Quando si pensa alla Nuova Zelanda vengono subito in mente i suoi vasti paesaggi incontaminati, animati dal canto degli uccelli e dal suono dell’acqua che scende delle cascate. Grazie anche a questi scenari pittoreschi, la Nuova Zelanda è una popolare destinazione turistica. Prima di partire per un viaggio, lungo o corto che sia, è importante prepararsi bene in anticipo. Per questo motivo, oltre alla nostra esperienza in materia di visti, offriamo anche alcuni consigli di viaggio per la Nuova Zelanda.

Questa pagina sui consigli di viaggio per la Nuova Zelanda non contiene informazioni sulle misure contro il coronavirus. Per maggiori informazioni, leggi la pagina dedicata alle misure contro il coronavirus in vigore in Nuova Zelanda.


I nostri consigli di viaggio per la Nuova Zelanda si basano su fonti governative consultate regolarmente per garantire che le informazioni contenute su questa pagina siano sempre aggiornate. Visti.it non si assume alcuna responsabilità per eventuali problemi, danni o lesioni derivanti dall’uso di queste informazioni. Seguire tutti i consigli non garantisce infatti l’assenza di rischi durante il viaggio.

Consigli di viaggio aggiornati

Consigli di viaggio aggiornati
La Nuova Zelanda non presenta particolari pericoli o minacce per la popolazione locale e per i visitatori. Tuttavia, il Paese è colpito ogni anno da cicloni e tempeste tropicali, soprattutto tra novembre e maggio. Si consiglia quindi di controllare le previsioni meteorologiche sia prima della partenza che durante il soggiorno.

Il 17 febbraio 2023 in Nuova Zelanda è stato dichiarato lo stato di emergenza temporaneo a causa delle pericolose inondazioni causate dall'uragano Gabrielle. Lo stato di emergenza è stato revocato ufficialmente il 1° giugno.


Consigli per la preparazione del viaggio

La preparazione di un viaggio in Nuova Zelanda va ben oltre la prenotazione del volo e dell’alloggio. Come per altre destinazioni extraeuropee, anche per fare un viaggio in Nuova Zelanda bisogna attenersi ad alcune regole. Una tra queste è l’obbligo di richiedere una NZeTA o un visto per la Nuova Zelanda?

Da organizzare prima della partenza
Visto o NZeTA Per entrare in Nuova Zelanda serve un visto o un’altra autorizzazione di viaggio. La NZeTA (New Zealand electronic Travel Authority) può essere richiesta facilmente compilando un modulo online. Una volta ottenuta, la NZeTA permette di entrare in Nuova Zelanda più volte nell’arco del periodo di validità di 2 anni. Dopo ogni ingresso in Nuova Zelanda inizia a decorrere la durata di soggiorno consentita di 3 mesi per viaggio. Nell’arco di un anno solare, puoi soggiornare nel Paese per un massimo di 6 mesi complessivi

Per viaggi turistici o d’affari è generalmente sufficiente richiedere una NZeTA. I viaggiatori con la cittadinanza di uno dei Paesi idonei possono richiedere quest’autorizzazione di viaggio al posto di un visto. I Paesi esenti dall’obbligo di visto per la Nuova Zelanda sono in totale 66, inclusa l’Italia e molti altri Paesi europei.

Richiedi una NZeTA

Per i viaggiatori e le finalità di viaggio che non soddisfano tutti i requisiti della NZeTA, è necessario richiedere un altro tipo di visto per la Nuova Zelanda.
Passaporto Per richiedere un visto Nuova Zelanda serve un passaporto valido che soddisfi tutti i requisiti. Il passaporto deve avere una validità residua di 3 mesi nel momento in cui il viaggiatore lascia la Nuova Zelanda. Il passaporto utilizzato durante il viaggio deve essere lo stesso passaporto utilizzato durante la richiesta della NZeTA. L’obbligo di avere un passaporto e un visto o una NZeTA si applica sia agli adulti che ai bambini. Se la validità del passaporto non è sufficiente, è necessario richiedere prima un nuovo passaporto e poi un visto.

Si consiglia portare con sé una copia stampata e una copia digitale del proprio passaporto da utilizzare in caso di smarrimento del documento.
Assicurazione di viaggio Consulta la tua compagnia assicurativa di fiducia per verificare se sei coperto per un viaggio intercontinentale. Per alcune attività, come gli sport estremi, potrebbe essere necessario un tipo specifico di assicurazione.
Patente di guida Per metterti alla guida in Nuova Zelanda devi richiedere una patente internazionale di guida (PIG) prima della partenza. Non è possibile ottenere questo documento dopo l’arrivo in Nuova Zelanda. Assicurati di avere con te in auto sia la tua patente nazionale che la patente internazionale di guida.

