Sempre più viaggiatori scelgono di visitare la Cambogia oltre alle destinazioni più note del Sud-est asiatico come la Thailandia e il Vietnam. Un sito da non perdere per la maggior parte dei viaggiatori che si recano in Cambogia è il complesso dei templi di Angkor Wat, ma il Paese ha molto di più da offrire. Esplora i bellissimi paesaggi con le spiagge dalla sabbia bianca, le risaie e verdi colline e scopri di più sulla movimentata ma orribile storia del Paese.


Fatti e cifre

In Cambogia vivono più di 16 milioni di persone, la maggior parte delle quali sono buddiste. La capitale del Paese è Phnom-Penh. La lingua ufficiale della Cambogia è il khmer, parlato dal 95% della popolazione. Anche il cinese, il vietnamita e il cham (la lingua di un popolo che vive in diversi Paesi del Sud-est asiatico) sono parlate, seppur in misura ridotta. Molti cambogiani di età più avanzata parlano il francese, la lingua utilizzata nellʼistruzione in molte scuole e università. Dal 1993 lʼuso dellʼinglese è in aumento e sostituisce in parte il francese, originariamente la lingua straniera più importante in Cambogia. Per recarsi in Cambogia è necessario un visto, che può essere facilmente richiesto online. Alle persone idonee a questo visto si consiglia di richiederlo prima della partenza: lo si può fare facilmente online se si soddisfano tutti i requisiti.

CapitalePhnom-Penh
Linguakhmer
Superficie181.035 km²
Popolazione16 milioni
Religionebuddismo (96%), islam (2%)
Valutariel cambogiano (KHR)
Differenza di fuso orario5 ore (dʼestate) o 6 ore (dʼinverno)
Durata del volo11 - 13 ore
Presa di correntetipo A, C o G (adattatore da viaggio necessario)
Acqua del rubinettonon potabile
Vistovisto obbligatorio

Mappa

La Cambogia è un Paese del Sud-est asiatico confinante con la Thailandia, il Vietnam e il Laos. Il Paese ha una superficie di oltre 181.000 km², una costiera di circa 441 chilometri sul Golfo di Thailandia ed è diviso in 24 province e lʼarea urbana di Phnom Penh. Il Mekong, il fiume più lungo del Sud-est asiatico, scorre dal Laos a nord attraverso la Cambogia fino al Vietnam a sudest. Quasi tutti i confini con i Paesi vicini della Cambogia sono formati da rilievi minori. Lʼentroterra della Cambogia è costituito da pianure, fertili a causa delle numerose inondazioni. Gran parte del Paese è costituita da fiumi e laghi. Notevole è il lago Tonlé Sap, il più grande lago di acqua dolce del Sud-est asiatico, che si trova al centro del Paese. Durante la stagione delle piogge la superficie di questo lago può raggiungere fino a 16.000 km².


Storia

Storia antica
Nel primo secolo dopo Cristo in Indocina sorsero i regni di Funan e Chenla. Nel VI secolo dopo Cristo, il regno di Chenla si impadronì del Funan e nacque un grande impero che rimase la potenza dominante nella regione per 250 anni. Il periodo che va da quando Chenla prese il potere fino a quando il potere fu spostato verso ovest, vicino al lago Tonlé Sap, si chiama periodo pre-Angkor.

Nel IX secolo nacque lʼImpero Khmer, la cui capitale era Angkor, la città templare sacra, il cui tempio più conosciuto è il famoso Angkor Wat, considerato il più vasto edificio religioso del mondo. LʼImpero Khmer copriva ampie zone del Sud-est asiatico: la Cambogia contemporanea, gran parte del Laos e della Thailandia e una parte del Vietnam appartenevano allʼimpero. Dopo diverse guerre con regni thailandesi, nel 1432 la capitale Angkor fu conquistata e i Khmer trasferirono la capitale a Phnom Penh, lʼattuale capitale della Cambogia.

La dominazione francese e la guerra del Vietnam
Per evitare che lʼimpero venisse completamente preso in mano dalla Thailandia e dal Vietnam, la Cambogia si è rivolta alla Francia. Nel 1863 il Paese divenne un protettorato della Francia e, pochi anni dopo, nel 1887, entrò a far parte dellʼUnione Indocina insieme ai protettorati vietnamiti Tonkin e Annam e successivamente anche Laos. Nel 1953 il Regno di Cambogia divenne indipendente dalla Francia sotto il re Sihanouk, che governava il Paese come autocrate.

