Notizia | | 24/06/2022 | Tempo di lettura: ±2 minuti

Dal tramonto dell’8 luglio fino al 13 luglio si celebra la Festa del Sacrificio. Questa festa islamica viene celebrata anche in Egitto. Poiché molte persone desiderano recarsi da parenti o amici in Egitto per questa celebrazione, le richieste di visto potrebbero subire ritardi. Pertanto, se desideri recarti in Egitto per l’Eid al-Adha, richiedi il visto Egitto con largo anticipo.

Il sacrificio di Abramo

Durante questa festa che dura più giorni, i musulmani di tutto il mondo celebrano la fine del pellegrinaggio alla Mecca (Hajj). La storia del sacrificio di Abramo, che viene commemorata durante l’Eid al-Adha, è riportata sia nella Bibbia che nel Corano e recita come segue. Il profeta Abramo e sua moglie desideravano disperatamente un figlio e chiesero ad Allah di dargliene uno. Erano fedeli seguaci di Allah e sacrificavano ad Allah ogni animale. Abramo promise ad Allah che, in cambio di un figlio, un giorno sarebbe stato disposto a sacrificarlo ad Allah. Così Allah esaudì il suo desiderio e nacque Ismaele, ma Abramo si ricordò della sua promessa in un sogno: era costretto a sacrificare suo figlio, e Ismaele riteneva di dover fare ciò che Allah voleva. Tuttavia, Allah si convinse sufficientemente della lealtà di Abramo e permise loro di sacrificare una pecora al posto di Ismaele. La carne dell’animale venne divisa tra i poveri. Il luogo di pellegrinaggio alla Mecca, dove i musulmani si recano, è il luogo dove Ismaele aveva costruito una casa con suo padre.

Il pellegrinaggio e il sacrificio

È ancora tradizione sacrificare un animale in memoria del sacrificio di Abramo. Invece di una pecora, di solito si può sacrificare una capra, un cammello o una mucca. L’animale viene macellato ritualmente, dopodiché la carne viene distribuita tra i familiari, i vicini, gli amici o i poveri e i senzatetto, proprio come fecero Abramo e Ismaele.

La Festa del Sacrificio costituisce la fine di una cerimonia di cinque giorni. Prima della festa, i musulmani di tutto il mondo si recano in pellegrinaggio alla Mecca. Tutti i musulmani sono tenuti a compiere questo viaggio almeno una volta nella vita.

La Festa del Sacrificio nel 2022

Negli ultimi anni sono sorte molte polemiche sul rituale religioso della macellazione. Secondo il rituale, gli animali devono essere macellati senza anestesia, cosa che in linea di principio non è consentito in Italia. Nel rispetto della libertà di religione, in Italia è stata concessa la deroga purché la macellazione rituale avvenga in macelli autorizzati e sotto controllo delle autorità sanitarie locali.

Richiedi per tempo il visto Egitto

A causa dell’Eid al-Adha, molte persone si recheranno in Egitto nel fine settimana tra il 7 e il 13 luglio per celebrare la festa con la famiglia e gli amici. A cause delle numerose richieste di visto, il tempo medio di consegna di 10 giorni potrebbe essere un po’ più lungo nel prossimo futuro. Hai in programma un viaggio in Egitto? Anche se non ti rechi nel Paese per la Festa del Sacrificio, è bene richiedere il visto con largo anticipo. Il visto è valido per 90 giorni dal momento del rilascio. Ciò significa che avrai ancora abbastanza tempo per recarti in Egitto se riceverai il visto una settimana prima della partenza.