Notizia | | 03/05/2022 | Tempo di lettura: ±2 minuti

Il governo dello Sri Lanka spera di riuscire a sostenere la propria economia in difficoltà introducendo nuovi visti per i cittadini stranieri che decidono di investire nell’economia dello Sri Lanka.

Economia dello Sri Lanka sull’orlo del collasso

Lo Sri Lanka sta affrontando delle grandi difficoltà economiche dovute in parte alla pandemia di COVID-19 che ha bloccato quasi del tutto il turismo nel Paese. Il turismo è un’importante fonte di reddito per lo Sri Lanka: nel 2019 il settore ha rappresentato il 12,5% del Prodotto Interno Lordo (PIL) del Paese. Nel 2020 questa percentuale è scesa allo 0,8%. Anche se il Paese sembrava riprendersi lentamente, la situazione è peggiorata bruscamente a causa della guerra in Ucraina. Lo Sri Lanka si trova ad affrontare carenze strutturali di prodotti essenziali come cibo, medicine e carburante. Il prezzo del diesel è aumentato di più del 100% e l’inflazione generale è intorno al 20%. La rete elettrica è regolarmente fuori uso e molti abitanti dello Sri Lanka non possono usare la propria auto per mancanza di carburante. Secondo i funzionari del governo si tratta della peggiore crisi che si sia mai verificata dall’indipendenza del Paese e ci si attende una terribile carestia.

Tali difficoltà sfociano in proteste di massa che hanno luogo ogni giorno. Il governo viene accusato di non fare abbastanza per risolvere i problemi e ci sono già segni che fanno presagire grandi cambiamenti politici nello Sri Lanka. L’opposizione ha recentemente introdotto un disegno di legge per riorganizzare completamente il sistema di governo.

Visto per gli investitori

Per sostenere la propria economia in difficoltà, il governo dello Sri Lanka sta cercando di rendere il Paese più attraente agli occhi degli investitori stranieri. Uno dei modi utilizzati è quello di offrire dei un visto speciale agli investitori. I cittadini stranieri che investono un minimo di 75.000 dollari nell’economia dello Sri Lanka potranno ottenere un visto per lo Sri Lanka valido da cinque a dieci anni. I beneficiari di questo tipo di visto avranno anche la possibilità di trasferire la propria famiglia in Sri Lanka. Inoltre, lo Sri Lanka offre visti con una validità di dieci anni agli investitori stranieri che depositano un minimo di 100.000 dollari in una banca commerciale approvata dal governo.

È significativo, ma non sorprendente, che gli investimenti siano calcolati in dollari statunitensi. Il Paese sta soffrendo una grave carenza di valuta estera e la valuta dello Sri Lanka, la rupia, ha subito un crollo a causa dei problemi economici del Paese. Il valore attuale della rupia è il più basso mai registrato nella storia dello Sri Lanka.

Grave battuta d’arresto per il settore del turismo

Dato l’aumento della copertura vaccinale in tutto il mondo, in Sri Lanka era viva la speranza che il settore turistico si sarebbe ripreso rapidamente dalla pandemia di COVID-19. Tuttavia, la guerra in Ucraina ha distrutto ogni tipo di ottimismo e i viaggiatori tendono a preferire altre destinazioni. La situazione è evidente soprattutto in relazione al numero di viaggiatori provenienti dall’India. Gran parte dei turisti in Sri Lanka sono indiani, ma negli ultimi mesi la loro presenza è diminuita significativamente. Da un po’ di tempo, i visti per lo Sri Lanka possono essere nuovamente richiesti, ma il governo italiano avverte i viaggiatori riguardo i rischi relativi alla sicurezza dovuti alle manifestazioni su larga scala che si svolgono nel Paese.