Durante la guerra del Vietnam, la Cambogia fu duramente colpita dai bombardieri americani. La Cambogia fu, dopo il Laos, il Paese più bombardato del Sud-est asiatico, anche se il Paese non partecipò alla guerra del Vietnam. Gli americani sospettavano che ci fosse una rotta dal Vietnam del Nord attraverso il Laos e la Cambogia orientale per rifornire il Viet Cong e lʼesercito vietnamita. Ciò causò circa 600.000 vittime civili in Cambogia.

Khmer Rossi
Nel 1970 gli ufficiali cambogiani guidati dal generale Lon Nol sconfissero il governo del re Sihanouk e proclamarono la Repubblica Khmer. Scoppiò una guerra civile e Sihanouk si unì ai comunisti, poi conosciuti come i Khmer Rossi. Lʼobiettivo dei Khmer Rossi era quello di creare una società egualitaria, sullʼesempio di Mao Zedong in Cina. Nel 1975 conquistarono la capitale Phnom Penh sotto il comando del dittatore Pol Pot, che cercò di trasformare la Cambogia in uno stato agricolo comunista. La popolazione fu costretta a spostarsi dalle città alle campagne. Chi non collaborava o non appoggiava il regime veniva costretto con violenza a farlo, o interrogato nelle prigioni di tortura. Sotto il regime di Pol Pot sono stati uccisi da un milione e mezzo a due milioni di cambogiani, un quinto a un quarto dellʼintera popolazione.

Sviluppi recenti
Nel 1978 il Vietnam invase il Paese e i Khmer Rossi furono cacciati a ovest. I Khmer Rossi continuarono una guerra di guerriglia negli anni ʼ80 con il sostegno della Cina. Nel 1991 fu firmato un trattato di pace e la Cambogia cadde sotto lʼamministrazione delle Nazioni Unite. Nel 1993 si sono tenute per la prima volta dopo tanto tempo le elezioni nel Paese e Sihanouk è divenuto nuovamente re. Tuttavia, la situazione nel Paese è rimasta instabile fino al 2003. Attualmente il Paese è governato dal Partito Popolare Cambogiano (Cambodian Peopleʼs Party).

Monaco


Clima

La Cambogia ha un clima tropicale monsonico, che la rende calda tutto lʼanno. La temperatura varia da una media di 30 gradi Celsius a novembre e dicembre a 35 gradi Celsius ad aprile. Il Paese ha due stagioni, una stagione secca e una stagione delle piogge. I mesi da novembre a maggio fanno parte della stagione secca, in cui le precipitazioni sono scarse. Nella stagione delle piogge - da giugno a ottobre - ci possono essere molte precipitazioni.

Periodo migliore per viaggiare
La stagione secca - da novembre a maggio - è considerata il periodo migliore per recarsi in Cambogia dalla maggior parte dei viaggiatori. Tuttavia, viaggiare durante la stagione delle piogge presenta anche dei vantaggi: ci sono meno turisti nel Paese, il che rende meno affollate le attrazioni turistiche e le spiagge famose. Inoltre, di solito gli alloggi e i voli sono più economici durante la stagione delle piogge.

Mese
Temperatura massima media in °C
Temperatura massima media in °C
Temperatura minima media in °C
Temperatura minima media in °C
Media dei giorni di pioggia
Media dei giorni di pioggia
Gennaio32211
Febbraio32221
Marzo34233
Aprile35246
Maggio342514
Giugno332415
Luglio322516
Agosto322516
Settembre312419
Ottobre312419
Novembre30239
Dicembre30224

Popolazione e cultura

Il buddismo svolge un ruolo importante nella cultura cambogiana ed è la religione di stato del Paese dal 1989. La maggior parte della popolazione (circa il 95%) appartiene ai Khmer. Oltre alla minoranza più numerosa dei Cham (un gruppo islamico), i cinesi e i vietnamiti, nel Paese vivono minoranze più piccole come i thailandesi, i laotiani e alcuni popoli di montagna. Le conseguenze della guerra civile cambogiana e del regno dei Khmer Rossi sono ancora chiaramente visibili. A causa dellʼenorme numero di morti ai tempi dei Khmer Rossi, circa la metà della popolazione attuale ha meno di 22 anni. Una parte della popolazione è analfabeta, perché il sistema scolastico è ancora in fase di costruzione.

Quando si soggiorna in Cambogia, è consigliabile tener conto degli usi, costumi e valori locali, che possono essere diversi da quelli a cui si è abituati. Ad esempio, non a tutti è gradito essere fotografati. Inoltre, è importante comportarsi in modo rispettoso nei luoghi sacri e indossare indumenti che coprano le spalle e le ginocchia. Ai viaggiatori che intendono fare volontariato in Cambogia si consiglia di leggere in anticipo le possibili conseguenze negative che questa attività potrebbe causare. Il volontariato negli orfanotrofi in Cambogia, ad esempio, può danneggiare la popolazione locale, seppur involontariamente. Inoltre, non si raccomanda di parlare di questioni politiche in Cambogia. Gli Khmer Rossi sono un tema carico nel Paese, di cui la popolazione in genere non ama parlare.


