Notizia | | 23/07/2021 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Essendo così economica, l’India è una destinazione ideale per i backpackers. Prima di partire un’avventura in questo Paese, ci sono una serie di tappe che devi completare, come ottenere le vaccinazioni necessarie, pianificare il tuo itinerario e richiedere un per entrare nel Paese.

India, una destinazione popolare per i backpackers

Secondo i dati del 2019, l’India ha accolto quasi 18 milioni di turisti nello stesso anno. Tra i numerosi viaggiatori, molti sono backpackers, attratti da questa destinazione affascinante ed estremamente economica. Il fatto che l’India sia molto conveniente per i turisti europei è in parte dovuto alla valuta più debole e alle molte opzioni economiche in termini di cibo, trasporto e alloggio. Inoltre, la cultura, la cucina e la popolazione locale accogliente rendono un viaggio in India un’esperienza unica e indimenticabile.

Vaccinazioni, visto India e altri preparativi

Prima di recarti in India, ci sono alcune condizioni essenziali da soddisfare, per esempio alcune vaccinazioni. Anche se è obbligatorio vaccinarsi solo contro la febbre gialla, sono raccomandate anche alcune altre vaccinazioni, per esempio contro malattie come il tetano, la difterite, il tifo, la rabbia e l’epatite A e B.

Per viaggiare in India è necessario richiedere un visto. Il visto turistico per l’India, che si può richiedere su questo sito, è valido per un anno. Durante questo periodo di validità di un anno, è consentito rimanere nel Paese per un massimo di 90 giorni. I backpackers dispongono dunque del tempo necessario per conoscere il Paese e approfittare della sua incredibile cultura. Ci sono un certo numero di requisiti da prendere in considerazione per richiedere il visto per l’India. Per esempio, bisogna essere in possesso di un biglietto di ritorno e di un passaporto valido per almeno un mese dal momento dell’arrivo. Il costo del visto India è di 19,95 € e può essere pagato in modo facile e sicuro tramite i più comuni metodi di pagamento online. Dopo l’approvazione (in media entro una settimana) il visto viene inviato per e-mail. È necessario stampare il visto e portarlo con sé durante tutto il viaggio.

Una volta che avrai svolto queste formalità obbligatorie, potrai pianificare il viaggio. Date le enormi dimensioni del Paese, è consigliabile prevedere il percorso che si intende seguire e i luoghi che si vogliono visitare. L’enorme diversità dell’India e le sue mille e una attrazione rendono questa scelta difficile. Uno dei principali itinerari da non perdere per qualsiasi viaggiatore è il "triangolo d’oro": Delhi (la capitale), Agra (dove si trova il Taj Mahal) e Jaipur (la "Città Rosa"). Un altro percorso altamente raccomandato è la rotta costiera meridionale, che inizia a Mumbai e continua via Mangalore fino a Cochin.

Trasporto, alloggio e cibo

Il basso budget necessario è, come già detto, uno dei grandi vantaggi del backpacking in India. Prima di tutto, l’alloggio in India è spesso molto più economico che in altre destinazioni. Per 400 rupie a notte a persona (circa 5 €) è possibile alloggiare in un ostello di buona qualità.

Inoltre, la cucina indiana è uno dei punti forti del Paese. Non è solo un piacere per il palato, ma anche per il vostro portafoglio. Si può mangiare in un ristorante locale per appena 1 € a persona, mentre un ristorante à la carte più raffinato di solito costa circa 5 € a persona. Tuttavia, sappi che per molti viaggiatori il cibo è spesso la causa principale di problemi di salute in India. Bere l’acqua del rubinetto, la cucina indiana molto speziata o la mancanza di igiene in alcuni luoghi portano spesso alla diarrea. È quindi consigliabile prendere ulteriori precauzioni, portare con sé medicine contro la diarrea e prendere farmaci per la reidratazione orale (ORS).

L’India ha una vasta rete di trasporti, che rende facile viaggiare per lunghe distanze. L’autobus e il treno sono i mezzi di trasporto più economici. Un viaggio in treno fino a 10 ore in classe Sleeper (la migliore opzione in termini di prezzo e comfort) costa circa 400 rupie. Un viaggio in autobus locale di circa 3 ore costa circa 100 rupie (poco più di 1 €). Nelle città, i taxi e i tuk-tuk sono più comodi e veloci, anche se leggermente più cari (minimo 20 rupie o 20 centesimi a tratta).