Notizia | | 19/07/2022 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Il programma europeo di esenzione dal visto, European Travel Information and Athorisation System (ETIAS) sarà attivato tra meno di un anno per i viaggiatori provenienti da 50 diversi Paesi al di fuori dell’UE. Questo sistema può essere paragonato al già noto sistema canadese eTA. Questo articolo confronta i diversi programmi di esenzione di visto e spiega perché è opportuno richiedere un’autorizzazione di viaggio digitale, come l’eTA Canada.

Ingresso senza visto

L’idea alla base dei vari programmi di autorizzazione di viaggio elettronica (electronic Travel Authorisation, ETA) o di esenzione dal visto (Visa Waiver Programs, VWP) è che i viaggiatori provenienti da Paesi che intrattengono buone relazioni diplomatiche con il Paese di destinazione non debbano richiedere un visto se il loro soggiorno ha una durata limitata. È necessario richiedere un’autorizzazione di viaggio (digitale), in modo che il paese di destinazione sappia chi sta entrando e uscendo e lo scopo del loro viaggio.

Si tratta quindi solo di un’autorizzazione scritta per recarsi in un determinato Paese. Il controllo di frontiera può quindi stabilire all’arrivo se un individuo può effettivamente entrare o meno nel Paese. In questo modo si risparmiano costi amministrativi e tempo, poiché il richiedente non deve recarsi presso un consolato o un’ambasciata per richiedere un visto cartaceo per un breve soggiorno. Alcuni Paesi, come il Canada, l’Australia, gli Stati Uniti e la Nuova Zelanda, hanno già preceduto l’Europa introducendo un VWP.

Storia dell’autorizzazione di viaggio elettronica (ETA)

La prima autorizzazione di viaggio elettronica è stata introdotta dall’Australia nel 2001. Tuttavia, questo ETA era disponibile solo per i viaggiatori provenienti da Singapore e dagli Stati Uniti. Sempre più Paesi, però, ne hanno compreso i vantaggi e hanno iniziato a lavorare al proprio sistema. L’Australia ha introdotto l’attuale ETA nel 2013. Il Canada ha introdotto l’autorizzazione di viaggio elettronica nel 2016.

L’attuale programma ESTA di esenzione dal visto è in vigore dal 2008, in seguito all’attuazione del piano della Commissione Nazionale sugli Attacchi Terroristici agli Stati Uniti del 2007. Il provvedimento rientra quindi nella politica di ingresso più severa che gli Stati Uniti hanno messo in atto dopo gli attacchi terroristici del 2001. L’ESTA sembra essere il primo sistema pienamente funzionante per un ampio numero di nazionalità. Attualmente possono richiedere l’ESTA i viaggiatori di 40 Paesi, tra cui l’Italia e molti altri Paesi europei.

Con il futuro programma di esenzione dal visto ETIAS, i viaggiatori di 58 Paesi potranno richiedere l’autorizzazione di viaggio digitale. Questi includono i Paesi confinanti con l’UE e l’area Schengen. Lo scopo principale dell’ETIAS è quello di ovviare alla mancanza di informazioni che è stata rilevata soprattutto alle frontiere esterne dell’area Schengen. Le autorità di frontiera non disponevano di informazioni sufficienti sui viaggiatori che non avevano bisogno di un visto per attraversare il confine con l’area Schengen. L’ETIAS è quindi destinato principalmente ai viaggiatori con nazionalità per le quali il visto non è già necessario.

Passaporto e visto CanadaLeggi attentamente le informazioni e richiedi il visto per il Canada con largo anticipo.

L’impatto della BREXIT sui viaggi internazionali

A causa della BREXIT, anche i viaggiatori dal Regno Unito diretti verso l’UE dovranno richiedere un’autorizzazione di viaggio a partire dal 2023. Questo varrà anche per i viaggiatori in viaggio dall’UE verso il Regno Unito. Anche il Regno Unito sta sviluppando un proprio VWP (UKETA) per il quale saranno ammissibili più di 67 nazionalità, compresi tutti i residenti dell’UE.

Richiedere un’eTA online

Stai pianificando un viaggio di lavoro o una vacanza in Canada? Presenta la tua richiesta online per ottenere l’eTA Canada. I requisiti e la validità dell’eTA Canada saranno probabilmente molto simili a quelli dei previsti ETIAS e UKETA. In futuro, è probabile che sempre più Paesi introdurranno un sistema di visti online o VWP. La maggior parte delle procedure di richiesta si assomiglia molto, quindi potrai familiarizzare rapidamente con la richiesta di eTA o di altre autorizzazioni di viaggio.