Denaro e valuta

La valuta della Cambogia è il riel cambogiano (KHR), chiamato anche riel Khmer. Inoltre, in Cambogia si paga spesso con dollari americani. Attualmente, 1 € equivale a circa 4.464 riel cambogiani. È importante tenere presente che molti supermercati, hotel o negozi non accettano banconote che sono danneggiate, anche se solo leggermente. Presso la maggior parte dei bancomat in Cambogia è possibile prelevare contanti con una carta bancaria italiana. Di solito cʼè la possibilità di prelevare sia il riel cambogiano che il dollaro americano. Si consiglia ai viaggiatori di portare con sé anche una carta di credito, nel caso in cui la carta di debito non venga accettata. Le società di carte di credito addebitano di solito elevati costi di transazione per il prelievo di denaro allʼestero. Inoltre, tieni presente che molte banche hanno bloccato lʼuso delle carte al di fuori della zona euro come misura di sicurezza. Verifica prima della partenza con la tua banca se puoi utilizzare la tua carta di debito in Cambogia.

Il costo della vita in Cambogia è generalmente molto basso per i turisti occidentali. È possibile prenotare una camera dʼalbergo standard a soli 20-30 € a persona a notte. Per un pasto minimo sono sufficienti 2,25 €, un pasto più abbondante in un ristorante costa circa 8 € a persona. I biglietti per visitare il complesso templare di Angkor Wat costano attualmente 20, 40 o 60 USD, a secondo del numero di giorni che si vuole visitare il complesso.

Tempio


Visto

Tutti i viaggiatori italiani hanno bisogno di un visto per potersi recare in Cambogia. Nella maggior parte dei casi il visto Cambogia si può richiedere in modo facile online, compilando il modulo di richiesta e pagando lʼimporto dovuto. Poi è necessario fornire una scansione o foto del passaporto e una fototessera o un autoscatto nitido per ogni viaggiatore. Le richieste di visto per la Cambogia vengono in media approvate entro una settimana. I viaggiatori che devono partire a breve preavviso e che non hanno ancora un visto, possono presentare una richiesta urgente. In tal caso, il visto viene di solito concesso entro 24 ore. Prima di presentare la richiesta, verifica di soddisfare tutti i requisiti relativi.
Avvia subito una richiesta di visto Cambogia


Salute e sicurezza

Rischi per la sicurezza
La Cambogia è generalmente un Paese sicuro da visitare, anche se ci sono alcuni rischi di cui i viaggiatori devono essere consapevoli. Nelle zone rurali della Cambogia, soprattutto vicino al confine con i Paesi vicini, si trovano ancora mine e bombe inesplose. Evita queste aree, che sono contrassegnate da cartelli di avvertimento o da un nastro.

La situazione al confine con la Thailandia, soprattutto nelle province di Preah Vihear e Oddar Meanchey, è tesa. I confini in questa zona non sono chiaramente segnati, quindi si raccomanda di mantenere una certa distanza dal confine per non violare alcuna regola.

Naturalmente cʼè criminalità anche in Cambogia. Si consiglia ai viaggiatori di stare attenti ai borseggiatori e ai rapinatori e di conservare i documenti preziosi in un luogo sicuro. Meglio evitare le proteste e le manifestazioni politiche.

Vaccinazioni e farmaci
Per un viaggio in Cambogia si raccomandano alcune vaccinazioni e medicinali. Il vaccino contro la febbre gialla è obbligatoria per tutti i viaggiatori di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia, nonché per tutti i viaggiatori che abbiano anche solo effettuato un transito per più di 12 ore nellʼaeroporto di un Paese a rischio di trasmissione della malattia.

Ai visitatori della Cambogia si consiglia inoltre di adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara, al fine di proteggersi dalle malattie che possono trasmettere coma la malaria, il virus Zika, la febbra Chikungunya e la febbre di Dengue. Nella maggior parte del Paese il rischio di malaria è medio. Il rischio più elevato è nella foresta pluviale nelle zone di confine con la Thailandia e il Laos, un rischio minore in unʼampia fascia che attraversa il centro del Paese, da sudest a nordovest lungo il fiume Mekong fino al lago Tonlé Sap. Per tutti i viaggiatori è consigliabile indossare indumenti coprenti (pantaloni lunghi e maniche lunghe) e strofinare la pelle scoperta con un agente protettivo come il DEET.

Per maggiori informazioni puoi rivolgerti al tuo medico di base o allʼASL di appartenenza.