Notizia | | 31/08/2023 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Sono 40 (molti dei quali europei) i Paesi che aderiscono al Visa Waiver Program (programma di viaggio senza visto) americano. Se soddisfano tutti i requisiti, i viaggiatori con cittadinanza di uno di questi Paesi e relativo passaporto in corso di validità possono richiedere l’ESTA. Bulgaria, Cipro, Romania, Argentina, Brasile, Uruguay, Turchia e Israele sono ancora in lista d’attesa per il VWP.

Viaggiare con l’ESTA USA al posto del visto

Diversi Paesi stanno abolendo l’obbligo di visto (fisico) per attirare più visitatori internazionali. Anziché richiedere un visto fisico, i viaggiatori possono facilmente richiedere un eVisa on un’altra autorizzazione di viaggio elettronica. Per la stessa ragione, i Paesi che permettono già di richiedere un’autorizzazione digitale di viaggio stanno estendendo questa possibilità ai viaggiatori di sempre più nazionalità.

Anche l’ESTA USA può essere richiesto facilmente online. In questo momento, quest’autorizzazione di viaggio può essere richiesta dai viaggiatori con cittadinanza e passaporto valido di 40 Paesi, molti dei quali europei. Diversi altri Paesi sono in lista d’attesa per entrare a far parte del programma ESTA. È possibile che a breve vengano ammessi dagli Stati Uniti al VWP.

L’ammissione al Visa Waiver Program è un processo che può durare diversi anni. Infatti, gli Stati Uniti impongono condizioni rigorose ai Paesi che desiderano aderirvi. Una condizione importante è che la percentuale di richieste di visto USA provenienti dal Paese in questione non superi il 3%.

Modifiche apportate al Visa Waiver Program nel 2010

Il Visa Waiver Program americano esiste dal 1986 e permette ai viaggiatori titolari di un passaporto di uno dei Paesi aderenti di recarsi negli Stati Uniti senza visto. Anche oggi, i viaggiatori provenienti dai Paesi aderenti non sono obbligati a richiedere un visto, ma devono comunque munirsi di un ESTA, ossia un’autorizzazione di viaggio elettronica. L’obbligo di ESTA è stato introdotto tra il 2008 e il 2010. Inoltre, dal 2022 l’ESTA è obbligatorio anche per recarsi negli USA via terra, oltre che in aereo o nave.

Viaggiatori titolari di un passaporto europeo

Molti dei Paesi aderenti al VWP sono membri dell’Unione Europea, ma non tutti i viaggiatori con la cittadinanza di un Paese dell’UE possono richiedere l’ESTA. La Croazia ha aderito al VWP nel 2021 ed è l’ultimo Stato membro dell’UE ammesso al programma americano. Bulgaria, Cipro e Romania, anch’essi Stati membri dell’UE, sono in lista d’attesa dal 2007, mentre ad esempio la Corea del Sud e il Cile sono stati ammessi al programma in pochi anni. I viaggiatori provenienti da questi Paesi possono quindi richiedere l’ESTA già da molto tempo.

Anche i viaggiatori titolari di un passaporto valido rilasciato da Svizzera, Norvegia o Islanda possono richiedere l’ESTA da molto tempo. Argentina, Brasile, Uruguay, Turchia e Israele sono in lista d’attesa per essere ammessi al Visa Waiver Program dal 2007.

Partecipazione al VWP e modifiche ai requisiti

Non è detto che i Paesi ammessi al Visa Waiver Program lo siano a titolo definitivo. Ad esempio, nel 2002 l’Argentina ha affrontato una grave crisi economica che ha creato massicci flussi migratori clandestini negli Stati Uniti, con conseguente rimozione dal VWP dopo soli cinque anni e mezzo. Tuttavia, la maggior parte dei Paesi europei aderiscono al VWP americano, tra cui l’Italia dal 1996.

I viaggiatori provenienti dai Paesi affiliati al VWP non necessitano di un visto, ma possono richiedere l’ESTA. Bisogna comunque tenere conto che i requisiti da soddisfare possono cambiare. Ad esempio, inizialmente l’ESTA era obbligatorio solo per recarsi negli USA in aereo o nave, ma dal 1° ottobre 2022 l’obbligo vige anche per i viaggi via terra dal Messico o dal Canada. A causa dei cambiamenti entrati in vigore il 6 luglio di quest’anno, i viaggiatori che sono stati a Cuba a partire dal 12 gennaio 2021 devono necessariamente richiedere un visto USA. Prima di richiedere l’ESTA, informati in merito agli attuali requisiti dell’ESTA.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali l’ESTA per gli USA. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un ESTA anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (21 USD per ESTA, tramite esta.cbp.dhs.gov). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta e tutti i documenti da te forniti prima di inoltrare tutto al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 21 USD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 30,55 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di ESTA USA per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.