Notizia | | 02/09/2019 | Tempo di lettura: ±4 minuti

È diventato più facile per i turisti stranieri richiedere un visto Kenya, anche per i turisti italiani. Uno studio recente mostra che la procedura di richiesta del visto Kenya è migliorata.

Ogni anno la Banca africana di sviluppo (AfDB) conduce unʼindagine su quali siano i Paesi africani per cui è più facile ottenere un visto. Negli ultimi anni, il Kenya è salito nellʼindice e ora è al nono posto. Lʼindice mostra quanto sia facile ottenere un visto Kenya. I viaggiatori italiani sono soggetti allʼobbligo del visto per il Kenya e devono quindi essere in possesso di un visto Kenya prima del loro arrivo nel Paese.

Più facile richiedere un visto Kenya

In precedenza, la richiesta di un visto Kenya era un processo complicato di cui i turisti si lamentavano spesso. Poiché molti Paesi africani hanno difficoltà per quanto riguarda la procedura di rilascio dei visti, la Banca africana di sviluppo (AfDB) ha indagato sulla facilità di richiedere un visto per un determinato Paese. Lʼanno scorso il Kenya si è classificato al 15° posto, ma ora ha scalato sei posti per finire nella top 10.

Il governo keniota ha fatto notevoli sforzi per facilitare la richiesta del visto Kenya. Tra le altre cose, il presidente Uhuru Kenyatta ha firmato un decreto per introdurre i visti allʼarrivo. Tuttavia, è consigliabile richiedere un visto Kenya prima della partenza. Lo si può fare facilmente online, evitando così lunghe code allʼaeroporto.

Il Paese ha ottenuto punti soprattutto grazie allʼintroduzione di una serie di nuove misure relative alle richieste di visto. Soprattutto i turisti africani provenienti dai Paesi vicini beneficiano delle misure, ma anche per altri viaggiatori è diventato più facile richiedere un visto, grazie a procedure più semplici.

Richiedere un visto si rivela essere il più facile per le Seychelles, il Benin e il Ruanda, che sono i primi tre Paesi dellʼindice.

Più difficile richiedere un visto per altri Paesi africani

Per alcuni altri Paesi sembra essere notevolmente più difficile richiedere un visto. Si tratta di Paesi del Sahara Occidentale, della Guinea Equatoriale e del Sudan. Lʼindice dei visti africani indica quanto sono aperti i Paesi africani quando si tratta di richiedere un visto.

I dati sono stati raccolti tra i mesi di giugno e luglio del 2018 sulla base di informazioni ottenute dalla IATA, lʼInternational Air Transport Association. Nella prossima edizione, lʼindice analizzerà anche il tempo necessario per la concessione di un visto, se il prezzo è diminuito e se è diventato più facile richiedere un visto. Migliorando le procedure il Kenya vuole aumentare il commercio e promuovere il turismo.

Richiedere un visto Kenya

Chiunque desideri recarsi in Kenya nel 2019 o nel 2020 ha bisogno di un visto Kenya. Il visto può essere facilmente richiesto online; non è necessario recarsi allʼambasciata keniota.

Il visto Kenya è un cosiddetto visto elettronico, ovvero evisa. Si tratta di unʼautorizzazione di viaggio elettronica con la quale il governo keniota autorizza il viaggiatore a recarsi nel Paese. La richiesta di un visto Kenya è obbligatoria. I viaggiatori che non sono in grado di dimostrare di avere un visto, non saranno autorizzati a entrare nel Paese. Il visto Kenya è adatto sia ai viaggi dʼaffari sia ai viaggi turistici. Con il visto Kenya si può fare ingresso nel Paese una sola volta e il visto consente un periodo di soggiorno fino a 90 giorni. Si tratta quindi di un visto a ingresso unico ("single entry").

Requisiti per il visto Kenya

È importante ricordare che vi sono una serie di requisiti per il visto Kenya. Ad esempio, tutti i viaggiatori devono essere in possesso di un proprio passaporto, e questo passaporto deve avere validità residua di almeno sei mesi e contenere almeno una pagina vuota. Inoltre, vi è solo un numero limitato di posti dove i turisti possono arrivare nel Paese. In più, quando si richiede il visto, le date di arrivo e di partenza devono già essere note e deve essere già stato prenotato almeno un pernottamento in Kenya.

Per dimostrarlo, i turisti devono essere in grado di fornire una conferma di prenotazione, ad esempio del volo di ritorno o dellʼalloggio, o eventualmente una lettera di invito da parte di un residente keniota. Ogni viaggiatore deve essere in possesso del proprio visto, tranne i bambini fino a 15 anni che viaggiano con i loro genitori. I bambini fino a 15 anni che viaggiano con i genitori non hanno bisogno di richiedere un visto, ma devono essere in possesso di un proprio passaporto. Non cʼè bisogno di richiedere un visto se ci si reca in Kenya solo per effettuare uno scalo e non si lascia lʼaeroporto nel frattempo.

Richiedere un visto Kenya con urgenza

Il visto Kenya può essere richiesto 24 ore su 24, 7 giorni su 7 online. Ciò è possibile fino a quattro giorni prima della partenza. Tuttavia, consigliamo di richiedere il visto con largo anticipo, preferibilmente con due settimane di anticipo. Il costo del visto Kenya è di 74,95 € a persona. Per la richiesta è necessario fornire una fototessera, una scansione del passaporto e la conferma di una prenotazione. In seguito la domanda verrà controllata e, se necessario, corretta.

Dopo il rilascio del visto da parte del governo keniota, il visto verrà inviato via e-mail. Il visto va stampato e portato con sé durante il viaggio. È saggio custodirlo insieme al passaporto. È importante richiedere il visto per tempo; anche nel caso di una richiesta urgente possono passare diversi giorni prima che il visto venga concesso.

Attenzione: questo articolo concernente il visto per il Kenya è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti il visto per il Kenya.