Notizia | | 29/10/2018 | Tempo di lettura: ±5 minuti

Una donna olandese è stata incarcerata per una settimana in una prigione negli Stati Uniti d’America a causa di un errore amministrativo relativo al suo visto. La donna (35 anni) è rimasta sconvolta quando una settimana scorsa il Dipartimento per l’Immigrazione americano l’ha arrestata e rinchiusa dopo una visita nel vicino Messico.

La donna è stata arrestata perché secondo il Dipartimento per l’Immigrazione statunitense aveva un visto invalido. Il Dipartimento per l’Immigrazione ha dato come motivo dell’arresto il fatto che il visto della donna non era in regola. A causa delle rigide regole del governo Trump, la viaggiatrice è stata arrestata.

Problemi con l’ESTA USA portano all’arresto

Un errore amministrativo ha portato all’arresto della donna. La donna è ora tornata nei Paesi Bassi, ma si dice che l’arresto abbia avuto un notevole impatto su di lei. La donna è stata ammanettata venerdì 28 settembre mentre attraversava il confine nella città messicana di Tijuana, a sud di San Diego.

Il Dipartimento per l’Immigrazione degli Stati Uniti ha dichiarato che la donna aveva attraversato il confine illegalmente, motivo per cui è stata trattenuta al valico di frontiera di San Ysidro. San Ysidro è conosciuto come uno dei valichi di frontiera più severi degli USA. A causa di un errore, il visto della donna è stato dichiarato invalido. Secondo i suoi familiari, la donna è stata poi rinchiusa con altre undici donne in una sola cella.

Visto o ESTA USA

La viaggiatrice è stata rilasciata dopo una settimana. Poiché la donna aveva vissuto negli Stati Uniti per molto tempo, la sua famiglia, dopo essere stata informata dal Ministero degli Affari Esteri olandese che non poteva intervenire nella politica americana, ha contattato la rete di amici della donna negli Stati Uniti. Un ex commissario li ha confermati che potrebbero volerci 6-8 settimane prima che la viaggiatrice venga rilasciata. Grazie alla pressione della sua rete di amici, la viaggiatrice è stata finalmente rilasciata, dopodiché si è imbarcata su un aereo per l’Islanda ed è tornata nei Paesi Bassi.

Secondo la famiglia della donna, lei non ha commesso nessun errore e la colpa è del Dipartimento per l’Immigrazione degli Stati Uniti d’America. All’inizio di quest’anno, le autorità doganali degli USA avevano messo una croce sul suo visto da studente, in seguito alla quale la donna è stata rimossa dal sistema. La donna è quindi stata erroneamente detenuta a causa di un errore del Dipartimento per l’Immigrazione.

Sotto il governo Trump, il confine con il Messico è strettamente controllato per combattere, tra l’altro, il traffico di droga e di esseri umani. Di conseguenza, ci sono centinaia di migranti in prigione. Il Ministero degli Affari Esteri olandese ha dichiarato che la viaggiatrice è stata trattenuta a causa di un errore amministrativo della dogana. A causa di questo errore, la viaggiatrice si trovava negli Stati Uniti d’America illegalmente senza saperlo.

Il Ministero degli Affari Esteri olandese si rammarica che la donna sia stata scambiata per una viaggiatrice illegale, ma indica anche che è relativamente comune che i viaggiatori incontrino problemi relativi al visto all’estero. Ogni Paese tratta i viaggiatori illegali in modo diverso, e può anche succedere che qualcuno venga arrestato, anche ingiustamente. Pertanto, prima di recarsi negli Stati Uniti d’America, è molto importante controllare di quale tipo di visto si ha bisogno. Se si richiede un ESTA USA, è inoltre molto importante controllare che tutte le informazioni riportate sull’ESTA siano corrette.

Il Ministero degli Affari Esteri raccomanda vivamente ai viaggiatori che si recano all’estero di controllare con largo anticipo rispetto alla partenza di quale visto hanno bisogno e di tenere d’occhio i consigli di viaggio.

Richiedere un ESTA USA

La maggior parte dei viaggiatori richiede l’ESTA USA senza problemi. Tutti i viaggiatori provenienti da un Paese che aderisce al Visa Waiver Program ("programma Viaggio senza Visto") degli USA, tra cui l’Italia, devono richiedere un ESTA USA (o un visto). Ogni viaggiatore che si reca negli USA deve essere in possesso del proprio ESTA (o visto) e passaporto. Questo obbligo si applica anche ai minori. L’ESTA non viene concessa immediatamente. Pertanto, è importante presentare la richiesta in tempo.

La richiesta di un ESTA o visto USA è obbligatoria. Il passaporto e il visto o ESTA USA vengono già richiesti al momento dell’imbarco sul volo per gli USA. Le compagnie aeree non sono autorizzate a trasportare passeggeri sprovvisti di un visto o ESTA in corso di validità.

Anche le persone che si recano negli USA solo per effettuare un transito/scalo verso un’altra destinazione finale devono essere in possesso di un ESTA o visto valido, dal momento che entrano nel territorio degli Stati Uniti d’America.

L’ESTA USA è un’autorizzazione di viaggio elettronica con cui il governo statunitense autorizza il viaggiatore a entrare negli USA. Un ESTA non è la stessa cosa di un visto, dal momento che è solo un’autorizzazione di viaggio. Una volta concesso, il fatto che il viaggiatore ha un ESTA valido viene immediatamente condiviso con la compagnia aerea e la dogana degli Stati Uniti. Un ESTA approvato è valido fino a due anni dalla sua concessione, o fino alla scadenza del passaporto con cui è stato richiesto. L’ESTA USA può essere richiesto in pochi minuti e ha un costo di 29,95 € a persona. Il pagamento può essere effettuato in modo semplice con Visa, Mastercard, Nexi, American Express, Postepay o PayPal.

Richiedere un ESTA USA con urgenza

Chi deve partire per gli Stati Uniti d’America con breve preavviso e sta facendo domanda per l’ESTA USA troppo tardi, può usufruire di una procedura urgente. Per farlo, si può utilizzare il normale modulo di richiesta ESTA e spuntare l’opzione "Consegna urgente". Per una richiesta urgente viene addebitato un piccolo supplemento. Dopo il pagamento, la domanda verrà elaborata il più rapidamente possibile e l’ESTA USA viene di solito concesso e inviato per e-mail entro un’ora.

Non è necessario stampare la conferma del rilascio dell’ESTA, perché viene direttamente condiviso con la tua compagnia aerea e con il Dipartimento per l’Immigrazione statunitense che la tua richiesta ESTA è stata approvata. Per evitare sorprese spiacevoli, il Ministero degli Affari Esteri raccomanda di verificare con largo anticipo rispetto alla partenza quale visto è necessario per il tuo viaggio.

Attenzione: questo articolo concernente l’ESTA per gli USA è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti l’ESTA per gli USA.