre, la tosse o problemi respiratori, annulla il tuo viaggio. Non andare dal medico o dal pronto soccorso.

Attenzione: le informazioni contenute in questo articolo potrebbero non essere più attuali. Prima di richiedere un visto per l’India, leggi tutto sulla situazione attuale del Coronavirus in India.

Attenzione: questo articolo concernente il visto per l’India è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti il visto per l’India.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali il visto per l’India. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un visto anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (25,63 USD per visto, tramite indianvisaonline.gov.in). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta e tutti i documenti da te forniti prima di inoltrare tutto al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 25,63 USD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 25,44 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di visto India per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.