Notizia | | 11/01/2023 | Tempo di lettura: ±4 minuti

Martedì 3 gennaio 2023 il governo Biden ha annunciato un aumento dei costi legati alla richiesta di vari tipi di visti dʼimmigrazione. Non è previsto alcun aumento per quanto riguarda la richiesta dei visti non-immigranti, il che significa che il prezzo della richiesta di un ESTA rimarrà lo stesso.

Il motivo dellʼaumento dei prezzi

Il principale motivo dellʼaumento dei costi delle richieste è il grosso rincaro dei costi di elaborazione registrato dallʼU.S. Citizenship and Immigration Services (USCIS) negli ultimi anni. Il rincaro è dovuto allʼincremento delle richieste di visto e la carenza di personale USCIS, con conseguenti tempi di elaborazione più lunghi. Se a questo si aggiungono i tagli al bilancio, ne va che lʼUSCIS, mantenendo lʼattuale modello di spesa, non è in grado di garantire la stessa qualità del servizio senza che questo abbia un impatto duraturo sulle operazioni esecutive, tra cui il rilascio tempestivo dei visti. Lʼaumento dei costi delle richieste è volto anche a finanziare lʼelaborazione dellʼelevato numero di richieste di asilo al confine tra Stati Uniti e Messico. Inoltre, in questo modo si spera che lʼUSCIS possa continuare a operare allo stesso livello di prima.

Entrata in vigore dellʼaumento?

Lʼaumento dei prezzi proposto è stata comunicato da poco e non è ancora entrato in vigore, in quanto lʼUSCIS deve attenersi a una procedura specifica ai sensi dellʼAdministrative Procedures Act prima di poter apportare modifiche significative. Di conseguenza, la proposta relativa alla misura finale deve prima essere pubblicata, come è successo infatti il 4 gennaio 2023. Segue un periodo di 60 giorni in cui il pubblico può esprimere un parere sulla misura proposta. Successivamente, lʼUSCIS può decidere di modificare o ritirare la proposta. Entro 30 giorni dalla fine del periodo di riflessione, deve essere pubblicata la proposta finale ed entrano in vigore le norme da essa previste. Lʼattuale proposta prevede una serie di aumenti significativi nei costi per le richieste di vari visti di lavoro.

Nuove norme

La proposta preliminare prevede le seguenti modifiche:

  • Inclusione dei costi per il rilevamento dei dati biometrici nel costo totale. In questo modo si elimina una spesa a parte.
  • Costi specifici per le richieste di tutti i visti non-immigranti inclusi nel modulo (Petition for Nonimmigrant Workers).
  • Una modifica dei tempi di elaborazione delle richieste di visto da 15 giorni di calendario a 15 giorni lavorativi.
  • Addebito di tariffe più basse per lʼelaborazione di alcuni moduli di richiesta presentati online.

La proposta preliminare non menziona alcuna modifica dei requisiti per lʼesenzione dalle spese per il rilascio dei visti. Grazie alle entrate che le modifiche previste da questa proposta dovrebbero generare, lʼUSCIS conta di poter assumere più dipendenti per lʼelaborazione delle richieste di visto, oltre che implementare innovazioni di natura tecnica e fornire un servizio migliore ai richiedenti.

Conseguenze

Se le modifiche proposte entreranno in vigore, il costo di alcuni tipi di visti dʼimmigrazione aumenterà in modo significativo. Ad esempio, il prezzo della richiesta di un visto H-1B per lavoratori altamente qualificati aumenterà del 70%, arrivando a oltre 780 USD. Inoltre, i richiedenti di questo tipo di visto dovranno pagare tasse di pre-registrazione più alte, pari a 215 USD, invece di 10 USD. Dopo lʼintroduzione della proposta, gli sponsor dei lavoratori temporanei possono aspettarsi un rincaro di oltre 1000 USD a lavoratore.

Inoltre, la proposta preliminare prevede un aumento dei costi legati alla richiesta di una green card. Si tratta di un aumento dei costi che i cittadini e i residenti permanenti americani devono pagare per sponsorizzare un familiare che vuole trasferirsi stabilmente negli USA. Devono aspettarsi un aumento del 33%, il che porta il totale a 710 USD. I cittadini o i residenti permanenti statunitensi che vogliono ricongiungersi con il proprio partner negli USA subiranno un rincaro del 35% fino a un totale di 720 USD. La spesa che gli immigrati già residenti negli Stati Uniti dʼAmerica sosterranno per richiedere la green card aumenterà del 35% fino a 1540 USD. Infine, il costo della richiesta della cittadinanza USA aumenterà del 19%, ovvero 120 USD. Per il momento, la richiesta di asilo negli Stati Uniti resterà gratuita.

Richieste ESTA non interessate dallʼaumento

Al momento, il costo dei visti non-immigranti, tra cui lʼESTA, non subirà rincari. I viaggiatori provenienti dai Paesi che partecipano al Visa Waiver Program degli USA non dovranno quindi sostenere spese aggiuntive per la richiesta di questa autorizzazione di viaggio per gli Stati Uniti. Il costo di un ESTA richiesto facilmente online su Visti.it è di 49,95 €. Il costo totale consiste in 21 USD di tariffe consolari e il resto rappresenta i costi di servizio, che al tasso di cambio attuale ammontano a 30,26 €. Una volta concesso, lʼESTA vale due anni.

Attenzione: questo articolo concernente l’ESTA per gli USA è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti l’ESTA per gli USA.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali l’ESTA per gli USA. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un ESTA anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (21 USD per ESTA, tramite esta.cbp.dhs.gov). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta e tutti i documenti da te forniti prima di inoltrare tutto al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 21 USD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 30,26 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di ESTA USA per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.