Notizia | | 18/11/2021 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Nonostante l’Australia abbia introdotto un divieto di ingresso per i cittadini stranieri, ci sono alcuni casi in cui recarsi nel Paese è ancora possibile. A due condizioni: servono una dichiarazione eccezionale e un visto Australia.

Chi può richiedere un’eccezione?

Al momento, la maggior parte dei cittadini stranieri non può recarsi in Australia a causa delle restrizioni. Solo in casi eccezionali è possibile ricevere una dichiarazione di esenzione (travel exemption) da parte del Dipartimento per l’Immigrazione australiano per fare il proprio ingresso nel Paese. Al momento possono recarsi in Australia senza un’autorizzazione eccezionale:

  • familiari diretti di cittadini e abitanti dell’Australia con un permesso di soggiorno a tempo indeterminato
  • cittadini della Nuova Zelanda residenti legalmente in Australia
  • familiari diretti di cittadini neozelandesi che di norma vivono in Australia
  • chi soggiorna almeno 14 giorni in Nuova Zelanda prima di entrare in Australia
  • chi transita in Australia per non più di 72 ore.

Ci sono anche altre categorie (come i diplomatici) che possono recarsi in Australia senza richiedere un’eccezione, ma la maggior parte dei viaggiatori è tenuta a farlo. Il 1 novembre 2021 il governo australiano ha annunciato che anche ai genitori di cittadini australiani sarebbe stato concesso l’ingresso al Paese. Tuttavia, devono richiedere un’autorizzazione eccezionale.

Obbligatorio anche il visto Australia

Un’autorizzazione eccezionale non basta per entrare in Australia. Richiedere un visto Australia è comunque obbligatorio. Il visto Australia eVisitor (subclass 651) è l’opzione più economica per i viaggiatori europei. Al momento, le richieste di visto per l’Australia vengono messe in attesa fino all’avvenuto pagamento, ovvero fino a quando l’Australia non avrà aperto i confini ai turisti, secondo le previsioni nei primi mesi del 2022. Tuttavia, in presenza di un’autorizzazione eccezionale già approvata, la richiesta può essere elaborata in anticipo per poter partire per l’Australia.

Richiedo prima un visto o un’autorizzazione eccezionale?

Per molti viaggiatori non è chiaro se devono richiedere prima un visto Australia e poi un’eccezione o viceversa. Per quanto giri voce che non si possa richiedere il visto senza eccezione, in realtà non è così. Si può sia richiedere prima un visto e poi un’autorizzazione eccezionale, che viceversa.

Richiedendo un visto per prima, dovrai segnalare nel modulo di richiesta per l’autorizzazione eccezionale che hai già presentato una domanda di visto, comunicando la tipologia scelta e il numero della domanda. Così facendo, il Dipartimento per l’Immigrazione australiano potrà associare la tua autorizzazione eccezionale alla richiesta di visto, per velocizzarne l’approvazione.

La richiesta di un’autorizzazione speciale può essere presentata anche senza un visto, ma è possibile che se ne rallenti l’approvazione.

Richiedere un’eccezione

Per richiedere un’eccezione occorre seguire i seguenti passi.

  • Apri questo modulo
  • Crea un account cliccando su “create an account”. Riceverai una mail di conferma con un link per attivare l’account.
  • Sulla prima pagina, clicca su “Submit new request”
  • Alla domanda relativa sull’avvenuta richiesta del visto rispondi affermativamente e alla domanda sul tipo di visto compila con “eVisitor (Subclass 651)”
  • Quando ti viene richiesto di inserire il numero della richiesta (detto anche numero TRN), se hai richiesto il visto su questo sito web, potrai consultare il numero sulla pagina personale dello stato della tua richiesta su questo sito. Il link per questa pagina si trova nella mail di conferma che hai ricevuto dopo il pagamento.

La richiesta di un’autorizzazione eccezionale viene approvata in media entro 7 giorni. Dopo l’approvazione occorrono in genere alcuni giorni, massimo una settimana, affinché anche la richiesta di visto venga confermata. I tempi di consegna, però, sono tempi medi. Pertanto, è bene richiedere un’eccezione e un visto per l’Australia il prima possibile per evitare inconvenienti.