Dal 7 settembre 2021, è di nuovo possibile recarsi in Canada per una vacanza, un viaggio d’affari o per rendere visita a familiari e/o amici. Tuttavia, prima della partenza è necessario fornire una prova di vaccinazione completa contro il coronavirus (Covid-19) e richiedere un’eTA Canada. Leggi questa pagina per sapere come preparare un viaggio in Canada senza problemi. Ultimo aggiornamento: 29 ottobre 2021.

Posso recarmi in Canada?

In base alla normativa italiana, i viaggi in Canada sono consentiti senza motivazioni particolari, ma valgono ancora limitazioni per il rientro in Italia, elencate in fondo a questa pagina. Il Canada riaccoglie quindi turisti e viaggiatori d’affari. Leggi qui sotto le cose da prendere ancora in considerazione.

Viaggiatori completamente vaccinati

I viaggiatori che sono stati completamente vaccinati contro il Coronavirus con due vaccini Pfizer-BioNTech, Moderna o AstraZeneca o con un vaccino Janssen / Johnson & Johnson e che non presentano sintomi di Covid-19 possono recarsi in Canada per turismo, affari o altri motivi non essenziali (ad esempio per una vacanza o per andare a trovare familiari e/o amici) a partire da 14 giorni dopo il completamento del ciclo vaccinale. Per questi viaggiatori non è necessario sottoporsi in quarantena all’arrivo in Canada. Inoltre, non è necessario un visto. Per la maggior parte dei viaggiatori, infatti, è sufficiente un’eTA Canada. L’eTA Canada è un’autorizzazione di viaggio digitale per turisti e viaggiatori d’affari che può essere richiesta online in pochi minuti.
Richiedi subito un’eTA Canada

Requisiti aggiuntivi per i viaggiatori vaccinati

Chi si reca in Canada con un’eTA deve in ogni caso soddisfare i requisiti per l’eTA Canada. Inoltre, tutti i viaggiatori di età pari o superiore a 5 anni devono presentare il risultato negativo di un test PCR, il che si applica anche ai viaggiatori completamente vaccinati. Il risultato di un test antigenico non è accettato. Il risultato del test deve risalire a massimo 72 ore prima dell’orario di partenza previsto per il volo per il Canada. Per i viaggiatori che arrivano in Canada via terra o via mare il risultato del test deve risalire a massimo 72 ore prima del momento dell’arrivo in Canada. In alternativa, è accettato anche il risultato positivo di un test rilasciato tra 14 a 180 giorni prima della partenza, ma solo se il viaggiatore in questione al momento non presenta alcun sintomo del coronavirus.

Il risultato del test deve indicare il nome completo e la data di nascita del viaggiatore, nonché il nome e l’indirizzo della struttura di analisi, il tipo di test e il risultato. Per quanto riguarda il certificato di vaccinazione, deve essere caricato sull’applicazione ArriveCAN almeno 72 ore prima della partenza. Il risultato del test deve essere caricato al massimo 72 ore prima della partenza. Inoltre, ogni viaggiatore deve essere in grado di esibire i documenti originali all’arrivo e durante il soggiorno in Canada (in forma digitale o cartacea). Coloro che presentano sintomi associati al Covid-19 non saranno autorizzati a salire a bordo dei voli diretti in Canada a meno che non venga fornita una dichiarazione di un medico che attesti che i sintomi non sono legati al Coronavirus. I viaggiatori di età superiore ai due anni devono indossare una mascherina durante il viaggio per ridurre il rischio di diffusione del Coronavirus.

Nonostante il Coronavirus, in molti casi è possibile recarsi in Canada senza problemiNonostante il coronavirus (Covid-19), in molti casi è possibile recarsi in Canada senza incontrare problemi.

Bambini sotto ai 12 anni

I bambini sotto i 12 anni non vaccinati contro il Covid-19 possono recarsi in Canada se in compagnia di un genitore, genitore adottivo, tutore o accompagnatore completamente vaccinato. Non occorre che si sottopongano a quarantena. Sopra ai 12 anni serve invece essere vaccinati contro il coronavirus Covid-19, come per gli adulti.

