Notizia | | 25/03/2021 | Tempo di lettura: ±5 minuti

Se desideri andare a fare backpacking nel sud-est asiatico, una visita al Vietnam non può mancare. Prima di partire, familiarizzati con le regole relative ai visti dei Paesi che vuoi visitare. Per un viaggio in Vietnam, ad esempio, i viaggiatori italiani che desiderano rimanere nel Paese per più di 15 giorni hanno bisogno di un visto Vietnam.

Il Vietnam è molto adatto ai backpacker

Ogni anno molti viaggiatori, anche italiani, si recano in Vietnam. Il Paese sta diventando una destinazione sempre più popolare tra i turisti e in particolare tra i backpacker. Questo non è senza motivo: i costi della vita, dell’alloggio e dei trasporti in Vietnam sono bassi, grazie a cui è possibile vedere e fare molto anche con un budget limitato. Il volo è la spesa maggiore: a seconda della stagione, un biglietto di andata e ritorno costerà circa 550 €. Il Paese è quindi ideale per i backpacker che hanno meno da spendere o che vogliono semplicemente risparmiare soldi per il resto del loro viaggio.

Il Vietnam non è solo popolare tra i backpacker europei perché è economico: nel Paese si può godere di cibo delizioso e il Vietnam ha inoltre una storia e cultura interessante e paesaggi vari. Ovunque nel Paese ci sono attrazioni turistiche, quindi non ti annoierai mai. Se vuoi immergerti nella vibrante vita notturna o esplorare le città più trafficate, la città di Ho Chi Minh e Hanoi sono i posti dove andare. Se poi hai bisogno di rilassarti, è una buona idea recarti a Nha Trang, Mui Né o in una delle isole nel sud del Vietnam. Puoi anche visitare le impressionanti grotte del Paese o fare un tour Easy Rider, durante il quale puoi scoprire i luoghi meno noti del Paese sul retro di una moto di un abitante locale. Anche se il Paese si è sviluppato molto negli ultimi dieci anni, ci sono ancora tanti paesaggi incontaminati e villaggi autentici da trovare.

Viaggiare in Vietnam

Prima di metterti in viaggio in Vietnam, con qualsiasi mezzo di trasporto, devi essere consapevole di certe cose in modo da non trovarti di fronte a sorprese. Anche se l’infrastruttura è generalmente ben organizzata, secondo gli standard italiani può sembrare che non ci sono regole di circolazione: la priorità viene data a chi è più veloce. Un’alternativa più comoda e soprattutto più sicura rispetto alla moto o all’autobus è il treno. La maggior parte dei luoghi d’interesse del Vietnam sono facilmente raggiungibili in treno. Se decidi di guidare tu stesso in Vietnam, sappi che in alcuni casi è più conveniente comprare una moto o un motorino invece di affittarne uno. Il noleggio va pagato al giorno, mentre l’importo per l’acquisto di una moto o un motorino va pagato solo una volta. Inoltre, c’è una grande possibilità che riceverai indietro gran parte dell’importo d’acquisto quando rivendi la moto o il motorino alla fine del tuo viaggio. Un’alternativa più veloce, ma più costosa, sono i voli nazionali. Tieni in considerazione che più tardi prenoti il volo, più alti saranno i prezzi.

Il Vietnam è un Paese relativamente sicuro

A parte il traffico caotico, il Vietnam è relativamente sicuro. Una buona dose di buon senso ti porterà lontano. Non lasciare le tue cose incustodite e sii consapevole degli usi e costumi locali in modo da non offendere le persone. Si consiglia inoltre di consultare le informazioni sul Vietnam sul sito web del Ministero per gli Affari Esteri.

Il periodo migliore per un viaggio in Vietnam

Quale sia il periodo migliore per il tuo viaggio in Vietnam dipende in gran parte da quale parte del Paese intendi visitare. A causa della caratteristica forma allungata del Paese, c’è una grande differenza di clima tra il nord e il sud. Il Paese ha inoltre diverse stagioni delle piogge.

Nel nord del Paese, dove si trovano la famosa Baia di Ha Long, la Cittadella della dinastia Ho e la capitale Hanoi (tutte inserite nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO), le temperature sono piacevoli nei mesi di luglio e agosto. Tuttavia, in questi due mesi cade anche la stagione delle piogge di questa parte del Vietnam. Da novembre a marzo c’è la minima possibilità di precipitazioni, ma fa anche abbastanza freddo. È quindi meglio visitare il nord del Vietnam nei mesi da ottobre ad aprile. Il Vietnam ha anche altre città e attrazioni turistiche che valgono la pena. Nel Vietnam centrale, ad esempio, si trovano la città portuale di Hoi An e la vivace città di Danang. Qui la stagione delle piogge inizia a settembre e dura fino a dicembre. Da aprile fino a settembre le temperature sono alte, motivo per cui febbraio e marzo sono generalmente considerati i mesi più adatti per un viaggio in questa parte del Paese. Se desideri recarti nel sud del Vietnam, ad esempio per visitare Saigon o le meravigliose spiagge di Phu Quoc o Con Dao, devi tener conto di una stagione delle piogge nei mesi da maggio fino a ottobre. In questa parte del Paese le temperature sono relativamente costanti durante tutto l’anno.

Cose da non dimenticare

Ovviamente i backpacker portano il loro zaino, ma per ogni viaggiatore che si reca in Vietnam è importante portare con sé il passaporto, biglietto aereo, visto e carta di debito. Assicurati che la tua carta di debito possa essere usata in tutto il mondo, altrimenti non potrai utilizzarla per pagare in Vietnam.

Sono consigliabili anche le scarpe da trekking. Scarpe robuste offrono una protezione affidabile contro la maggior parte dei morsi di serpente e sono quindi fortemente raccomandate, non solo durante le escursioni. Inoltre, per sicurezza è saggio portare con te un adattatore da viaggio. Le prese di tipo C sono quelle più usate in Vietnam, ma ci sono anche prese di tipo A e D.

Attenzione: l’acqua del rubinetto in Vietnam non è potabile, quindi fai scorta d’acqua quando arrivi nel Paese.

Richiedere un visto

I viaggiatori italiani che desiderano rimanere in Vietnam per più di 15 giorni, non devono assolutamente dimenticare di richiedere un visto Vietnam. Dal febbraio 2017 i viaggiatori italiani possono richiedere il visto Vietnam in modo semplice e veloce online. Prima di presentare la richiesta, verifica di soddisfare tutti i requisiti per il visto. Tieni inoltre in considerazione il periodo di validità del visto e la durata massima consentita del soggiorno. Il visto Vietnam permette di rimanere nel Paese per un massimo di 30 giorni, il che per la maggior parte dei backpacker è più che sufficiente.