Notizia | | 25/10/2022 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Il 20 ottobre 2022, la Nuova Zelanda ha seguito l’esempio dell’Australia abolendo le ultime restrizioni di ingresso legate al Covid-19. I viaggiatori internazionali ora hanno bisogno soltanto di un passaporto valido e di un visto o di una NZeTA per potersi recare in Nuova Zelanda.

Vaccinazione non più obbligatoria

Sempre più Paesi hanno revocato interamente le restrizioni di ingresso legate al Covid-19 per i viaggiatori internazionali. È il caso anche della Nuova Zelanda, che questo ottobre ha deciso di abolire l’obbligo di vaccinazione. D’ora in poi, tutti i viaggiatori internazionali con un visto valido potranno fare ingresso in Nuova Zelanda a prescindere dal loro stato di vaccinazione.

Dal momento che ora anche i viaggiatori non vaccinati possono viaggiare in Nuova Zelanda liberamente, anche la Traveller Declaration è ormai superflua. Precedentemente, tutti i viaggiatori erano tenuti a compilare questa dichiarazione sulla salute prima di partire per la Nuova Zelanda, dimostrando di essere stati vaccinati contro il Covid-19. D’ora in avanti, i viaggiatori dovranno aver richiesto soltanto una NZeTA oppure un visto per la Nuova Zelanda. La NZeTA è un’autorizzazione di viaggio elettronica che si può richiedere interamente online. È più facile da ottenere rispetto a un visto ed è a disposizione di tutti i viaggiatori europei che soddisfano i requisiti della NZeTA.

Turismo in ripresa

Durante il periodo di chiusura delle frontiere il tutto il mondo a causa del Covid-19, gli operatori turistici neozelandesi non sono rimasti con le mani in mano. Infatti, sebbene non fosse consentito accogliere turisti, si è lavorato duramente a nuove strutture turistiche.

La Nuova Zelanda è da sempre un paradiso terrestre per gli amanti della natura. È il Paese con più parchi nazionali e riserve naturali del mondo. E mentre i turisti internazionali aspettavano pazientemente, la Nuova Zelanda si è data da fare per offrire loro sempre più attività nel rispetto della natura. Sull’Isola del Sud, per esempio, sono stati realizzate nuove nuove piste ciclabili grazie a ponti sospesi tra le montagne e piattaforme lungo le scogliere. Sull’Isola del Nord, invece, è stato ideato un suggestivo itinerario escursionistico tra i paesaggi vulcanici del monte Tarawera.

In diverse città sono stati costruiti nuovi hotel per far fronte all’afflusso di turisti. Poiché queste strutture sono diventate molto gettonate nel giro di poco tempo, molte richiedono una prenotazione anticipata. In ogni caso, è possibile richiedere una NZeTA senza aver già prenotato un alloggio. Ciò significa che potete richiedere quest’autorizzazione di viaggio obbligatoria non appena decidete di viaggiare in Nuova Zelanda. La NZeTA ha infatti una validità di ben 2 anni e può quindi essere richiesta anche con un anno di anticipo. Durante il periodo di validità, potete effettuare più di un viaggio, ma la durata massima di un singolo viaggio consentita da una NZeTA è 3 mesi. Tutto il tempo necessario per visitare in lungo e in largo questo affascinante Paese.

Restano obbligatori NZeTA o visto per la Nuova Zelanda

Tutti i turisti e i viaggiatori d’affari internazionali sono obbligati a richiedere una NZeTA prima della partenza, ad eccezione di chi possiede un passaporto australiano o neozelandese. Anche i bambini devono essere muniti di un’autorizzazione di viaggio valida. La NZeTA si richiede soltanto con un passaporto ordinario o un passaporto urgente. Nel caso dei bambini tedeschi, può essere utilizzato il passaporto per bambini o Kinderreisepass. Altri documenti di identità come carte d’identità, patenti di guida o documenti di viaggio per rifugiati non soddisfano i requisiti della NZeTA.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali il visto per la Nuova Zelanda. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un visto anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (58 NZD per visto, tramite nzeta.immigration.govt.nz). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta e tutti i documenti da te forniti prima di inoltrare tutto al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 58 NZD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 24,79 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di visto Nuova Zelanda per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.