Notizia | | 24/04/2020 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Dopo quasi due settimane senza nuovi casi di infezione da Coronavirus (Covid-19), il governo della Cambogia è convinto di avere lʼepidemia sotto controllo. Si stanno già facendo piani di riportare il paese lentamente alla normalità, ma lʼOMS avverte la Cambogia di non precipitarsi.

Il Coronavirus in Cambogia: le cifre

Rispetto ad altri paesi del mondo, i dati relativi al Coronavirus in Cambogia sono quasi incredibilmente positivi. Secondo gli ultimi dati, vi sono 122 casi confermati di Coronavirus in Cambogia. Questo di per sé è impressionante, ma ciò che rende la Cambogia davvero diversa dalla maggior parte degli altri paesi è il fatto che nel paese non sono stati segnalati decessi a causa di Covid-19. Questo è particolarmente impressionante perché molti turisti cinesi si recano in Cambogia. A titolo di confronto: nel paese confinante Thailandia vi sono più di 2.000 casi confermati di Coronavirus e 26 decessi dovuti al virus.

Tuttavia, vi sono anche persone che suggeriscono che le cifre sono così basse perché il governo non sta effettuando abbastanza test. Inoltre, le organizzazioni umanitarie hanno possibilità limitate di entrare nel paese per scoprire come è la situazione davvero. Il governo cambogiano sta adottando misure severe contro tali dichiarazioni: diverse persone sono già state arrestate per aver diffuso dichiarazioni "false", tra cui una ragazzina di 14 anni che aveva espresso preoccupazioni per la diffusione del virus a scuola. Una legge recentemente adottata permette al governo di controllare tutte le telecomunicazioni e i (social) media.

Epidemia sotto controllo

Il governo della Cambogia sostiene di avere lʼepidemia di Coronavirus pienamente sotto controllo. Nelle ultime settimane non sono stati segnalati nuovi casi di Coronavirus nel paese e il governo spera che questo significhi che il picco è già stato superato. A differenza di altri paesi, la Cambogia non ha imposto un lockdown. Diversi settori funzionano ancora come il solito. Ad esempio, le banche e le agenzie governative rimangono aperte al pubblico. Ciò non significa, però, che il governo non abbia adottato alcuna misura. Ad esempio, il capodanno tradizionale cambogiano, il Capodanno Khmer, è stato cancellato e si consiglia vivamente alla popolazione di spostarsi il meno possibile. Il governo della Cambogia ha inoltre dichiarato lo stato di emergenza, il che dà al governo molte più opportunità di agire risolutamente. Tuttavia, vi sono anche persone che vedono lo stato di emergenza come scusa dal governo per attuare leggi antidemocratiche.

LʼOMS avverte: il peggio deve ancora arrivare

LʼOrganizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dice che è unʼottima notizia che non ci sono nuovi casi di Coronavirus in Cambogia, ma avverte il paese che molto probabilmente è ancora nelle prime fasi dellʼepidemia. In una conferenza stampa, un portavoce dellʼOMS ha affermato che la Cambogia deve essere preparata alle infezioni da persona a persona, e che questo potrebbe portare ad un aumento esplosivo del numero di infezioni da Coronavirus nel paese. Secondo il portavoce, lʼepidemia non sarà finita in nessun paese finché non sarà finita in tutti i paesi. La Cambogia deve quindi rimanere vigile, stando allʼOMS.

Nessun lockdown, ma un divieto di viaggio

Fin dallʼinizio dellʼepidemia, il governo cambogiano ha dato la colpa ai paesi esteri per le infezioni da Coronavirus. In risposta, la Cambogia ha chiuso il suo spazio aereo ai voli internazionali. Il governo è molto severo al riguardo: a volte nemmeno i migranti cambogiani che stavano lavorando allʼestero possono tornare in patria. Tuttavia, il divieto dʼingresso è rivolto principalmente ai viaggiatori occidentali. Dove prima i viaggiatori potevano fare ingresso in Cambogia con un visto Cambogia digitale, ora non è più così. I visti per la Cambogia non possono attualmente essere utilizzati per recarsi nel paese. Sebbene non sia chiaro fin quando vigerà il divieto dʼingresso, è chiaro che il governo cambogiano vorrebbe riaprire il paese e far ripartire lʼeconomia. Il visto per la Cambogia ha una validità di 90 giorni, quindi cʼè la possibilità che possa ancora essere utilizzato per un viaggio futuro, quando le frontiere si riapriranno. Il turismo è una delle fonti di reddito più importanti della Cambogia, e il paese è alle prese con unʼeconomia debole da anni. La questione è se il governo seguirà i consigli dellʼOMS.

Attenzione: questo articolo concernente il visto per la Cambogia è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti il visto per la Cambogia.