Attenzione: anche per i minorenni al seguito è necessario richiedere un’eTA Canada prima della partenza. I bambini che non sono stati completamente vaccinati non possono visitare luoghi affollati o luoghi dove si trovano persone vulnerabili, come ospedali, case di cura, scuole, campeggi, parchi di divertimento o stazioni della metropolitana, degli autobus e dei treni durante i primi 14 giorni dopo l’arrivo in Canada.

Viaggiatori non completamente vaccinati sopra i 12 anni

Gli adulti che non sono stati completamente vaccinati contro il coronavirus, che hanno ricevuto solo un vaccino Pfizer-BioNTech, Moderna o AstraZeneca (perché avevano già accumulato resistenza a causa di un’infezione da coronavirus) o che sono completamente vaccinati da meno di 14 giorni non possono ancora recarsi in Canada per una vacanza o un viaggio d’affari. In determinati casi vengono fatte eccezioni, ad esempio per partecipare ad un funerale o per fornire servizi essenziali urgenti. Per saperne di più, leggi la pagina sulle eccezioni per i viaggiatori non vaccinati.

Anche se non soddisfi ancora i requisiti relativi alla vaccinazione, puoi già richiedere un’eTA Canada. Il periodo di validità di 5 anni decorre immediatamente dopo il rilascio, permettendoti di usare l’eTA non appena soddisferai i requisiti.

Se ti rechi in Canada solo per uno scalo/transito

Un transito o uno scalo in Canada per continuare il viaggio verso un altro Paese è consentito anche se non si è stati vaccinati contro il coronavirus. Assicurati però di rispettare tutti i regolamenti relativi al coronavirus vigenti nel Paese della tua destinazione finale. Anche per uno scalo o un transito in Canada è necessaria un’eTA Canada. Durante il transito, il viaggiatore deve rimanere nel terminal internazionale dell’aeroporto e la durata massima del transito è di 24 ore. Il bagaglio deve essere registrato per la destinazione finale prima della partenza per il Canada. Pernottare durante un transito in Canada è autorizzato solo nell’hotel all’interno del terminal internazionale dell’aeroporto di Toronto Pearson (YYZ).

Dal Canada intendi continuare il tuo viaggio verso gli Stati Uniti d’America? Per molto tempo non è stato possibile a causa del divieto di ingresso imposto negli USA per contrastare il coronavirus. Ad oggi varcare il confine tra Canada e USA è di nuovo consentito, via terra o in aereo. Per ulteriori informazioni sulle misure ancora in vigore, puoi leggere la pagina relativa al coronavirus negli USA.

Misure aggiuntive prese dalle compagnie aeree

Oltre al divieto di ingresso del governo canadese, anche le compagnie aeree hanno introdotto restrizioni, a volte sono più rigorose o con scadenze diverse rispetto al divieto di ingresso stabilito dal governo del Canada. Verifica quali sono le misure della tua compagnia aerea, anche se sei in possesso di un Green Pass e un’eTA Canada.

Ritorno in Unione Europea

Al rientro in Italia dal Canada è necessario compilare un formulario digitale di localizzazione (digital Passenger Locator Form o dPLF). Inoltre, in tutti i Paesi europei è necessario presentare una certificazione Covid19, che attesta il completamento del ciclo vaccinale, la guarigione dal coronavirus attestata da uno Stato membro o il risultato di un test PCR (effettuato massimo 48 ore prima della partenza) o antigenico (massimo 24 ore prima della partenza). È possibile utilizzare la Certificazione Verde (Green Pass). Inoltre è fortemente raccomandato sottoporsi a un autotest 2-5 giorni dopo l’arrivo.

Esonero da responsabilità: il coronavirus/Covid-19 è un problema in rapida crescita e con conseguenze enormi. A causa della rapidità dei suoi sviluppi non è possibile garantire che le informazioni contenute in questa pagina siano sempre complete e aggiornate. Tuttavia, questa pagina sui viaggi con un’eTA Canada verrà regolarmente aggiornato durante e dopo la pandemia di coronavirus.