Notizia | | 12/01/2024 | Tempo di lettura: ±5 minuti

Nella primavera del 2023, il Canada ha ricevuto circa 865.000 richieste di visto per studenti. Quasi la metà di queste richieste sono state rifiutate, nonostante gli studenti fossero stati ammessi a un college o un’università. Per questo motivo, sia gli istituti che il Dipartimento per l’Immigrazione sono stati criticati. Il governo canadese ha deciso di inasprire i requisiti per richiedere un visto per studenti.

Crescita repentina della quantità di studenti internazionali

Nel 2023, il Canada contava circa 900.000 studenti internazionali, ovvero il triplo rispetto al 2013. Ciascuno di essi è entrato nel Paese con un visto per studenti. Questa crescita è dovuta a fattori economici e politici, assieme all’alta qualità dell’istruzione in Canda. Tra le altre cose, infatti, la popolarità di cui il Canada gode tra gli studenti internazionali è dovuta al fatto che le tasse universitarie sono in media più basse rispetto, ad esempio, agli Stati Uniti. Inoltre, gli studenti internazionali in Canada hanno la possibilità di combinare studio e lavoro. Tuttavia, pare che ci siano diversi casi di studenti che abusano di questa possibilità. I media canadesi parlano da tempo di persone che si recano in Canada con un visto di studio per poi lasciare gli studi e lavorare a tempo pieno.

Il ruolo degli istituti canadesi

Gli istituti canadesi sono incentivati dal governo ad ammettere studenti internazionali. Il Canada, infatti, adotta da tempo una politica che mira ad attirare migranti altamente qualificati. Inoltre, gli istituti scolastici canadesi sono autorizzati a imporre tasse più elevate agli studenti internazionali. Nel corso del tempo, si è sviluppato un sistema in cui delle aziende estere reclutano studenti per le università e i college canadesi. Poiché queste aziende spesso percepiscono commissioni che variano in base al numero di iscrizioni, il loro scopo è quello di organizzarne il maggior numero possibile. Tuttavia, a volte capita che agli studenti non vengano spiegati (bene) i requisiti per richiedere un visto di studio.

Molte richieste di visto sono state respinte

La crescente richiesta di visti per studenti ha aumentato il carico di lavoro per le ambasciate canadesi e per il Dipartimento per l’Immigrazione. Inoltre, queste autorità hanno recentemente affermato che la qualità delle richieste di visto per studenti è ai minimi storici. Non sorprende, quindi, che circa il 46% di tutte le richieste presentate nella primavera del 2023 siano state respinte. Si tratta di richieste presentate da persone che erano già state ammesse a un programma di studio in Canada. Il Dipartimento per l’Immigrazione afferma che le richieste sono state respinte per diversi motivi, ma che sono state soprattutto le condizioni finanziare a causare problemi. Ad esempio, pare che molti candidati non abbiano dimostrato d possedere le risorse finanziarie sufficienti per pagare gli studi e il soggiorno.

Critiche al Dipartimento per l’Immigrazione

Una percentuale sorprendentemente alta di richieste di visto respinte proviene da Paesi dell’Africa e del Medio Oriente. Oltre il 60% di tutte le richieste di visto presentate da studenti provenienti dai Paesi africani sono state respinte. La percentuale di richieste respinte da candidati provenienti da alcuni Paesi del Medio Oriente, come Afghanistan, Siria e Iraq, è ancora più alta. Al contrario, quasi tutte le domande provenienti da Paesi occidentali e da Paesi come Giappone e Cina sono state approvate.

Il Dipartimento per l’Immigrazione canadese viene da tempo criticato per la presunta discriminazione nel processo di selezione. Un’indagine effettuata nel 2022 sembra dare fondamento a quest’accusa. Secondo quest’indagine, infatti, il Dipartimento per l’Immigrazione considera inaffidabili i richiedenti provenienti da determinati Paesi, in particolare quelli africani. Il Dipartimento per l’Immigrazione afferma che tutte le richieste di visto vengono valutate in modo obiettivo, ma dichiara anche di prendere seriamente le accuse e di lavorare duramente per eliminare dall’organizzazione qualunque forma di razzismo e discriminazione.

Critiche agli istituti

Dalla fine del 2023, anche le università e i college sono stati oggetto di critiche. I politici, infatti, accusano il settore dell’istruzione di cercare di attirare il maggior numero possibile di studenti internazionali, senza verificarne prima l’idoneità. Pare, quindi, che gli studenti non siano sufficientemente informati in merito alle condizioni da soddisfare per richiedere un visto studenti. Secondo i politici, gli istituti dovrebbero quindi assumersi maggiori responsabilità in questo senso, anche per garantire la qualità dell’istruzione. Il problema sarebbe particolarmente rilevante nelle università di scienze applicate, che hanno vissuto una rapida internazionalizzazione negli ultimi anni.

Inasprimento dei requisiti del visto per studenti

In seguito alla discussione in merito alle richieste di visto per studenti rifiutate, il governo canadese ha deciso di inasprire i requisiti da soddisfare per richiedere tale visto. Dal 1° gennaio 2024 i richiedenti devono dimostrare di disporre di almeno 20.635 dollari canadesi (circa 14.000 EUR) sul proprio conto bancario, con i quali potranno mantenersi. Inoltre, i richiedenti dovranno disporre della somma necessaria a sostenere il costo del viaggio in Canada e dell’importo da versare per le tasse universitarie. Prima del 1° gennaio 2024, l’importo minimo da possedere era di 10.000 CAD. Dal 1° maggio 2024, il numero consentito di ore in cui i titolari di visto per studenti possono lavorare fuori dal campus sarà nuovamente limitato a un massimo di 20 ore settimanali. Questo limite massimo era stato temporaneamente revocato durante la pandemia, e finora non è stato ripristinato. Probabilmente, a causa di questi cambiamenti, sarà più difficile per gli studenti internazionali finanziare i propri studi in Canada.

Studiare con un’eTA

I cittadini europei che vogliono intraprendere un programma di studi o di scambio studentesco in Canada per un massimo di 6 mesi non devono richiedere un visto per studenti. In questo caso, infatti, spesso è sufficiente un’eTA Canada. Per richiedere l’eTA non è necessario soddisfare requisiti finanziari specifici, ma all’arrivo potrebbe essere comunque necessario dimostrare di possedere le risorse necessarie a finanziare il proprio soggiorno in Canada. Inoltre, per richiedere l’eTA Canada è necessario soddisfare altri requisiti.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali l’eTA per il Canada. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere unʼeTA anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (7 CAD per eTA, tramite onlineservices-servicesenligne.cic.gc.ca). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta prima di inoltrarla al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 7 CAD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 25,18 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di eTA Canada per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.