Notizia | | 05/05/2023 | Tempo di lettura: ±4 minuti

A tutti i turisti che si recano in Sri Lanka è consigliato di richiedere online la cosiddetta arrival card introdotta di recente. Si tratta di un documento separato dall’ETA, l’autorizzazione di viaggio per lo Sri Lanka di cui ha bisogno la maggior parte dei turisti europei. I viaggiatori italiani possono facilmente richiedere questa autorizzazione di viaggio per lo Sri Lanka online.

Compilare la disembarkation card prima della partenza

La possibilità di viaggiare in Sri Lanka compilando un modulo online esiste dalla fine del 2022. Questo modulo è noto anche come arrival immigration card o disembarkation card (carta di sbarco). La disembarkation card non deve essere confusa con la carta d’imbarco del volo (boarding pass) o con il modulo di richiesta di ETA online. La disembarkation card può essere compilata durante il volo per lo Sri Lanka o in formato digitale partire da tre giorni prima del volo per lo Sri Lanka.

Departure card obbligatoria solo per i cittadini dello Sri Lanka

Oltre alla disembarkation card o arrival immigration card per i turisti stranieri, esiste anche una embarkation card o departure card per i viaggiatori con cittadinanza dello Sri Lanka. Per lasciare il paese, i viaggiatori dello Sri Lanka devono compilare questo modulo. I visitatori stranieri che si recano in Sri Lanka non hanno bisogno di una departure card per lasciare il paese. Per loro è sufficiente un passaporto valido abbinato a un’autorizzazione di viaggio e a una arrival card valide.

Importante: richiedere il visto per lo Sri Lanka per tempo

Prima di entrare in Sri Lanka, i viaggiatori europei hanno bisogno di un visto. Il visto per lo Sri Lanka può essere richiesto online. I viaggiatori che soddisfano tutti i requisiti dell’ETA possono richiedere l’autorizzazione di viaggio online. È importante richiedere l’autorizzazione di viaggio con il dovuto anticipo. Se devi partire per il Paese a breve, puoi anche presentare una richiesta urgente. Se approvata, riceverai il tuo ETA Sri Lanka in media entro 30 minuti.

È di nuovo possibile viaggiare liberamente in Sri Lanka

Attualmente l’economia dello Sri Lanka dipende dal turismo per circa il 12%. Nel 2019 questa percentuale era del 10,3%. Poiché nel 2020 e nel 2021 sono state applicate severe restrizioni ai viaggi sia a livello nazionale che internazionale a causa della pandemia di COVID-19, la percentuale relativa a questi anni è stata molto più bassa (circa il 5%). Dal 7 dicembre 2022, i viaggiatori internazionali possono nuovamente recarsi in Sri Lanka senza dover dimostrare di aver ricevuto la vaccinazione contro il coronavirus. Da allora, Visti.it ha registrato un graduale aumento del numero di richieste di ETA per lo Sri Lanka.

Impegno dello Sri Lanka per un turismo di qualità

Il settore turistico dello Sri Lanka si sta lentamente riprendendo. Anche i problemi logistici causati dalla pandemia nel frattempo sono stati ampiamente risolti. La riconoscibilità e la qualità giocano spesso un ruolo fondamentale nella promozione e nel rilancio delle destinazioni turistiche. Il ministro del turismo dello Sri Lanka intende quindi favorire una ripresa sostenibile attraverso investimenti in un turismo di alta qualità. Allo stesso tempo, viene fatto tutto il possibile per mantenere i prezzi delle vacanze in Sri Lanka a un livello accessibile per i viaggiatori. Negli ultimi anni, lo Sri Lanka ha investito molto in nuove opportunità di ecoturismo responsabile e di turismo comunitario, ovvero un turismo che coinvolge la popolazione locale.

Nuove opportunità per delle vacanze all’insegna dell’avventura

I turisti in cerca di una destinazione per un viaggio all’avventura non possono non prendere in considerazione lo Sri Lanka. Il Paese si sta impegnando molto nello sviluppo di esclusivi siti per immersioni e altri sport avventurosi all’aria aperta. Inoltre, il Paese offre innumerevoli opportunità per gli amanti dell’alpinismo e dell’escursionismo. Recentemente, ad esempio, è stato inaugurato il Pekoe Trail, un’impressionante rete escursionistica di 300 chilometri di sentieri che costeggiano le storiche piantagioni di tè intorno alla centralissima città di Kandy.

Se ti è venuta voglia di fare un viaggio in Sri Lanka, richiedi subito il visto necessario. Per prepararti al meglio, controlla anche gli attuali consigli di viaggio per lo Sri Lanka. A partire da tre giorni prima della partenza, potrai compilare la arrival card online.

Richiedi il visto per un viaggio in Sri Lanka

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali il visto per lo Sri Lanka. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un visto anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (52,08 USD per visto, tramite eta.gov.lk). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta prima di inoltrarla al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 52,08 USD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 31,12 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di visto Sri Lanka per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.