Notizia | | 02/07/2021 | Tempo di lettura: ±4 minuti

Prima di recarsi in Sri Lanka, è necessario fare alcuni preparativi. In questo articolo si trovano maggiori informazioni su come richiedere l’ETA Sri Lanka e sugli altri documenti ed elementi essenziali per rendere una visita in Sri Lanka un successo.

Prima di tutto è necessario richiedere un’ETA Sri Lanka

Oltre a prenotare un volo e un alloggio, per viaggiare in Sri Lanka è necessario richiedere un visto. La richiesta dell’ETA Sri Lanka è molto semplice e può essere presentata interamente online. Dopo aver compilato il modulo di richiesta digitale, devi solo pagare il costo di 44,95 € a persona (nel caso di un viaggio d’affari si applica un supplemento di 10,00 €) e aspettare di ricevere l’e-mail di conferma che indica che la richiesta è stata approvata. In media l’ETA Sri Lanka viene approvata entro 3 giorni. Una volta concesso, il visto è valido per 30 giorni (quanto il soggiorno massimo consentito). La validità può essere estesa a 90 giorni. Uno dei requisiti per l’ETA Sri Lanka da prendere in considerazione è che all’arrivo nel Paese è necessario essere in grado di mostrare un biglietto di ritorno o di proseguimento.

Altri documenti e formalità

Un altro documento importante per un viaggio in Sri Lanka è il passaporto. Oltre al fatto che ne avrai bisogno durante il controllo passaporti alla dogana, il passaporto è anche essenziale quando richiedi l’ETA Sri Lanka. Tieni presente che all’arrivo in Sri Lanka, il passaporto deve avere una validità residua di almeno 6 mesi. Assicurati inoltre di stipulare in tempo un’assicurazione di viaggio. Un’altra formalità da organizzare prima della partenza è la richiesta di una patente di guida internazionale. Dato il traffico caotico e il fatto che oltre a una patente internazionale per guidare in Sri Lanka è necessario un permesso aggiuntivo, non si consiglia ai turisti sedersi al volante in Sri Lanka.

Infine, è anche una buona idea controllare se puoi usare la tua carta di debito in Sri Lanka. Per ragioni di sicurezza, molte banche bloccano le carte bancarie per l’uso al di fuori dell’Europa. Per questo motivo, è necessario attivare la carta di debito per l’uso in Sri Lanka prima della partenza. Al fine di poter prelevare contanti o pagare con una carta di debito, si consiglia quindi di contattare la propria banca o di verificarlo autonomamente tramite l’applicazione o il sito web della banca.

Vaccinazioni e farmacia da viaggio

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per un viaggio in Sri Lanka, con l’eccezione della vaccinazione contro la febbre gialla per i viaggiatori provenienti da Paesi dove la febbre gialla è a rischio trasmissione o per i viaggiatori che sono stati in uno di questi Paesi nelle 12 ore precedenti il viaggio. Tuttavia, si consiglia il vaccino antidifterite-tetano-pertosse (DTP) e le vaccinazioni contro epatite A e B, tifo e rabbia. Rivolgiti al tuo medico di base o all’ASL di appartenenza per sapere quali vaccinazioni sono raccomandate nel tuo caso.

È anche altamente raccomandato di portare in valigia una farmacia di viaggio di base per qualsiasi imprevisto durante il viaggio. Questo kit di primo soccorso di solito contiene cerotti, bende per vesciche, guanti monouso, pinzette, gel disinfettante, bende di garza sterili e forbici. Si consiglia anche di prendere alcune medicine di base, come antidolorifici e medicine contro la diarrea. Se stai assumendo farmaci specifici, assicurati di portare il certificato medico appropriato e verifica prima della partenza che i farmaci soddisfino i requisiti per la libera importazione in Sri Lanka.

Altre necessità per una vacanza in Sri Lanka

Oltre a un kit standard di pronto soccorso, si raccomanda anche un repellente per le zanzare. Altre necessità che dovresti mettere in valigia sono crema solare con un fattore di protezione alto, doposole e occhiali da sole. La protezione solare non è esattamente un prodotto economico in Sri Lanka, quindi assicurati di portarne abbastanza da casa.

A causa del clima caldo, dovresti anche portare una quantità considerevole di indumenti leggeri. Tuttavia, è anche consigliabile prendere abbastanza calze. Questo può sembrare strano, dato che nei templi buddisti si deve entrare a piedi nudi, ma le alte temperature spesso rendono i pavimenti roventi, quindi le calze ti proteggono dal calore e forniscono un comfort extra. Può anche essere utile prendere con te sciarpe, parei o scialli per le visite ai templi o alle moschee, poiché in alcuni luoghi è vietato entrare con le spalle nude o la testa scoperta.