Notizia | | 17/06/2022 | Tempo di lettura: ±2 minuti

Gli Stati Uniti sono fortemente in ritardo nella riforma delle condizioni per il visto H-1B, il visto per i lavoratori migranti qualificati. Le condizioni non vengono modificate da oltre 20 anni, anche se il Paese ne ha un disperato bisogno.

Il visto H-1B: un’aggiunta preziosa al sistema di immigrazione degli Stati Uniti

Il programma di visti H-1B costituisce una parte importante del sistema di immigrazione degli Stati Uniti fin dal 1990. Tuttavia, il suo funzionamento e la sua attuazione sono rimasti indietro di diversi decenni, mentre il Paese è alla disperata ricerca di lavoratori immigrati. È proprio l’immigrazione di lavoratori altamente qualificati che stimola la crescita dell’economia e delle imprese americane.

Il visto H-1B è un visto per non immigrati che consente alle aziende di assumere lavoratori stranieri per occupazioni specializzate che richiedono esperienza tecnica o teorica. Il visto H-1B è il visto di lavoro più richiesto dai professionisti stranieri. Le aziende del settore tecnologico, in particolare, dipendono da questo visto per poter assumere ogni anno migliaia di lavoratori provenienti, ad esempio, dalla Cina o dall’India.

Pochi visti di lavoro disponibili per i lavoratori stranieri

Negli ultimi 20 anni, non sono stati resi disponibili altri visti di lavoro per i migranti lavoratori. Tra il 2005 e il 2022, il numero si è stabilizzato intorno agli 85.000. Questo rende difficile la ricerca di personale nuovo e qualificato da parte delle aziende americane. Mia Love, ex deputata repubblicana, ha sottolineato questo aspetto affermando che la carenza di manodopera è la causa dell’attuale inflazione record nel Paese.

Ha aggiunto che l’economia statunitense non è composta solo da fisici, ingegneri ed esperti di intelligenza artificiale, ma anche da agricoltori, commercianti di bestiame e rivenditori che si assicurano che gli scaffali dei negozi siano pieni. La carenza di manodopera che esiste in questi settori contribuisce a far lievitare i prezzi dell’assistenza sanitaria, del cibo e di altre necessità di base. Contribuendo a creare posti di lavoro proprio in questi settori, si frenerà l’inflazione e si promuoverà la crescita economica.

Visto H-1B o ESTA?

Se non intendi lavorare negli Stati Uniti, dovrai richiedere un ESTA. L’ESTA è un’autorizzazione di viaggio elettronica che ti permette di recarti negli Stati Uniti senza visto. Il vantaggio dell’ESTA sta nel fatto che i costi sono molto più bassi rispetto a quelli di un visto. L’ESTA viene solitamente concesso entro 3 giorni e, in caso di richiesta urgente, anche entro 60 minuti. L’ESTA è valido per due anni dalla data di rilascio e ti permette di soggiornare negli Stati Uniti per un massimo di 90 giorni consecutivi.