Notizia | | 06/11/2020 | Tempo di lettura: ±6 minuti

Per molti viaggiatori, gli Stati Uniti d’America si trovano in cima alla lista delle destinazioni che vorrebbero visitare, tra l’altro per i suoi bellissimi parchi nazionali. Nel Paese vi sono non meno di 62 aeree che sono dichiarate parchi nazionali. In questo articolo sono elencati i parchi nazionali più visitati e vengono forniti alcuni consigli per l’organizzazione del viaggio, tra cui informazioni sulla richiesta di un ESTA USA e un "America the Beautiful Pass".

I parchi nazionali più famosi degli USA si trovano nella parte occidentale e settentrionale del Paese. Di seguito sono descritti alcuni dei parchi nazionali più popolari negli stati di California, Utah, Arizona, Wyoming, Montana, Oregon e Washington.

Sequoie giganti e alberi di Giosuè in California

Il parco nazionale di Yosemite è forse il parco nazionale più famoso degli Stati Uniti: il parco attira milioni di visitatori ogni anno. Qui si possono ammirare ghiacciai, pareti rocciose e cascate. Glacier Point, il punto più alto del parco, si trova in cima a una scogliera di 2.200 metri che domina la Yosemite Valley. Un altro punto panoramico di Yosemite, che è molto più facile da raggiungere rispetto a Glacier Point, è Tunnel View, che si affaccia sulla Yosemite Valley.

Altri parchi nazionali molto visitati in California sono il parco nazionale di Sequoia e il parco nazionale di Kings Canyon. Nel parco nazionale di Sequoia si trova la Foresta gigante (Giant Forest); in questa foresta si è circondati da sequoie giganti con tronchi larghi che possono diventare millenari. Nel parco si trova il Generale Sherman, un albero chiamato così dal ricercatore naturalista James Wolverton, in onore del generale William T. Sherman. Si tratta della più grande sequoia gigante del mondo, con un’altezza di 83 metri e una circonferenza di 31,3 metri. Nel parco nazionale di Kings Canyon si trova il Generale Grant, il secondo albero più grande del mondo. Un altro parco nazionale in California che deve il suo nome a un albero è il parco nazionale del Joshua Tree. Questo parco è situato tra due zone desertiche: il deserto del Mojave e il deserto del Colorado. L’albero a cui il parco deve il suo nome appartiene al genere Yucca.

Formazioni rocciose e canyon nel sud-ovest

Nello stato americano dello Utah vi sono diversi parchi nazionali ben noti, tra cui Zion, Bryce e Arches. Il parco nazionale di Zion è noto per le sue imponenti formazioni rocciose di colore rosso e bianco e per i numerosi spettacolari e impegnativi sentieri escursionistici che attraversano la zona. Il parco nazionale del Bryce Canyon si trova a solo un’ora di distanza da Zion. Bryce è una tappa imperdibile quando si viaggia attraverso lo Utah, per via delle sue imponenti guglie alte e sottili di roccia, chiamate anche "hoodoos". Durante il giorno, il colore delle guglie cambia da rosa chiaro ad arancione. Il parco nazionale degli Arches nella parte orientale dello stato è caratterizzato da numerosi archi naturali di arenaria.

A sud dello Utah, nello stato dell’Arizona, si trova il famoso Grand Canyon, un’immensa gola creata dal fiume Colorado. Questa gola divide l’omonimo parco nazionale in un lato nord e un lato sud. Nel parco vi sono diversi percorsi lunghi (dalla durata di pochi giorni a poche settimane) e sentieri più brevi lungo i panorami e le gole profonde.

La bellissima natura del Wyoming e del Montana

Il parco nazionale più antico del mondo è Yellowstone, situato nello stato del Wyoming. Il parco è noto per le sue numerose sorgenti termali, geyser e stagni fumanti. Il parco nazionale è situato su una struttura vulcanica: la caldera di Yellowstone. Il cratere di questo vulcano ha un diametro di circa 65 chilometri e copre, quindi, quasi tutto il parco. Un parco meno conosciuto nel Wyoming, a sud di Yellowstone, è il parco nazionale del Grand Teton. I visitatori si recano in questo parco soprattutto per le alte montagne e gli animali selvatici che vi si possono avvistare, come cervi, alci e bisonti.

