Notizia | | 24/02/2023 | Tempo di lettura: ±4 minuti

Il governo neozelandese ha recentemente annunciato la concessione di visti di lavoro aperti agli studenti internazionali che non hanno potuto utilizzare il loro Post Study Work Visa a causa della pandemia di Covid-19. Per fare una vacanza o un viaggio d’affari in Nuova Zelanda, spesso è sufficiente richiedere facilmente una NZeTA.

Visti di lavoro aperti agli studenti con Post Study Work Visa

A causa delle misure prese dal governo neozelandese per contrastare l’espansione del coronavirus, gli studenti che nel 2020 avevano ottenuto un Post Study Work Visa non hanno avuto modo di utilizzarlo. Per questo motivo, il Dipartimento per l’Immigrazione della Nuova Zelanda ha deciso di rilasciare agli studenti in questione un visto di lavoro aperto.

Chi può candidarsi

Tutti coloro che tra il 19 marzo e il 10 agosto 2020 hanno ottenuto un Post Study Work Visa mentre non si trovavano in Nuova Zelanda possono ottenere un visto di lavoro aperto. Per beneficiare delle nuove norme, i richiedenti non devono possedere un altro tipo di visto Nuova Zelanda valido e devono trovarsi fuori dalla Nuova Zelanda. Coloro che ottengono un visto di lavoro aperto nell’ambito di queste nuove normative sono autorizzati a entrare in Nuova Zelanda tra il 30 marzo e il 29 settembre 2023. A partire dalla data di arrivo in Nuova Zelanda, il visto sarà valido per 12 mesi durante i quali è consentito svolgere attività lavorative.

Perché studiare in Nuova Zelanda

Ci sono diversi fattori che rendono la Nuova Zelanda una destinazione popolare tra gli studenti internazionali. Innanzitutto, la Nuova Zelanda è nota per l’alta qualità dell’istruzione. Le università e gli istituti scolastici neozelandesi sono conosciuti in tutto il mondo per il loro livello accademico e per le opportunità di ricerca offerte. Il Paese offre una vasta gamma di corsi e programmi in diversi campi di studio, che offrono agli studenti una scelta abbastanza ampia da permettere loro di intraprendere gli studi desiderati. La Nuova Zelanda è inoltre nota per la sua sicurezza e ospitalità, che la rendono una meta attraente sia per gli studenti internazionali che per le loro famiglie. Anche il carattere amichevole e inclusivo della cultura neozelandese contribuisce a garantire agli studenti un’esperienza positiva.

Opportunità d’impiego e paesaggi mozzafiato

Da non dimenticare è anche la fama di cui gode la Nuova Zelanda grazie ai suoi splendidi paesaggi, alla natura incontaminata e alle opportunità di svago all’aria aperta. Durante i loro viaggi di studio, gli studenti possono godere degli ambienti unici offerti dal Paese. La Nuova Zelanda è caratterizzata da una varietà di paesaggi che va dalle montagne e dalle spiagge alle foreste e ai laghi, offrendo numerose opportunità di avventura e di relax. Ad attirare maggiormente gli studenti stranieri in Nuova Zelanda è l’opportunità di continuare a lavorare nel Paese dopo gli studi. La Nuova Zelanda offre infatti diverse opportunità di impiego agli studenti internazionali. Anche durante gli studi, gli studenti possono lavorare part-time per sostenersi economicamente e acquisire una preziosa esperienza lavorativa. Inoltre, dopo gli studi, gli studenti internazionali possono ottenere un Post Study Work Visa per acquisire maggiore esperienza professionale nel Paese.

Aumento del numero di lavoratori e studenti internazionali

A marzo 2023, la Nuova Zelanda contava circa 34.000 studenti internazionali con visto di studio. Si tratta di un aumento di circa il 98% rispetto ad agosto 2022, momento in cui la Nuova Zelanda ha riaperto le frontiere e ha ripreso a rilasciare i visti.

Il numero di persone che attualmente si recano in Nuova Zelanda per motivi di lavoro e di studio non è ancora tornato ai livelli precedenti alla pandemia di Covid-19, ma è in costante aumento. Secondo un rapporto del Ministero neozelandese del Commercio, dell’Innovazione e dell’Impiego, circa 16.692 persone si sono recate in Nuova Zelanda con un visto di lavoro nel primo mese del 2023. A febbraio 2020, prima che venissero annunciate le prime misure contro il Covid-19, le persone arrivate in Nuova Zelanda con un visto di lavoro sono state circa 20.550.

Viaggio d’affari in Nuova Zelanda con la NZeTA

Non è necessario richiedere un visto di lavoro per tutti gli spostamenti a fini lavorativi. Se ti rechi in Nuova Zelanda per motivi di lavoro, ad esempio per partecipare a una riunione di lavoro, assistere a eventi aziendali o presentare la tua candidatura per un posto di lavoro, puoi richiedere una NZeTA. Il visto NZeTA può essere richiesto facilmente online. Per richiedere una NZeTA per un viaggio di lavoro, seleziona “Affari” alla voce “Finalità del viaggio” del modulo di richiesta. Se il tuo viaggio ha più finalità, seleziona l’opzione “Turismo” nel modulo di richiesta e potrai comunque utilizzare la tua NZeTA per lavoro. Tieniti sempre aggiornato sui requisiti di ottenimento della NZeTA.

Una volta concessa, la NZeTA può essere utilizzata per un numero illimitato di viaggi in Nuova Zelanda durante il periodo di validità di 2 anni. Durante ogni viaggio, è consentito soggiornare nel Paese per un massimo di 3 mesi consecutivi. La NZeTA ti permette di soggiornare in Nuova Zelanda per un massimo di sei mesi per anno solare.

Se la finalità del tuo viaggio non ti permette di ottenere una NZeTA, ad esempio perché vuoi lavorare per un datore di lavoro neozelandese, dovrai richiedere un visto fisico rivolgendoti al Dipartimento per l’Immigrazione della Nuova Zelanda.

Attenzione: questo articolo concernente il visto per la Nuova Zelanda è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti il visto per la Nuova Zelanda.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali il visto per la Nuova Zelanda. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un visto anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (58 NZD per visto, tramite nzeta.immigration.govt.nz). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta e tutti i documenti da te forniti prima di inoltrare tutto al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 58 NZD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 32,64 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di visto Nuova Zelanda per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.