Notizia | | 01/04/2021 | Tempo di lettura: ±5 minuti

Il Kenya non ha solo innumerevoli parchi nazionali e riserve naturali, ma anche spiagge e numerose attrazioni turistiche, sparse in tutto il Paese. Il Kenya si estende su quasi 583.000 km². Se non vuoi rimanere nello stesso posto durante lʼintero soggiorno, puoi viaggiare con i trasporti pubblici o noleggiare un’auto. Non dimenticare di richiedere il visto Kenya.

Trasporti pubblici

Ci sono molti modi per andare da A a B in Kenya. Per le piccole distanze si possono usare gli autobus, ma anche il trasporto locale: il matatu, un minibus. Per spostarsi velocemente tra le tre città più grandi Nairobi, Mombasa e Kisumu, il treno è un’opzione, ma anche i voli nazionali possono essere una buona alternativa. Si consiglia vivamente di pianificare i viaggi durante il giorno. È anche saggio dotare il tuo bagaglio di un lucchetto a combinazione o di una rete per i bagagli. Non lasciare mai gli oggetti di valore incustoditi. Invece di tenere i soldi in tasca, puoi tenerli in una cintura di denaro o in una borsa speciale per il reggiseno. Le carte bancarie possono essere tenute in un portafoglio con protezione RFID, una protezione che rende impossibile lo skimming.

In autobus
La qualità degli autobus in Kenya varia molto. Le compagnie di autobus con attrezzature più moderne e più sicure addebitano prezzi più alti, mentre le compagnie che usano autobus più vecchi sono spesso più economiche. Non è consigliabile fare un pisolino durante il viaggio in autobus a causa del rischio di furto, anche se gli autobus offrono un modo sicuro per trasportare i bagagli: quando sali sull’autobus, a te e alla tua borse viene assegnato un numero, in modo che nessuno possa prendere la tua borsa. Un altro vantaggio del viaggiare in autobus di linea è che è molto economico. Per meno di un euro puoi viaggiare in autobus per un’ora.

In matatu
I matatu sono la forma di trasporto pubblico più popolare del Kenya. Li incontrerai nelle città e nei dintorni, ma anche sulle strade tra i villaggi. Il matatu parte solo quando è pieno. E pieno è davvero pieno in Kenya. Secondo gli standard kenioti, un matatu da dieci persone può facilmente trasportare diciotto persone. Il matatu è un modo economico per spostarsi tra i villaggi, incontrare la gente del posto e vivere il Kenya autentico.

In traghetto
Dalle spiagge della costa orientale del Kenya si può prendere un traghetto per il porto di Mombasa, situato su una penisola. Se vai a bordo con un veicolo devi pagare una piccola tassa, se vai a bordo a piedi è gratuito. Il traghetto va di giorno e di notte. Ci sono sempre molte persone che aspettano di salire sul traghetto e la folla rende il viaggio a Mombasa in traghetto un’esperienza in sé.

In treno
Un mezzo di trasporto meno economico è il treno. Un biglietto singolo tra le due città più grandi costa circa 40 €. La famosa linea ferroviaria tra Nairobi e Mombasa fu costruita già nel 1895 e permetteva di viaggiare da una città all’altra in dodici ore. A causa della trascuratezza della manutenzione dei binari, lo stesso viaggio in treno richiedeva fino al doppio del tempo nel 2016. Nel 2017, il binario è stato sostituito, riducendo il tempo di viaggio a cinque ore. Nel frattempo, la rete ferroviaria è stata ampliata verso i Paesi vicini dell’Africa orientale. L’espansione della rete ferroviaria è un progetto enorme ed è vista come un passo di grande importanza per la prosperità economica del Paese.

In aereo
L’Aeroporto Internazionale Julius Nyerere a Dar es Salaam è l’aeroporto keniota dove atterra la maggior parte degli aerei internazionali. Tuttavia, le due città più grandi del Kenya hanno anche aeroporti, da cui vengono effettuato principalmente voli nazionali: l’Aeroporto Internazionale Jomo Kenyatta a Nairobi e l’Aeroporto Internazionale Moi a Mombasa. Le cinque compagnie aeree keniote - Kenya Airways, Arikenya, Mombasa Air Safari, Safarilink e Fly540 - offrono voli nazionali e volano da questi aeroporti. Il volo più effettuato in Kenya è quello tra Nairobi e Mombasa. I prezzi per questi voli partono da 80 €. Inoltre, ci sono molti voli verso piccoli aeroporti nazionali vicino a parchi nazionali, città costiere e l’arcipelago di Lamu.

Safari in jeep

Per ammirare in sicurezza i Big Five in uno dei parchi nazionali, è raccomandabile fare un safari in jeep. Diverse organizzazioni offrono pacchetti, che variano da safari di un giorno a safari che durano diverse settimane.

Safari in jeep in KenyaUn safari in jeep in Kenya

Trasporto proprio

Per noleggiare un’auto in Kenya devi essere in possesso di una patente di guida internazionale che può essere acquistata prima della partenza. Attenzione: la patente di guida internazionale è valida solo in combinazione con la patente nazionale. L’età minima per noleggiare un’auto in Kenya è di 23 anni e per alcune compagnie di noleggio auto anche di 25 anni. Spesso è possibile prenotare un’auto prima della partenza, ad esempio sui siti web delle principali compagnie di noleggio auto presenti negli aeroporti di Nairobi e Mombasa. In Kenya circa la metà delle strade non sono asfaltate. Le autostrade sono in gran parte a una sola corsia e attraversano piccoli villaggi, dove puoi incontrare bestiame randagio o bambini sulla strada.

Visto Kenya

Se ti rechi in Kenya, hai bisogno di un visto. Se hai a portata di mano tutte le informazioni necessarie, la richiesta di visto può essere presentata in pochissimo tempo utilizzando il modulo di richiesta online. Puoi pagare il costo del visto Kenya in modo sicuro e veloce usando uno dei soliti metodi di pagamento. Il periodo di validità, ovvero il periodo di tempo in cui ti è permesso arrivare in Kenya, è di tre mesi. Durante questo periodo di validità puoi rimanere nel Paese fino a 90 giorni consecutivi. Se lo desideri, è possibile prolungare questo periodo una volta fino a 180 giorni. Questa proroga può essere richiesta presso la sede centrale del Dipartimento per l’Immigrazione del Kenya (Kenya Foreign Nationals Service, Department of Immigration Services). Tuttavia, non è possibile garantire che questa estensione della validità venga concessa.