A nord del Wyoming, nello stato del Montana (vicino al confine canadese), si trova il parco nazionale dei ghiacciai (Glacier National Park), che deve il suo nome ai più di 50 ghiacciai che si trovano al suo interno. Il parco nazionale, con i suoi laghi di montagna e le sue valle di una bellezza mozzafiato, merita sicuramente una visita.

Il lago Crater e foreste pluviali nel nord-ovest

Anche gli stati dell’Oregon e del Washington (da non confondere con la capitale Washington D.C.) nel nord-ovest degli Stati Uniti sono dotati da una bellissima natura. Il parco nazionale del lago Crater è il parco nazionale più famoso dell’Oregon. Questo parco deve il suo nome al lago Crater che si trova al suo interno. Questo lago, situato in una caldera, è il lago craterico più profondo degli Stati Uniti. Il lago è circondato da aspre scogliere e dai resti del Monte Mazama, il vulcano eruttato 7.700 anni fa. Più a nord, nello stato del Washington, a ovest di Seattle e a sud dell’isola di Vancouver, si trova il parco nazionale di Olympic, sulla penisola Olympic. Qui si trovano montagne e ghiacciai, ma anche spiagge e una foresta pluviale, perché vi possono cadere fino a 4.000 mm di precipitazioni ogni anno mentre la temperatura non supera mai i 27 gradi Celsius, nemmeno durante l’estate. Grazie alla varietà dei paesaggi e della fauna, il parco è molto popolare tra i turisti.

America the Beautiful Pass

Per i viaggiatori che intendono visitare diversi parchi nazionali negli Stati Uniti d’America, può essere conveniente acquistare un America the Beautiful Pass. Questa tessera dà accesso a più di 2.000 aree ricreative, tra cui parchi nazionali, riserve naturali e monumenti nazionali. Per i parchi gestiti dal Servizio dei parchi nazionali (National Park Service, NPS), l’Ufficio per la Gestione del Territorio (Bureau of Land Management), il Bureau of Reclamation, lo United States Fish and Wildlife Service, il Servizio forestale del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA Forest Service) o dallo United States Army Corps of Engineers non è più necessario un biglietto d’ingresso se si è in possesso di questa tessera. La tessera non è valida nei parchi statali e in alcuni parchi gestiti da comunità indigene.

La tessera costa 80 dollari ed è valida per un anno per quattro persone nello stesso veicolo. Oltre al titolare della tessera, fino a tre adulti possono beneficiare della tessera. I bambini fino a 15 anni hanno accesso gratuito. Il costo della tessera viene solitamente già recuperato se si visitano tre parchi nazionali, in quanto il costo dell’ingresso per molti parchi è di circa 30 dollari. Non sono inclusi i costi aggiuntivi come il parcheggio a pagamento o l’uso di un bus navetta. L’America the Beautiful Pass può essere acquistato all’ingresso della maggior parte dei parchi nazionali e sul sito web dello United States Geological Survey.

Richiedere un visto o un ESTA USA

Per visitare uno o più parchi nazionali negli Stati Uniti d’America, è necessario richiedere un ESTA o un visto. L’ESTA può essere richiesto in modo semplice e veloce online, mentre per la richiesta di un visto è necessario prendere un appuntamento presso il consolato degli Stati Uniti. Pertanto, se si soddisfano tutti i requisiti per l’ESTA, si consiglia di richiedere sempre questa autorizzazione di viaggio. Dal momento del rilascio, l’ESTA è valido per due anni e può essere utilizzato per viaggi multipli negli USA. Ogni soggiorno può durare fino a 90 giorni. Questo significa che i viaggiatori titolari di un ESTA hanno abbastanza tempo per visitare diversi parchi nazionali negli USA.

Attenzione: questo articolo concernente l’ESTA per gli USA è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti l’ESTA per gli USA.