Notizia | | 07/07/2022 | Tempo di lettura: ±2 minuti

Da quando sono state riaperte le frontiere dopo la pandemia di Covid-19, l’Australia sta faticando a processare tutte le richieste di visto. In questo articolo scoprirai come questo ritardo potrebbe influire sulla tua domanda di visto Australia e la procedura da seguire per ottenere questa autorizzazione al viaggio.

Australia aperta a studenti, lavoratori migranti e turisti

La maggior parte dei Paesi ha riaperto le frontiere ai viaggiatori dopo che tutti i viaggi erano stati sospesi per due anni a causa del coronavirus. Anche l’Australia, dopo aver imposto un severo divieto di ingresso, ha riaperto le frontiere a turisti, ai lavoratori migranti e agli studenti. Secondo il Dipartimento per l’Immigrazione australiano, l’Australia è ora alle prese con un gran numero di richieste di visto. Attualmente il numero è talmente elevato che l’Australia si trova a dover gestire un notevole ritardo nell’elaborazione di tutte queste richieste di visto. Soprattutto gli studenti internazionali che necessitano di un visto per studenti (sottoclasse 500) e i lavoratori migranti provenienti, ad esempio, dalla Malesia che richiedono un visto regionale per lavoro qualificato (sottoclasse 491) hanno notato che i tempi di elaborazione della loro richiesta di visto sono molto più lunghi del solito. Possono essere necessari fino a 85 giorni per l’approvazione del visto per studenti e fino a 22 mesi per il visto per lavoro qualificato.

Skyline a Brisbane, QueenslandRichiedi in anticipo il tuo visto per l’Australia goditi le sue attrazioni senza pensieri.

Il nuovo governo entra in azione

Dopo le elezioni di maggio 2022, il nuovo governo ha quindi rapidamente elaborato un piano per risolvere questo ritardo causato dai tagli effettuati nel 2020 e nel 2021 per via della crisi sanitaria di Covid-19 e da un aumento vertiginoso delle richieste di visto registrato dopo la pandemia. Tra le altre cose, il governo sta cercando di concentrare le risorse, come i dipendenti pubblici e il denaro, laddove la pressione è più alta. Per ridurre i suddetti tempi di attesa relativi al visto per lavoro qualificato, ad esempio, servono più dipendenti pubblici e quindi più stipendi di quelli necessari per il visto per studenti.

Vacanze in Australia

Fortunatamente, finora i tempi di elaborazione dei visti turistici come l’ETA (sottoclasse 601) e l’eVisitor (sottoclasse 651) non sembrano aver risentito molto dell’elevato numero di richieste di visto. Tuttavia, è consigliabile richiedere il visto Australia con largo anticipo per evitare qualsiasi imprevisto. Per essere ben preparato, informati sui requisiti, sui costi e sui tempi di consegna dei vari visti, in modo da poter richiedere il visto in tempo e goderti appieno il paesaggio australiano e la sua straordinaria ricchezza culturale.