Notizia | | 31/01/2022 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Anche quando si è ben preparati, può sempre succedere si fare un errore nel modulo di richiesta dell’eTA Canada. Non per forza, però, la richiesta perde validità. Scopri leggendo qui se e quando presentare una nuova richiesta nel caso in cui tu abbia commesso un errore nella richiesta dell’eTA.

Regola d’oro: dati del passaporto corretti al 100%

Proprio come accade richiedendo altri tipi di visto e autorizzazione di visto, anche nel caso di un’eTA Canada è molto importante che i dati del passaporto siano riportati correttamente. Nel caso di un errore nella compilazione dei dati del passaporto serve quasi sicuramente presentare una nuova richiesta. L’eTA, infatti, è associata elettronicamente ai dati del passaporto nel modulo. Anche se l’eTA viene approvata, non sarà possibile recarsi in Canada, perché occorre esibire all’aeroporto sia l’eTA che il passaporto e se non coincidono non potrai imbarcarti sul volo per il Canada.

Ecco alcuni esempi di errori molto comuni nei dati del passaporto:

  • il nome per esteso non è presente sull’eTA. Chi ha più di un nome (e i cui nomi si trovano anche nella zona a lettura ottica del passaporto in basso), deve inserirli tutti;
  • il sesso sull’eTA è sbagliato;
  • il Paese di nascita sull’eTA è sbagliato;
  • il numero di passaporto, la data di nascita e la data di scadenza del passaporto sull’eTA sono sbagliati.

In tutti i casi sopracitati l’eTA Canada perde validità. Una volta che la richiesta è presentata, non è possibile apportare cambiamenti o correzioni. L’unica possibilità è presentare una nuova domanda con i dati corretti.

Eccezione: i caratteri speciali

Può succedere di pensare che il nome sia scritto in maniera errata sull’eTA, ma che non sia così. Spesso lo si deve alla presenza di caratteri speciali nel proprio nome, molti dei quali, come ü, ä, ö o ç, non sono accettati dal sistema del Dipartimento per l’Immigrazione canadese. I caratteri vengono convertiti automaticamente nella dicitura presente nella zona a lettura ottica in basso sul passaporto. Se il nome coincide con quello sull’eTA per il Canada, allora l’autorizzazione di viaggio è valida.

Quando non serve una nuova richiesta?

Ci sono però casi in cui un errore non genera nessun inconveniente. Nel modulo eTA Canada vengono poste numerose domande sul viaggio in Canada e sulla vita del viaggiatore. Ovviamente è importante rispondere nel modo più corretto possibile a tali domande, ma non serve che le informazioni fornite siano corrette al 100%. Ecco alcuni esempi di informazioni scorrette sull’eTA per le quali non occorre presentare una nuova domanda:

  • la data di arrivo in Canada è cambiata. Importante: un’eTA vale cinque anni;
  • in caso di trasferimento, ma all’interno dello stesso Paese;
  • se si ha cambiato datore di lavoro o ente di formazione.

eTA senza errori, ma comunque rifiutato?

Può accadere il modulo dell’eTA Canada sia compilato correttamente, ma che l’eTA venga comunque rifiutato. È difficile risalire alla ragione esatta, perché il Dipartimento del’Immigrazione canadese non motiva mai il respingimento di una richiesta. Se tutti i dati del passaporto erano effettivamente inseriti in maniera corretta, non ha senso presentare una nuova domanda, che molto probabilmente verrebbe respinta. L’unico modo per recarsi in Canada, è richiedendo un visto Canada. La procedura di richiesta è più lunga e costosa della richiesta di un’eTA.