Notizia | | 06/05/2021 | Tempo di lettura: ±5 minuti

La città di Ho Chi Minh (precedentemente Saigon) è la più grande città del Vietnam e non può essere saltata durante un viaggio nel Paese. I viaggiatori italiani hanno bisogno di un visto per una visita alla città di Ho Chi Minh se rimangono in Vietnam per più di 15 giorni. Da alcuni anni, il visto Vietnam può essere facilmente richiesto online.

Influenze francesi

Nella città di Ho Chi Minh la storia del Vietnam - incluse la colonizzazione francese e la Guerra del Vietnam - si riflette chiaramente. Anche se molti degli edifici coloniali francesi sono stati distrutti durante la guerra, le influenze francesi sono ancora chiaramente visibili nella piazza municipale della città. Qui si trova la Basilica di Notre-Dame di Saigon, una cattedrale con due campanili costruita dai colonizzatori francesi tra il 1863 e il 1880. Ogni domenica vi si tiene un servizio in chiesa, ma il resto della settimana la chiesa non viene utilizzata. Accanto alla basilica ci sono altri due edifici dell’epoca coloniale francese: un ufficio postale e il municipio.

Una storia movimentata

A coloro che sono interessati alla Guerra del Vietnam si consiglia di visitare il War Remnants Museum, dove è documentata la guerra tra gli USA e il Vietnam. Oltre alle foto dei bombardamenti e di altri orrori della Guerra del Vietnam, nel museo sono esposti anche altri attributi di guerra, per esempio del periodo del dominio francese. Nel cortile si possono vedere attrezzature militari americani, come carri armati, elicotteri e aerei da combattimento.

Un altro sito storico che vale la pena visitare è il palazzo dell’Indipendenza (noto anche come palazzo della Riunificazione), costruito tra il 1962 e il 1967. Questo era il palazzo presidenziale del Vietnam del Sud durante la Guerra del Vietnam, dove l’esercito nord vietnamita invase il 30 aprile 1975, mettendo così fine alla Guerra del Vietnam.

Appena fuori dalla città si trova il complesso di tunnel di Cu Chi, una rete di tunnel usato dai guerriglieri Viet Cong durante la Guerra del Vietnam. I tunnel servivano come nascondigli, ma anche come luoghi di stoccaggio di armi e cibo e giocavano un ruolo importante nella resistenza contro le forze americane. I tunnel sono aperti al pubblico in due punti, a Ben Dinh e a Ben Duoc.

Metropoli moderna

La città di Ho Chi Minh è nota per la sua storia, ma è anche una città moderna con molte influenze occidentali. Dal fiume Saigon si vede uno skyline con grattacieli. La città è il centro economico del Vietnam, il che si riflette nel quartiere degli affari della città di Ho Chi Minh. Ci sono inoltre numerosi negozi, ristoranti, club e sky bar. In parte grazie alla vivace vita notturna, la città è popolare tra i backpacker. Il quartiere Pham Ngu Lao, che è pieno di ostelli, pensioni e locali, è anche chiamato il quartiere dei backpacker della città di Ho Chi Minh.

Città di Ho Chi MinhLo skyline della città di Ho Chi Minh

Il centro della città di Ho Chi Minh si trova a pochi chilometri dall’aeroporto. Dall’aeroporto ci si può recare a Pham Ngu Lao in autobus. Con un visto Vietnam elettronico, si può arrivare in Vietnam anche all’aeroporto della città di Ho Chi Minh (l’Aeroporto Internazionale di Tan Son Nhat). Ci sono voli diretti per la città di Ho Chi Minh ad esempio da Parigi e Francoforte. Un visto Vietnam elettronico permette di fare ingresso in Vietnam anche attraverso il porto della città Ho Chi Minh.

Meravigliosi templi e pagode

Anche se negli ultimi anni la città di Ho Chi Minh è stata modernizzata, l’autentica cultura vietnamita è ancora presente nella città. Vi sono diversi bei templi e pagode che meritano sicuramente una visita. Per esempio, la Pagoda dell’Imperatore di Giada, uno dei santuari più importanti della città, che è dedicato all’Imperatore di Giada taoista. Un altro tempio frequentemente visitato è il Tempio di Mariamman, un tempio indù. Appena fuori dalla città si trova il colorato tempio Cao Dai di un movimento religioso ispirato al buddismo, al confucianesimo, al taoismo e al cristianesimo.

Delta del Mekong

La città di Ho Chi Minh è anche un buon punto di partenza per visitare il Delta del Mekong, un’area di 39.000 km² a sud-ovest della città, dove il fiume Mekong sfocia nel Mar Cinese meridionale. Chi vuole sfuggire al trambusto della città, può viaggiare dalla città di Ho Chi Minh a My Tho in circa mezz’ora. A My Tho si può prendere una barca per visitare le risaie, gli isolotti, i villaggi galleggianti e i mercati sul Delta del Mekong.

Richiedere il visto Vietnam

I viaggiatori italiani che vogliono visitare la città di Ho Chi Minh e che desiderano rimanere in Vietnam per più di 15 giorni, hanno bisogno di un visto. I turisti e i viaggiatori d’affari sono generalmente idonei per un visto Vietnam elettronico e possono facilmente presentare la loro richiesta di visto online. I viaggiatori idonei al visto elettronico non hanno bisogno di prendere un appuntamento all’ambasciata vietnamita. Le richieste di visto per il Vietnam vengono approvata dopo una media di una settimana.

Per richiedere un visto elettronico, è necessario soddisfare alcuni requisiti. Per esempio, il passaporto deve avere validità residua di almeno 30 giorni dalla scadenza del visto e al momento della richiesta bisogna aver prenotato almeno un alloggio in Vietnam. Attenzione: le località di arrivo e di partenza che devono essere inserite nel modulo di richiesta non possono più essere cambiate dopo che la richiesta è stata elaborata. Dovrai quindi decidere prima della richiesta del visto se vuoi volare direttamente alla città di Ho Chi Minh o se vuoi iniziare il viaggio in un’altra parte del Paese e recarti alla città di Ho Chi Minh in un secondo momento del viaggio.