Notizia | | 17/10/2023 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Dal 30 novembre 2023 i viaggiatori con passaporto israeliano potranno recarsi negli Stati Uniti senza visto. Nonostante le difficoltà nel raggiungere un accordo di reciprocità, gli Stati Uniti hanno deciso di permettere a Israele di aderire al programma di esenzione dal visto (Visa Waiver Program). Tuttavia, per viaggiare negli USA gli israeliani dovranno comunque richiedere l’ESTA.

Adesione al Visa Waiver Program (programma di esenzione dal visto)

L’ammissione di Israele è una diretta conseguenza degli sforzi compiuti dal Paese per essere ammesso al programma ESTA americano. Un requisito importante per l’ammissione al Visa Waiver Program (VWP) è l’esenzione reciproca dal visto, quindi anche i viaggiatori statunitensi dovrebbero essere in grado di recarsi senza visto nei Paesi aderenti. Tuttavia, in precedenza, i viaggiatori con passaporto statunitense e (soprattutto) di origine palestinese spesso non potevano viaggiare verso o attraverso Israele.

In precedenza, dunque, Israele non soddisfaceva questo requisito. Tuttavia, dopo un progetto pilota al confine israeliano, il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti si è convinto che questa condizione venga soddisfatta. Dallo scorso luglio, decine di migliaia di viaggiatori statunitensi, anche di origine palestinese, sono stati autorizzati a entrare in Israele senza visto. Tuttavia, gli americani che intendono viaggiare via terra verso la Cisgiordania devono arrivare in Israele in un aeroporto da cui è consentito proseguire il viaggio via terra.

Anche le questioni diplomatiche giocano un ruolo chiave

Dietro le quinte, l’ammissione di Israele al VWP è anche frutto di alcune questioni diplomatiche relative alla sicurezza e alla cooperazione internazionale in Medio Oriente. È questo uno dei motivi per i quali l’accordo raggiunto ha suscitato controversie, non solo negli Stati Uniti e in Israele.

Cosa significa l’adesione per gli israeliani?

L’ammissione di Israele al VWP significa che i viaggiatori israeliani in possesso di un passaporto biometrico valido potranno recarsi negli Stati Uniti senza visto. Tuttavia, questi viaggiatori dovranno richiedere un’altra autorizzazione di viaggio, ovvero l’ESTA USA. Per richiederlo, i viaggiatori devono soddisfare determinati requisiti. L’ESTA permette di recarsi negli Stati Uniti per diverse finalità, ad esempio per una vacanza, per affari o per un transito. Questo permesso è valido per un totale di due anni e consente di soggiornare più volte negli Stati Uniti durante questo periodo. Ciascun soggiorno può durare fino a 90 giorni.

A differenza del visto USA, l’ESTA può essere richiesto online in modo semplice. Non è necessario quindi fissare un appuntamento presso il consolato o l’ambasciata americana. Tuttavia, la richiesta del visto USA (quando si viaggia da Israele) deve essere presentata in loco, e il volume delle richieste è massiccio. Di conseguenza, sono necessari diversi mesi per ottenere un visto.

Richiedere l’ESTA con passaporto biometrico

Solo chi è in possesso di un passaporto biometrico può richiedere l’ESTA. Il passaporto biometrico include un chip contenente informazioni sul titolare, come la foto e le generalità. I viaggiatori israeliani muniti di un passaporto biometrico e che soddisfano i requisiti possono richiedere l’ESTA online a partire dal 30 novembre.

I viaggiatori israeliani senza passaporto biometrico potranno comunque richiedere un visto, più costoso e difficile da richiedere dell’ESTA, a partire dal 30 novembre. Si prevede una corsa alla richiesta del passaporto biometrico in Israele, che sta già riscontrando problemi di disponibilità. Per questo motivo, non tutti i viaggiatori riusciranno a ottenere un passaporto biometrico entro il 30 novembre. Per recarsi negli Stati Uniti dovranno necessariamente richiedere un visto.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali l’ESTA per gli USA. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un ESTA anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (21 USD per ESTA, tramite esta.cbp.dhs.gov). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta e tutti i documenti da te forniti prima di inoltrare tutto al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 21 USD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 30,26 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di ESTA USA per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.