Notizia | | 13/03/2020 | Tempo di lettura: ±2 minuti

A causa del Coronavirus (Covid-19), attualmente non si può viaggiare se non per comprovata necessità. Naturalmente questo vale anche per i viaggiatori che avevano in programma di recarsi in Vietnam.

Tutta l'Italia è diventata zona protetta. Con l'ultimo decreto, sottoscritto il 9 marzo, le misure restrittive già in vigore per la Lombardia e le 14 province del nord più colpite dal Coronavirus (Covid-19) sono state estese a tutto il territorio nazionale. Si può uscire di casa solo per esigenze lavorative, motivi di salute e necessità. Se richiesto, queste esigenze devono essere attestate mediante autodichiarazione. Una falsa dichiarazione è un reato.

Situazione in Vietnam

Alle frontiere vietnamite vengono effettuati rigidi controlli: tutti i viaggiatori che entrano in Vietnam dalla Cina (per via terrestre, marittima o aerea), o che sono stati in una delle 31 province in cui il Coronavirus è stato segnalato, saranno immediatamente sottoposti a quarantena all'arrivo. I viaggiatori provenienti da Hong Kong, Macao e Taiwan sono esclusi da questa misura.

Vige un divieto d'ingresso per i viaggiatori provenienti dalla Cina continentale e da alcune città della Corea del Sud: Daegu, Gyeonsan e la zona di Cheongdo e Gyensanbuk.

I cittadini di Italia, Iran e Corea del Sud, e le persone che sono state in uno di questi paesi (anche solo per un transito) nei 14 giorni precedenti al loro arrivo in Vietnam, verranno sottoposti a quarantena precauzionale di 14 giorni in un ospedale vietnamita. Si avverte sulle condizioni igieniche precarie di questi ospedali.

Chi si trova in Vietnam e vuole rimpatriare, al suo rientro in Italia dovrà disporre di un'autocertificazione che specifichi i motivi del viaggio, l'indirizzo in cui svolgerà l'autoisolamento obbligatorio di 14 giorni, il mezzo privato che utilizzerà per raggiungerlo e un recapito telefonico.

Vi sono siti vietnamiti che riferiscono che il governo vietnamita ha il virus sotto controllo e che da qualche settimana non sono stati segnalati nuovi casi.

Informazioni importanti, siti e app

  • Scarica l'app gratuito dell'Unità di Crisi e tieniti informato sulla situazione sanitaria di tutti i Paesi consultando anche il sito di ViaggiareSicuri.
  • Se devi partire per un viaggio, registralo sul sito DovesiamonelMondo per ricevere notifiche durante i transiti nelle aree più a rischio, aggiornamenti in tempo reale su situazioni di pericolo, e confermare la propria incolumità a seguito di eventi critici, ovunque nel mondo questi si verifichino.
  • Prima di richiedere un visto o prenotare un viaggio, consultati anche con la tua agenzia di viaggi e compagnia aerea per capire se il viaggio potrà avere luogo.

Quando sarà di nuovo possibile viaggiare, per il Vietnam sarà sempre necessario che tutti i viaggiatori abbiano un passaporto valido e un visto Vietnam, che può essere richiesto su Visti.it. Se desideri saperne di più sul visto Vietnam per un eventuale viaggio futuro, leggi anche le domande frequenti sul visto Vietnam e le relative risposte.

La situazione Coronavirus cambia continuamente, ragione per cui è possibile che le informazioni contenute in questo articolo non siano più completamente aggiornate. Per le informazioni aggiornate sulla situazione, leggi anche questo articolo riguardo al Coronavirus in Vietnam.