Notizia | | 25/05/2022 | Tempo di lettura: ±2 minuti

Il governo rumeno spera di soddisfare tutte le condizioni di ammissione al Programma di esenzione dal visto (Visa Waiver Program) degli Stati Uniti entro il 2024. Ciò significa che, a partire dal 2024, i cittadini rumeni potrebbero recarsi negli Stati Uniti con un ESTA.

Visto obbligatorio per i cittadini rumeni in America

La Romania è uno dei soli tre Stati membri dell’Unione Europea non ancora inclusi nel Programma di esenzione dal visto degli Stati Uniti, noto anche come programma ESTA. Questo programma consente ai viaggiatori di alcuni Paesi di recarsi in America senza visto, richiedendo un ESTA online. Gli altri due Stati membri che non fanno ancora parte del programma ESTA sono la Bulgaria e Cipro, mentre per l’Ungheria esiste una regola speciale secondo cui gli ungheresi che non sono nati in Ungheria non possono richiedere un ESTA. L’ultimo Stato membro a essere ammesso al programma ESTA è stata la Croazia nel 2021.

Ciò significa che i rumeni devono richiedere un visto per recarsi in America. La richiesta di un visto richiede tempo e denaro. Al contrario, gli ESTA vengono solitamente approvati entro tre giorni, in molti casi anche il giorno stesso. Anche il costo dell’ESTA è notevolmente inferiore. Non sorprende quindi che molti Paesi stiano cercando di essere ammessi al programma ESTA. Tra le altre cose, il sistema garantisce che le ambasciate nel Paese siano notevolmente alleggerite.

La Romania sta lottando da anni con una condizione importante per l’ammissione al programma ESTA degli Stati Uniti: il tasso di rifiuto dei visti per gli Stati Uniti. Il numero massimo di richieste di visto respinte per gli Stati Uniti non può superare il 3%. In Romania, questo tasso è attualmente pari al 10%. Secondo le autorità rumene, il motivo principale è che molte persone non completano la propria richiesta di visto. Dopo un po’ di tempo, le richieste di visto non completate vengono respinte e questo contribuisce a mantenere alta la percentuale di visti rifiutati.

Le autorità rumene intendono ricorrere a delle campagne per informare la popolazione sulle modalità di richiesta dei visti. La speranza è che ci siano sempre meno domande di visto interrotte a metà.

Anche altri Paesi sperano di ottenere l’ESTA

La Romania non è l’unico Paese che spera di essere ammesso al programma ESTA degli Stati Uniti nel prossimo futuro. Turchia, Israele e Argentina, tra gli altri, vogliono che i loro cittadini siano in grado di recarsi in America senza visto. Israele sembra essere il più vicino a una possibile ammissione al programma ESTA, ma il governo degli Stati Uniti chiede, tra le altre cose, che Israele alleggerisca i requisiti di viaggio per i viaggiatori americani in Israele. L’Unione Europea vuole che la Bulgaria e Cipro si uniscano al programma, ma per ora sembra che solo la Romania sia idonea.

L’Italia fa già parte del programma ESTA

L’Italia fa già parte del programma ESTA degli Stati Uniti. I viaggiatori di questo Paese possono richiedere un ESTA online prima del viaggio e non devono portare il passaporto all’ambasciata. L’ESTA ha un periodo di validità relativamente lungo. È valido per due anni e ogni visita in America può durare fino a 90 giorni.