Notizia | | 11/06/2021 | Tempo di lettura: ±4 minuti

Un modo interessante per esplorare l’Oman è in un’auto da noleggio. Dato il vasto paesaggio desertico, molti luoghi del Paese possono essere raggiunti solo in auto. Assicurati di essere ben preparato: pianifica il tuo itinerario prima di partire, procurati una patente di guida internazionale e richiedi un visto.

Determina il percorso prima della partenza

L’Oman ha una superficie di più di 200.000 km². Eppure non c’è bisogno di molto tempo per visitare i punti salienti del Paese. Questo perché i luoghi più famosi si trovano tutti nel nord del Paese, a poche ore di macchina l’uno dall’altro. È consigliabile pianificare il tuo itinerario prima di partire, in modo da sapere quanto tempo durerà il tuo viaggio e di quale visto avrai bisogno.

Il visto Oman elettronico è disponibile in tre varianti: un visto per un soggiorno di 10 giorni, un visto per un soggiorno di 30 giorni e un visto per ingressi multipli (“multiple entry”) che permette di effettuare più viaggi in Oman in un anno. Dato che le attrazioni sono vicine tra loro, è possibile visitare i punti salienti del Paese in soli 10 giorni. Se vuoi visitare anche il sud del Paese - per esempio la città costiera di Salalah - o se preferisci prendertela con calma, dovresti richiedere un visto Oman con validità di 30 giorni. Se dall’Oman ti rechi in uno dei Paesi vicini - per esempio a Dubai negli Emirati Arabi Uniti - per poi tornare in Oman, è meglio richiedere un visto per ingressi multipli.

Rete stradale e traffico

Il trasporto pubblico in Oman è limitato. I minibus circolano solo tra le grandi città e i luoghi turistici. Tra i luoghi più piccoli è possibile spostarsi solo in taxi. Tuttavia, il Paese ha una rete stradale sicura e di buona qualità. Pertanto, il noleggio di un’auto è una buona opzione per coloro che vogliono esplorare il Paese. Le strade principali sono asfaltate e ben tenute. La segnaletica è sia in arabo che in inglese. Le regole di circolazione sono simili a quelle europee e la gente in Oman guida generalmente con calma. I viaggiatori devono fare attenzione ai cammelli e alle capre che possono attraversare la strada e alle inondazioni improvvise sulle strade che attraversano i letti dei fiumi.

Noleggiare un’auto in Oman

Quale auto è adatta al tuo viaggio dipende dall’itinerario pianificato attraverso l’Oman. Per la maggior parte delle tratte va bene una normale auto a noleggio. Se vuoi guidare fuori dalle strade asfaltate, ad esempio attraverso il deserto o nelle montagne, è meglio noleggiare un fuoristrada. Jebel Akhdar, un massiccio montuoso nei Monti Hajar nel nord-ovest dell’Oman, per esempio, è accessibile solo con un veicolo a quattro ruote motrici, perché la polizia permette il passaggio solo ai veicoli a quattro ruote motrici per motivi di sicurezza.

L’età minima per noleggiare un’auto in Oman è di 21 anni. La patente italiana è sufficiente per chi è in possesso di un visto turistico o di affari per una permanenza fino a tre mesi. Tuttavia, si raccomanda di portare con sé una patente di guida internazionale, per evitare eventuali problemi dovuti alla barriera linguistica. Inoltre, porta con te una carta di credito quando ti rechi in Oman per pagare il deposito alla compagnia di autonoleggio al momento del ritiro dell’auto.

L’itinerario più bello per un viaggio attraverso l’Oman

Il punto di partenza più ovvio per un viaggio attraverso l’Oman è la capitale Mascate. All’aeroporto ci sono diverse compagnie di noleggio internazionali dove è possibile noleggiare un’auto. La maggior parte dei viaggiatori guida da Mascate a Jebel Shams, una gola dei Monti Hajar, conosciuta anche come il Grand Canyon del Medio Oriente. Altamente raccomandato per una vista mozzafiato della gola è il Balcony Walk.

La prossima fermata è Nizwa, una delle più antiche città dell’Oman. Qui si possono visitare la fortezza e il mercato delle capre, dove compratori e venditori di tutto il Paese si incontrano e contrattano. Da Nizwa puoi continuare il viaggio verso le Wahiba Sands, una zona desertica dove si può passare la notte in un campo beduino. Gli amanti degli animali possono continuare il loro viaggio verso Ras al-Jinz, dove si possono vedere da vicino le rare tartarughe marine verdi. L’itinerario termina dove è iniziato, a Mascate, da dove si può prendere un volo di ritorno per l’Europa.

Richiedere un visto Oman prima della partenza

Fino al 2018, era possibile richiedere un visto all’arrivo in Oman presso uno sportello all’aeroporto di Mascate o Salalah (il cosiddetto visto all’arrivo). Oggi, questo non è più possibile. I viaggiatori devono richiedere un visto Oman prima di partire. Fortunatamente, la procedura di richiesta del visto è veloce e semplice. Di solito, i turisti non hanno bisogno di visitare l’ambasciata per la richiesta del visto, ma possono richiedere il loro visto per l’Oman online.

Per richiedere un visto è necessario compilare il modulo di richiesta digitale e pagare i costi. I costi dipendono dal tipo di visto scelto. Poi è necessario fornire una scansione o una foto del passaporto e una fototessera digitale per ogni viaggiatore. Una volta che questi documenti sono approvati, la richiesta verrà elaborata. Il visto viene concesso dopo una media di 7 giorni. Se devi partire per l’Oman con breve preavviso, puoi anche presentare una richiesta urgente. Le richieste urgenti vengono approvate entro una media di 4 giorni.