Notizia | | 22/10/2020 | Tempo di lettura: ±4 minuti

Prima di recarsi in Nuova Zelanda, è importante che tutti i viaggiatori leggano attentamente le regole doganali. Alcuni prodotti, come gli alimenti, non possono essere portati in Nuova Zelanda. Inoltre, dal 2019 è necessario richiedere un visto Nuova Zelanda (NZeTA) online prima della partenza.

Visto Nuova Zelanda (NZeTA) e tassa sul turismo

Da ottobre 2019 non è più possibile recarsi in Nuova Zelanda senza un visto o unʼautorizzazione di viaggio (NZeTA). Il Dipartimento per lʼImmigrazione della Nuova Zelanda ha introdotto la New Zealand electronic Travel Authority (NZeTA) per permettere ai viaggiatori provenienti da alcuni Paesi di non dover richiedere un visto per recarsi in Nuova Zelanda. Oltre al costo della NZeTA, si deve pagare una tassa sul turismo, lʼInternational Visitor Conservation and Tourism Levy. Questa tassa è già inclusa nel costo del visto Nuova Zelanda. La tassa viene usata per progetti che mirano a proteggere lʼambiente e rendere più sostenibile il turismo in Nuova Zelanda.

Regole doganali in Nuova Zelanda

Alcuni prodotti non possono essere portati in Nuova Zelanda, o solo in misura limitata. Forse i prodotti più importanti in questa categoria sono i prodotti alimentari, poiché le autorità doganali ritengono che questi possano portare malattie o parassiti in Nuova Zelanda, danneggiando lʼambiente e lʼeconomia. Non portare con te verdure, frutta, carne e latticini, perché potresti essere multato o addirittura perseguito per averlo fatto. A parte i prodotti alimentari, le restrizioni si applicano alle seguenti categorie:

Tabacco e alcol
I viaggiatori dai 17 anni in su possono portare con sé tabacco e alcol in Nuova Zelanda, ma solo in quantità limitate. Ogni persona può portare 50 sigarette, 50 grammi di sigari, 50 grammi di tabacco o una combinazione dei tre, purché il peso totale non superi i 50 grammi. Questi viaggiatori (dai 17 anni in su) possono anche importare tre bottiglie di liquore non superiori a 1 ¼ litro ciascuna e 4,5 litri di vino o birra.

Abbigliamento ed effetti personali
Abbigliamento, gioielli, articoli sanitari e altri effetti personali possono essere importati liberamente, purché i prodotti siano per uso personale e non vengano venduti o scambiati in Nuova Zelanda. Gli indumenti di pelliccia possono essere portati solo se il viaggiatore possiede lʼindumento da almeno 12 mesi. Possono essere importati anche regali con un valore massimo di 110 dollari neozelandesi. Si possono importare regali multipli di un valore massimo di 110 dollari neozelandesi ciascuno, a condizione che i regali siano per persone diverse.

Animali domestici
Tutti i cani e gatti portati in Nuova Zelanda devono avere un chip di identificazione. Sono state stabilite tre categorie relative allʼimportazione di cani e gatti. Cani e gatti importati direttamente dallʼAustralia o dal Norfolk rientrano nella prima categoria. Per questi, non è necessario alcun permesso di importazione e gli animali non devono andare in quarantena dopo lʼarrivo. La seconda categoria comprende gli animali provenienti da Paesi che sono completamente liberi da rabbia. Questi includono isole dellʼOceano Pacifico, Giappone, Hawaii, isole dellʼOceania, Islanda e Singapore.

La terza categoria riguarda i Paesi dove la rabbia è assente o ben controllata. I viaggiatori provenienti da Paesi di questa categoria, tra cui la maggior parte dei Paesi europei, possono portare cani e gatti con un permesso di importazione. Gli animali vengono esaminati allʼarrivo e devono poi trascorrere almeno 10 giorni in quarantena. Gli animali provenienti da Paesi che non rientrano in una delle tre categorie menzionate, non possono essere importati.

Dispositivi elettronici
Dal 1996, le autorità doganali neozelandesi sono autorizzate a perquisire i dispositivi elettronici come cellulari, tablet, computer portatili e macchine fotografiche digitali ai controlli di frontiera se sospettano attività criminali. Questo significa che i funzionari doganali possono chiedere ai viaggiatori che arrivano in Nuova Zelanda di inserire le password dei dispositivi e, se necessario, trattenere i dispositivi per ulteriori indagini.

Valuta
Le valute locali e straniere possono essere importate fino a un importo totale di 10.000 dollari neozelandesi. Importi superiori devono essere dichiarati. Lo stesso vale per lʼesportazione di valuta dalla Nuova Zelanda: può essere liberamente esportato un valore massimo di 10.000 dollari neozelandesi.

Tassa di sdoganamento alla frontiera

Tutti i viaggiatori internazionali che arrivano in Nuova Zelanda o che partono dal Paese devono pagare una tassa: il Border clearance levy. Il costo è tra i 16 e i 18 dollari neozelandesi per i viaggiatori in arrivo e tra i 2 e i 5 dollari neozelandesi per i viaggiatori che partono dalla Nuova Zelanda. Il costo di questa tassa è incluso nel biglietto aereo o di crociera, non è necessario pagare questa tassa separatamente. I bambini fino a 11 anni e i viaggiatori che devono solo effettuare un transito/scalo in Nuova Zelanda non devono pagare questa tassa.

La dogana non controlla solo i bagagli dei viaggiatori, ma anche se i viaggiatori sono in possesso di un visto Nuova Zelanda valido. Ai viaggiatori che non hanno un visto può essere negato lʼingresso in Nuova Zelanda. Non dimenticare quindi di richiedere una NZeTA prima della partenza.