Notizia | | 03/03/2023 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Dopo aver presentato la richiesta di visto online per il tuo viaggio in India, potrebbero venirti richieste alcune informazioni aggiuntive. In tal caso, verrai informato tramite e-mail. Tieni d’occhio la tua casella di posta elettronica per assicurarti che la richiesta di visto proceda senza intoppi.

Visto elettronico per l’India

Per fare un viaggio in India, generalmente non è necessario richiedere un visto fisico. In molti casi, si può richiedere un visto elettronico, l’ETA India. I viaggiatori che soddisfano i requisiti possono richiedere semplicemente questo visto online: la validità del visto dipende dalla variante scelta. Una volta concesso, il visto può essere utilizzato per la finalità di viaggio selezionata nel modulo di richiesta. A seconda della finalità di viaggio, che sia turismo o affari, l’ETA viene chiamata rispettivamente visto e-Tourist o visto e-Business.

Richiesta di informazioni aggiuntive

Ultimamente, il Dipartimento per l’Immigrazione indiano richiede sempre più frequentemente informazioni aggiuntive per l’elaborazione delle richieste di visto online. Per evitare il rifiuto automatico della tua richiesta e prevenire eventuali ritardi, è importante fornire questi dati e/o informazioni in tempo.

Consegna puntuale dei dati

Se hai presentato una richiesta di visto per l’India e ti è stato chiesto di fornire informazioni o documenti aggiuntivi, provvedi fornendoli a Visti.it il prima possibile. Le informazioni aggiuntive devono essere fornite entro 12 ore dalla ricezione del messaggio da parte del Dipartimento per l’Immigrazione.

Se rispondi troppo tardi o se non fornisci i dati o i documenti corretti, è possibile che la tua richiesta venga rifiutata automaticamente. In questo caso, sulla tua pagina personale apparirà il seguente messaggio: “No/Wrong response to our e-mail within 48 hours”.

Quali sono i documenti richiesti?

Una volta che il Dipartimento per l’Immigrazione indiano ti ha chiesto di fornire ulteriori informazioni o documenti, la tua richiesta di visto rimarrà in sospeso fino al tuo intervento. A volte vengono richiesti dati o documenti già forniti in precedenza, che devono essere forniti nuovamente. Di seguito alcuni dati o documenti che potrebbero essere richiesti:

  • una scansione del passaporto;
  • una foto del viaggiatore;
  • ulteriori dettagli sui motivi del viaggio e un itinerario con le località che tu e i tuoi eventuali compagni di viaggio intendete visitare;
  • un altro numero di telefono della persona che ti ha invitato/a in India (ad esempio se il numero che hai fornito in precedenza risulta irraggiungibile);
  • i dati di uno o più viaggiatori e/o il tuo itinerario;
  • i dati relativi al volo di ritorno dall’India;
  • informazioni sulla tua professione attuale e precedente (incluso il tuo titolo professionale) e l’indirizzo, il numero di telefono e l’indirizzo e-mail del tuo datore di lavoro.

In alcuni casi, potrebbe esserti richiesto di fornire anche:

  • alcuni dati relativi al tuo ultimo viaggio in India, tra cui le date, i luoghi (porto, aeroporto o frontiera) ed eventualmente i dettagli del volo;
  • la prova del precedente viaggio sotto forma di scansione della pagina del passaporto sui cui è stato applicato il timbro di uscita;
  • informazioni aggiuntive sulle attività che intendi svolgere in India (ad esempio per i viaggiatori che si recano in India per partecipare a una conferenza);
  • una lettera d’invito professionale redatta dall’azienda indiana (in caso di viaggio d’affari).

Se vengono richieste informazioni aggiuntive per la tua richiesta di visto per l’India, assicurati di rispondere correttamente e in tempo. Nella stragrande maggioranza dei casi, non serve fornire informazioni extra. Nel caso in cui dovesse essere necessario, verrai contattato/a tempestivamente da Visti.it. Le comunicazioni di questo tipo avvengono per e-mail. Se hai richiesto un visto per l’India, non perdere di vista la tua casella di posta elettronica.

Attenzione: questo articolo concernente il visto per l’India è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti il visto per l’India.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali il visto per l’India. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un visto anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (25,63 USD per visto, tramite indianvisaonline.gov.in). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta e tutti i documenti da te forniti prima di inoltrare tutto al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 25,63 USD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 35,93 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di visto India per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.