Notizia | | 07/09/2017 | Tempo di lettura: ±1 minuto

A partire da venerdì 27 gennaio i cittadini di sette Stati islamici non sono più autorizzati a entrare negli USA. Questa misura è entrata in vigore immediatamente. Il divieto vale per le persone provenienti da Siria, Iraq, Iran, Yemen, Libia e Somalia e prevede che tutte le nuove richieste di visto vengano sottoposte a un blocco di 90 giorni. È presente un divieto simile, della durata di 4 mesi, anche per i rifugiati. I titolari di doppio passaporto, invece, non sono interessati dal divieto d’ingresso.

ESTA e Green Card

Il divieto interessa anche tutti coloro che hanno già ottenuto un ESTA USA (cosa significa "ESTA"?) ancora in corso di validità, il che significa che in questo momento non possono fare ingresso negli USA (Stati Uniti d'America). Allo stesso modo neanche i titolari di Green Card (permesso di soggiorno permanente americano) possono entrare nel paese a titolo temporaneo.

Donald Trump

Il nuovo presidente americano, Donald Trump, ha fatto in modo che queste categorie di persone non siano più le benvenute negli Stati Uniti. Trump sottolinea che non si tratta di un divieto mirato ai musulmani nello specifico. L’intento di questo divieto d’ingresso è quello di proteggere il Paese da eventuali attacchi terroristici.

Costernazione mondiale

Questa mossa ha provocato molta confusione e costernazione in tutto il mondo. Il divieto di ingresso in oggetto è stato criticato, fra gli altri, dagli alleati occidentali e dai Paesi islamici. Anche il Canada ha risposto continuando ad accogliere rifugiati: «Per tutti coloro che fuggono da persecuzioni, guerra e terrorismo: i canadesi vi accoglieranno, qualunque sia la vostra fede. La diversità è la nostra forza. Benvenuti in Canada», ha affermato il presidente Trudeau.

Conseguenze

A causa di questo divieto alcune compagnie aeree, come KLM, non ammettono rifugiati sui voli per gli USA; sono previste anche multe per le compagnie che lasciano imbarcare queste categorie di passeggeri sui voli per gli USA. Risulta evidente che questo divieto d’ingresso ha e avrà un impatto notevole su un gran numero di persone e società in tutto il mondo.

Attenzione: questo articolo concernente l'ESTA per gli USA è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti l'ESTA per gli USA.