Notizia | | 04/06/2021 | Tempo di lettura: ±4 minuti

La Tanzania è una destinazione popolare per i safari. Oltre a visitare il Serengeti e avvistare i Big Five, durante un viaggio nel Paese è possibile scalare il Kilimangiaro o rilassarsi su spiagge meravigliose. In questo articolo vengono elencati alcuni luoghi che meritano senza dubbio una visita. Non dimenticare di richiedere un visto Tanzania prima di partire.

Fare un safari nei parchi nazionali della Tanzania

Le zone più popolari per un safari in Tanzania si trovano principalmente nel nord del Paese, a circa due ore di macchina da Arusha. Anche se qualsiasi periodo dell’anno è adatto per questo tipo di attività, il periodo migliore è tra agosto e ottobre: questi mesi cadono nella stagione secca e questo è il momento in cui avviene la migrazione delle zebre e degli gnu.

Il parco nazionale del Serengeti

Con 1,5 milioni di ettari, il parco nazionale del Serengeti è il posto perfetto per un safari in Tanzania. Il parco è famoso per gli impressionanti animali selvatici che ci vivono, compresi i Big Five. Il parco ha un’enorme popolazione di leoni. Il parco nazionale del Serengeti è inoltre lo scenario della “Grande Migrazione”, uno spettacolo in cui migliaia di gnu, zebre e altri animali intraprendono un lungo viaggio verso il Masai Mara in Kenya e poi ritornano.

Il parco nazionale del Tarangire

Un altro must durante un viaggio in Tanzania è una visita al parco nazionale del Tarangire, il sesto parco più grande della Tanzania. Si distingue per la sua popolazione di elefanti e la sua vegetazione varia e lussureggiante, tra cui spiccano i baobab. Oltre agli elefanti che fanno il bagno nel fango, durante un safari in questo parco si possono avvistare delle tartarughe.

Il parco nazionale del lago Manyara

Questa zona è considerata una riserva della biosfera ed è famosa per i babbuini che ci vivono. Con più di 400 specie di uccelli, è anche un paradiso ornitologico. Fenicotteri rosa, pellicani e cicogne vivono sulle rive del lago alcalino da cui il parco prende il nome. Il parco nazionale del Lago Manyara ospita anche bufali, giraffe, zebre, antilopi, ippopotami e rinoceronti.

L’area di conservazione di Ngorongoro

Quest’area protetta con una superficie di 8288 km² è stata dichiarata patrimonio dell’umanità nel 1979 e ospita nove vulcani. Ngorongoro ospita due siti di fama mondiale. Uno di questi è il cratere dello straordinario vulcano Ngorongoro. Qui si può non solo godere di una vista mozzafiato all’alba, ma anche vedere gli autentici Masai e le loro mandrie. L’altro è Oldupai, uno dei più importanti siti archeologici dell’Africa, che si trova in questa zona.

Scalare il Kilimangiaro, la montagna più alta dell’Africa

Il Kilimangiaro (alto 5895 metri) si trova nel nord-est della Tanzania, vicino al confine con il Kenya. Il Kilimangiaro fa parte dei cosiddetti Sette vette (“Seven Summits”), le montagne più alte per ciascuno dei sette continenti della terra. Anche senza molta esperienza alpinistica, è possibile raggiungere la cima del Kilimangiaro. Ci sono diversi percorsi che variano in lunghezza e difficoltà. Ci sono anche un certo numero di tour operator locali che organizzano tour e forniscono alloggio e attrezzature. A chi vuole scalare il Kilimangiaro, si consiglia di pianificare abbastanza tempo in modo che il corpo possa abituarsi all’altitudine ed evitare di soffrire di mal di montagna.

Dar es Salaam, l’ex capitale della Tanzania

Dar es Salaam è stata la capitale della Tanzania fino al 1973. Anche se oggi Dodoma è la capitale, Dar es Salaam è ancora la città più popolosa e il porto principale del Paese. È inoltre la sede del Museo Nazionale della Tanzania, un must per gli appassionati di storia. Grazie alla sua posizione sull’Oceano Indiano, la città ha anche diverse belle spiagge facilmente accessibili.

Il paradisiaco arcipelago di Zanzibar

Questa regione si trova a circa 90 chilometri dalla costa della Tanzania ed è composta da varie isole, tra cui Zanzibar (conosciuta anche come Unguja) e Pemba. Queste isole dell’Oceano Indiano hanno alcune delle spiagge più idilliache dell’Africa e sono luoghi perfetti per rilassarsi. Gli amanti dello snorkeling e delle immersioni devono assolutamente visitare l’isola di Mnemba. Quest’area protetta consiste in una barriera corallina lunga sette chilometri dove si possono avvistare dei delfini. Essendo una proprietà privata, l’isola può essere visitata solo a pagamento. Tuttavia, è possibile fare immersioni o snorkeling a circa 200 metri dalla costa. Oltre alle meravigliose spiagge, l’isola di Zanzibar ha molto altro da offrire. Una passeggiata attraverso il centro storico della capitale di Zanzibar, Stone Town, è un viaggio attraverso la storia dell’isola. La città di Zanzibar, con i suoi palazzi che mostrano influenze indiane e arabe e i resti di prigioni, nel XIX secolo era il più grande porto dell’Africa orientale per il commercio di schiavi.

Richiesta del visto Tanzania

I viaggiatori europei che si recano in Tanzania per una vacanza hanno bisogno di un visto. Anche i bambini hanno bisogno del proprio visto e passaporto. Il visto per la Tanzania può facilmente essere richiesto online ed è valido per un soggiorno di massimo 30 giorni. È quindi possibile combinare un safari in uno dei parchi nazionali più famosi con un soggiorno rilassante a Dar es Salaam o Zanzibar.

Puoi richiedere il visto solo se hai comprato i biglietti di ritorno e prenotato almeno un alloggio. Inoltre, il tuo passaporto deve avere validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo e puoi entrare nel Paese solo attraverso determinate località. Verifica di soddisfare tutti i requisiti per il visto Tanzania prima di presentare la richiesta per poter partire in tutta tranquillità.