Notizia | | 08/09/2020 | Tempo di lettura: ±2 minuti

Negli ultimi anni si è registrato un aumento dei viaggi in tutto il mondo e i viaggiatori prendono sempre più spesso l’aereo. Il Vietnam è una destinazione gettonata, anche tra gli italiani. Tuttavia, i viaggi in aereo verso il Vietnam possono avere un impatto negativo sulla popolazione locale e sull’ambiente. In questo articolo parliamo di alcuni consigli per tenere conto della natura e cultura al fine di viaggiare in modo più sostenibile.

Naturalmente non è mai possibile viaggiare al cento per cento in modo sostenibile, ma informarsi sulle possibili conseguenze negative di un viaggio in Vietnam è un buon primo passo verso il miglioramento. I viaggiatori possono informarsi, ad esempio, sulle norme, i valori e le consuetudini locali del Vietnam. Inoltre, quando si richiede il visto per il Vietnam, si può scegliere di compensare per le emissioni di CO₂ del volo.

Sostenere la popolazione e l’economia locale

Una prima cosa che si potrebbe fare è sostenere l’economia locale in Vietnam, scegliendo per alloggi e ristoranti gestiti dalla popolazione locale. Ad esempio, è meglio mangiare nei ristoranti locali che nelle grandi catene internazionali, acquistare prodotti della regione e souvenir nei negozi locali e prenotare tour o escursioni con le organizzazioni locali.

Inoltre, è importante tener conto dei costumi e della cultura della popolazione vietnamita. Si deve rispettare il codice di abbigliamento, ad esempio coprendo le ginocchia e le spalle nei templi e adattandosi all’interazione della popolazione locale. Non scattare foto delle persone senza chiedere il permesso prima. Molte persone vietnamite non apprezzano essere fotografate ed è vietato fotografare poliziotti o soldati in Vietnam.

Compensazione delle emissioni di CO₂ del volo

Non solo per quanto riguarda il soggiorno in Vietnam si possono fare scelte consapevoli, ma anche per quanto riguarda il volo verso il Paese, che ha un impatto negativo sull’ambiente. Per mantenere il più basso possibile le emissioni di CO₂ del volo si raccomanda di utilizzare il più possibile voli diretti, senza scali, in quanto durante il decollo viene consumato molto cherosene.

È inoltre possibile compensare le emissioni di CO₂ del volo sostenendo progetti che riducono le emissioni di CO₂ altrove. Quando si richiede il visto Vietnam, nel modulo si può indicare di voler compensare i danni climatici causati dalle emissioni di CO₂. Selezionando questa opzione verrà addebitato un importo - l’altezza del quale dipende dalla distanza del viaggio - che andrà a pieno beneficio di uno dei progetti sostenibili di GreenSeat.

Mulini a vento in IndiaProgetto sostenibile di GreenSeat: mulini a vento in India

GreenSeat ha attualmente tre progetti in corso per migliorare le condizioni di vita in Africa e in India. Grazie ai progetti, le famiglie in Africa avranno accesso ai forni a carbone e al biogas, eliminando la necessità di cucinare su fuochi aperti e combattendo la deforestazione. In India vengono costrutti mulini a vento che possono sostituire in parte le centrali elettriche inquinanti. Tutti i progetti di GreenSeat hanno ricevuto la certificazione VCS e Gold Standard, che dimostrano che i progetti soddisfano i criteri internazionali e compensano effettivamente l’importo calcolato di CO₂.

Attenzione: questo articolo concernente il visto per il Vietnam è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti il visto per il Vietnam.