Notizia | | 18/03/2022 | Tempo di lettura: ±2 minuti

Lʼ1 aprile 2022 decade lʼobbligo per i viaggiatori diretti in Canada di sottoporsi a un test Covid-19 prima della partenza. Rimangono tuttavia obbligatori certificato di vaccinazione ed eTA Canada.

Frustrazione nel settore del turismo

I viaggiatori che si sono sottoposti alla doppia dose di vaccino Pfizer-BioNTech, Moderna o AstraZeneca o a una dose di Janssen / Johnson & Johnson sono autorizzati a viaggiare in Canada dal 7 settembre 2021, purché abbiano unʼeTA p un visto valido. I viaggiatori sono tenuti a presentare anche il risultato negativo di un test Covid-19 allʼarrivo. Il risultato di un test PCR non deve risalire a più di 72 ore prima dellʼarrivo mentre per il test rapido si parla di 24 ore. Rispetto ad altri Paesi, il Canada si è mostrato restio ad attenuare le restrizioni di viaggio. Tuttavia, allʼinizio di questʼanno il governo ha ritirato il divieto di viaggi non-essenziali e dal 28 febbraio 2022 anche i test rapidi sono considerati idonei per certificare la negatività al virus.

La cautela del governo canadese ha generato frustrazione tra gli operatori turistici. Le aziende affermano che il flusso di turisti e viaggiatori dʼaffari è stato pesantemente influenzato dalle misure in atto e che le persone tendono a optare per altre destinazioni. La maggior parte dei viaggiatori in Canada viene dagli USA, altra destinazione per cui è obbligatorio sottoporsi a un test Covid prima della partenza. Per viaggiare dagli USA al Canada e viceversa è quindi necessario fare numerosi test a spese proprie.

Stop allʼobbligo di test molecolare PCR

Il governo canadese ha iniziato ad accogliere parzialmente le richieste del settore turistico. Dallʼ1 aprile 2022 coloro che hanno completato il ciclo vaccinale non saranno più obbligati a sottoporsi a un test Covid-19 prima della partenza. Sarà sufficiente un certificato vaccinale e unʼeTA o visto. I viaggiatori non (completamente) vaccinati non saranno ancora autorizzati a viaggiare.

La decisione del governo è un chiaro segnale che il coronavirus è perlopiù sotto controllo nel Paese. Ci si aspetta che le rimanenti misure vengano allentate nel corso dellʼanno. Tuttavia, lʼOMS mette in guardia i Paesi che il numero di casi di coronavirus sta aumentando. Questo è dovuto in gran parte al continuo allentamento delle restrizioni in molti Paesi. Non si escludono nuove ondate questʼestate.

Le altre misure rimangono in vigore

La decisione del governo canadese riguarda unicamente lʼobbligo di test Covid-19 pre-partenza. Rimangono in vigore le altre misure per i turisti internazionali in Canada. Il certificato vaccinale deve essere obbligatoriamente caricato sullʼapp canadese ArriveCAN. È necessario poter presentare i documenti originali in formato cartaceo o digitale allʼarrivo e nel corso dellʼintero soggiorno in Canada. È obbligatorio richiedere unʼeTA Canada prima della partenza. Non è necessario caricare lʼeTA sullʼapp ArriveCAN in quanto si tratta già di unʼautorizzazione digitale collegata al passaporto.

Allʼarrivo in Canada, i viaggiatori dai 5 anni in su potrebbero venire selezionati a caso per un test Covid-19 il cui risultato va atteso in quarantena. Nel malaugurato caso di positività, è obbligatoria una quarantena di 10 giorni.