È consentito utilizzare una patente europea in Nuova Zelanda per un massimo di 12 mesi consecutivi. Dopo questo periodo è necessario richiedere una patente neozelandese. Se viaggi con una NZeTA potrai restare in Nuova Zelanda fino a un massimo di 3 mesi consecutivi e potrai quindi utilizzare la tua patente nazionale unita a una patente internazionale di guida.

Consigli per il soggiorno

Se disponi di tutti i documenti richiesti, puoi concentrarti sui consigli di viaggio da seguire durante il soggiorno in Nuova Zelanda. Sebbene si tratti di un Paese sicuro per i visitatori internazionali, ci sono alcune differenze con l’Italia. Continua a leggere per saperne di più sulla sicurezza stradale, sulla cultura, sulla natura e sul clima.

Traffico in Nuova Zelanda

Guida a sinistra: In Nuova Zelanda si guida sul lato sinistro della strada. Se noleggi un’auto in Nuova Zelanda, noterai che il volante è posizionato sul lato destro. Le corsie non sono sempre segnalate in modo marcato, quindi assicurati di mantenere sempre il lato sinistro.

Sorpassare: Dal momento che la guida è a sinistra, i sorpassi devono avvenire sulla corsia di destra. In alcuni casi sorpassare può essere pericoloso, poiché la maggior parte delle strade ha una sola corsia. Prima di effettuare un sorpasso, aspetta di trovarti su una carreggiata abbastanza larga o di avere il consenso del veicolo che vi precede. Come in Europa, anche in Nuova Zelanda è vietato sorpassare attraversando la linea continua.

Pedoni: È importante prestare attenzione alle regole stradali anche per chi non ha intenzione di mettersi alla guida. A causa del diverso lato di guida, i pedoni che stanno per attraversare la strada devono fare prima attenzione alle auto provenienti da destra.

Natura e clima

I potenziali pericoli naturali vengono monitorati scrupolosamente in Nuova Zelanda. Per evitare i rischi causati da catastrofi naturali inaspettate, come tempeste o eruzioni vulcaniche, si consiglia di tenere sempre d’occhio gli aggiornamenti emessi dalle fonti locali.

Tempeste e uragani: La Nuova Zelanda deve i suoi paesaggi verdeggianti alla grande quantità di precipitazioni che si verificano durante tutto l’anno. In particolare tra novembre e maggio, c’è il rischio che le piogge si trasformino in tempeste o cicloni che possono causare inondazioni. Un esempio è la tempesta tropicale Gabrielle che ha colpito la Nuova Zelanda a febbraio del 2023.

Terremoti: Le isole della Nuova Zelanda sono esposte regolarmente a terremoti. Tuttavia, la maggior parte dei terremoti è lieve e non percepibile dall’uomo. Solo circa 200 dei 14500 terremoti che si verificano mediamente ogni anno in Nuova Zelanda vengono avvertiti.

Tsunami: Per uno Stato insulare come la Nuova Zelanda, l’elevato numero di terremoti e maremoti si traduce automaticamente in un maggiore rischio di tsunami. Se ti trovi in riva al mare e noti che l’acqua si sta ritirando improvvisamente, dirigiti verso l’entroterra e avverti le persone che incontri.

Attività vulcanica: La Nuova Zelanda, situata in prossimità della Cintura del fuoco del Pacifico, conta ben 10 vulcani attivi. I vulcani neozelandesi destano ormai poca preoccupazione tra la popolazione locale e gli scienziati e oggi non sono altro che una popolare attrazione turistica. Ciononostante, i vulcani attivi rimangono un potenziale pericolo. L’ultima eruzione vulcanica che ha provocato vittime è stata quella di White Island nel 2019. Quest’isola, chiamata Whakaari in Maori, è tuttora chiusa ai turisti.

Criminalità

Il tasso di criminalità in Nuova Zelanda è generalmente basso, ma talvolta i turisti possono essere vittime di ladri e borseggiatori. I bersagli più comuni sono solitamente auto e camper. Assicurati di non lasciare incustoditi oggetti importanti e di valore.


Richiesta di NZeTA

Se stai organizzando un viaggio in Nuova Zelanda, non scordarti di richiedere il visto. Puoi richiedere una NZeTA anche se non hai ancora piani concreti. La NZeTA permette di fare più viaggi in Nuova Zelanda. Di conseguenza non è necessario indicare alcun itinerario definitivo nel modulo di richiesta.

Assicurati di aver prenotato un biglietto di ritorno o di transito prima della partenza. All’arrivo in Nuova Zelanda dovrai essere in grado di dimostrare che lascerai il Paese prima della fine del periodo di soggiorno autorizzato dalla NZeTA. Accertati già prima della partenza di soddisfare anche tutti i requisiti della NZeTA.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali il visto per la Nuova Zelanda. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un visto anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (58 NZD per visto, tramite nzeta.immigration.govt.nz). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta e tutti i documenti da te forniti prima di inoltrare tutto al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 58 NZD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 32,64 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di visto Nuova Zelanda per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.