Notizia | | 08/02/2024 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Dal 20 agosto 2033, il Myanmar offre un visa on arrival (visto all'arrivo) per i viaggiatori provenienti da Cina e India. L'aumento (previsto) dei visitatori asiatici dovrebbe compensare il calo dei visitatori provenienti da Europa e Stati Uniti. In precedenza, anche i viaggiatori europei potevano richiedere questo visto, ma da alcuni anni non è più così.

Il visa on arrival per il Myanmar

A seconda della propria nazionalità, è possibile ottenere il visto Myanmar in diversi modi. Ad esempio, è possibile richiederlo presso l'ambasciata del Myanmar, o richiedere un visto online prima della partenza. In alternatvia, è possibile richiedere il visto Myanmar all'arrivo. Prima della pandemia, ciò era possibile anche per i viaggiatori provenienti da alcuni Paesi europei che accedevano al Paese tramite determinati aeroporti internazionali. Tuttavia, il rilascio di visti negli aeroporti è stato sospeso a causa della pandemia e del colpo di Stato del 2021. Nell'estate del 2023, il Myanmar ha annunciato che il rilascio di visa on arrival sarebbe ricominciato, momentaneamente solo per per i viaggiatori indiani o cinesi.

Il turismo risente della situazione politica

A seguti della pandemia e del colpo di Stato di febbraio 2021, il Myanmar è scomparso quasi completamente dai radar di molte agenzie di viaggio e viaggiatori. I governi di molti Paesi europei ancora sconsigliano di recarsi in Myanmar all'inizio del 2024, poiché la situazione politica nel Paese è considerata instabile a causa del rischio di conflitti. Inoltre, recarsi in Myanmar vuol dire attenersi a determinate restrizioni, come il comprifuoco imposto in alcune aree e il divieto di visitare determinate regioni del Paese.

Migliorare le relazioni con India e Cina

L'attuale governo del Myanmar ritiene comunque che ci siano possibilità per rilanciare turisticamente il Paese. Nello specifico, il governo si rivolge ai turisti asiatici, che già prima della pandemia rappresentavano il 90% dei visitatori stranieri. Parte della strategia consiste nel rendere nuovamente disponibile il visa on arrival per i viaggiatori provenienti da Cina e India. Il Myanmar confina con entrambi i Paesi, per cui le relazioni tra i governi sono molto strette. Mentre l'attuale governo del Myanmar non è aspramente criticato dall'occidente, India e Cina mantengono ancora strette relazioni diplomatiche con il Paese. Il Myanmar intende rafforzare tali relazioni per rilanciare il turismo.

Visa on arrival per viaggiatori cinesi e Indiani

Dal 30 agosto 2023, il governo del Myanmar offre il visa on arrival ai cittadini indiani e cinesi, almeno fino al 30 agosto 2024. Il visa on arrival consente di soggiornare in Myanmar fino a 30 giorni, e può essere richiesto presso qualsiasi aeroporto internazionale del Myanmar. Per presentare richiesta, è necessario compilare il modulo, presentare due fototessere a colori ed essere in possesso di un passaporto valido per almeno 6 mesi dal giorno dell'arrivo in Myanmar.

Il visto elettronico Myanmar è un'alternativa

Al moment, il visa on arrival per il Myanmar è disponibile solo per i viaggiatori cinesi e indiani. Gli altri viaggiatori possono comunque richiedere il visto prima della partenza attraverso il modulo di richiesta digitale. Attraverso questa procedura, è possibile richiedere il cosiddetto e-visa Myanmar. Per ottenere questo visto, non è quindi necessario recarsi in ambasciata, ma basta forire tutti i dati e i documenti richiesti in formato digitale. L'e-visa è valido per un soggiorno turistico in Myanmar della durata massima di 28 giorni.

Visti.it è un'agenzia di visti commerciale e professionale che fornisce assistenza ai viaggiatori nell'ottenimento di documenti quali il visto per il Myanmar. Visti.it agisce da mediatore e non è in alcun modo associata ad un governo. È possibile richiedere un visto anche direttamente al Dipartimento per lʼImmigrazione (50 USD per visto, tramite evisa.moip.gov.mm). Tuttavia, senza assistenza in italiano. Se presenti la richiesta tramite Visti.it, il nostro centro di assistenza sarà a tua disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, controlleremo personalmente la tua richiesta e tutti i documenti da te forniti prima di inoltrare tutto al Dipartimento per lʼImmigrazione. In caso di sospetti errori o omissioni, ti contatteremo subito personalmente per garantire che la tua richiesta possa comunque essere elaborata velocemente e correttamente. Per usufruire dei nostri servizi, paghi le tariffe consolari di 50 USD, che pagheremo al Dipartimento per lʼImmigrazione a nome tuo, oltre al costo di servizio di 33,09 €, come compenso per la nostra mediazione, IVA inclusa. I nostri servizi hanno già permesso a molti viaggiatori di evitare seri problemi in viaggio. Se una richiesta dovesse essere respinta nonostante la nostra assistenza e verifica, rimborseremo lʼintero importo dʼacquisto (a meno che una richiesta di visto Myanmar per lo stesso viaggiatore non sia già stata respinta in precedenza). Clicca qui per saperne di più sui nostri servizi.