Notizia | | 25/01/2021 | Tempo di lettura: ±4 minuti

Una tappa obbligatoria durante un viaggio in India è il Taj Mahal. Questa imponente struttura, che è inclusa nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO e che nel 2007 è stato inserito fra le nuove sette meraviglie del mondo, per molte persone si trova in cima alla lista delle cose da vedere almeno una volta nella vita. Per una visita al Taj Mahal è necessario un visto India, che può essere richiesto in modo semplice online.

Storia della struttura

Quello che molti non sanno, è che il Taj Mahal non è un tempio, ma una tomba. Il Taj Mahal fu costruito tra il 1631 e il 1648 sotto gli ordini di Shah Jahan, il quinto sovrano dell’impero Mogul. Fece costruire la gigantesca tomba come omaggio alla sua seconda moglie Mumtaz Mahal, che morì nel 1631 mentre dava alla luce il loro quattordicesimo figlio. Vari architetti e circa 20.000 operai - tra cui scultori, muratori, pittori e calligrafi - provenienti dall’Asia meridionale e centrale hanno lavorato alla tomba per diversi anni. Il mausoleo stesso fu completato nel 1648, gli edifici e i giardini circostanti nel 1653.

Architettura e posizione

Lo stile architettonico del Taj Mahal è stato ispirato dalla tomba di Humayun, il secondo sovrano dell’impero Mogul. Il Taj Mahal fu costruito sulla riva destra del sacro fiume Yamuna. La tomba di marmo bianco è simmetrica e quindi forma un forte contrasto con molti altri edifici in India, che sono di solito caotici e colorati. La più grande cupola del Taj Mahal è alta circa 35 metri ed è circondata da quattro cupole più piccole, quattro minareti e due annessi di pietra arenaria.

Non è solo la gigantesca costruzione del Taj Mahal a essere impressionante, ma anche la sua dettagliata decorazione. La tomba è riccamente decorata con calligrafie di versi del Corano, murales geometrici e rilievi di motivi floreali. Il marmo del Taj Mahal è stato danneggiato per anni dalle emissioni delle fabbriche della zona e dal traffico pesante della vicina città di Agra. Purtroppo l’inquinamento e lo smog ingialliscono il marmo bianco.

La struttura si trova in un giardino Mogul di quasi 300 metri quadrati. I giardini Mogul sono disposti in stile persiano-islamico, più precisamente nel modello Charbagh. Sono divisi in quattro sezioni separate da passerelle rialzate. Al centro del giardino c’è una piscina di marmo in cui si riflette il Taj Mahal.

Come raggiungere il Taj Mahal

Con un visto India elettronico (o evisa India), si può arrivare nel Paese solo attraverso un numero limitato di località. Questi includono 24 aeroporti e 5 porti marittimi. Gli aeroporti più vicini al Taj Mahal dove i titolari di un visto elettronico possono arrivare sono Delhi (Indira Gandhi), Jaipur e Lucknow (Chaudhary Charan Singh). Da Delhi, Jaipur e Lucknow si può raggiungere il Taj Mahal in circa 3 - 5 ore in treno, auto o autobus.

Il Taj Mahal si trova nella periferia della città di Agra, nello stato di Uttar Pradesh nell’India settentrionale. Agra si trova a poco più di 200 chilometri dalla capitale Nuova Delhi. A causa del traffico frenetico in India, non è consigliabile noleggiare un’auto e guidare da soli. Tuttavia, da Nuova Delhi vi sono diversi tour organizzati per il Taj Mahal.

Un’altra opzione è di recarsi da Nuova Delhi ad Agra in treno o in autobus. Anche da Jaipur - la capitale dello stato del Rajasthan - ci sono autobus e treni diretti per Agra. La città può anche essere raggiunta in aereo da Jaipur, Delhi, Jaisalmer, Bangalore, Bhopal, Lucknow e Varanasi.

Dalla stazione ferroviaria o dall’aeroporto di Agra, si può facilmente raggiungere il Taj Mahal in taxi o in tuk tuk. Il Taj Mahal ha tre porte di ingresso: la porta occidentale ("Western Gate"), la porta orientale ("Eastern Gate") e la porta meridionale ("Southern Gate").

Momento migliore per una visita al Taj Mahal

Il momento migliore per visitare il Taj Mahal è la mattina presto, perché non ci sono molti turisti in giro a quell’ora. Inoltre, è molto bello vedere il sole sorgere dietro il Taj Mahal. Due delle tre porte si aprono all’alba. Nel corso della giornata diventa sempre più affollato e spesso bisogna stare in fila per molto tempo. Per evitare le grandi folle, conviene alzarsi presto. Il biglietto può essere acquistato direttamente a una delle tre entrate. Tieni presente che la porta meridionale ("Southern Gate") apre solo alle 08:00 del mattino, mentre gli altri due ingressi aprono all’alba.

Un altro consiglio per evitare le grandi folle è quello di ammirare la struttura dall’altro lato del fiume Yamuna. Dai giardini di Mehtab Bagh si ha una splendida vista del Taj Mahal e si possono scattare foto della tomba senza essere disturbati da altri turisti.

Richiedere un visto India

I viaggiatori italiani hanno bisogno di un visto India per visitare il Taj Mahal. Il visto per l’India può essere richiesto in modo semplice online. I turisti di solito soddisfano i requisiti per il visto India elettronico (evisa India) e non hanno quindi bisogno di recarsi all’ambasciata o al consolato per la richiesta del visto.