Notizia | | 01/10/2021 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Lo Sri Lanka è la destinazione perfetta per gli appassionati di sub. In questo articolo troverai i siti di immersione migliori del Paese e qualche consiglio per il tuo viaggio, per esempio sulla richiesta del visto obbligatorio.

Immersioni nellʼOceano Indiano

Superata la punta meridionale dellʼIndia si giunge allʼisola dello Sri Lanka. Con quasi 1600 km di linea costiera, non è certo una sorpresa che lo Sri Lanka sia uno dei Paesi migliori per fare sub. Buona parte delle coste e delle spiagge dello Sri Lanka sono incontaminate e si possono ammirare soprattutto specie marine davvero esotiche, dai piccoli pesci variopinti alle imponenti balene blu. In passato, lo Sri Lanka era unʼimportante tappa della Via della seta, tanto che nelle acque che circondano lʼisola i relitti sono piuttosto numerosi.

La temperatura dellʼacqua in Sri Lanks è piacevolmente alta durante tutto lʼanno, per una media di 27 gradi Celsius. Pertanto, non servono attrezzature da nuoto particolari, a meno che non si prevedano immersioni in acque profonde. Tra ottobre e maggio si consigliano immersioni nella parte occidentale e sudoccidentale del Paese, mentre i mesi tra maggio e ottobre sono i migliori per immergersi nel settentrione.

Richiedere il visto

Prima ancora di esplorare i migliori siti di immersione in Sri Lanka, devi richiedere il visto Sri Lanka. Il visto (ETA Sri Lanka) può essere richiesto comodamente online. La domanda richiede in genere cinque minuti e il visto costa 49,95 € a persona. Ci sono però alcuni requisiti per richiedere un visto Sri Lanka:

  • il passaporto con cui si richiede il visto deve rimanere valido per 6 mesi dopo lʼarrivo in Sri Lanka;
  • devi aver già prenotato un volo di ritorno;
  • devi disporre di mezzi finanziari sufficienti per sostenere i costi del soggiorno.

Se soddisfi queste condizioni, puoi tranquillamente richiedere il tuo visto online e, dopo lʼapprovazione, riceverai una mail di conferma.

I migliori siti di immersione in Sri Lanka

Dato che la costa dello Sri Lanka è così estesa, è importante selezionare in anticipo i luoghi migliori per i subacquei. Ecco alcuni siti di immersione tra i più popolare nel Paese.

Kalpitiya

Sulla cosa nordoccidentale dello Sri Lanka si trova il piccolo villaggio di Kalpitiya, una riserva marina che permette di ammirare una grandissima varietà di specie acquatiche, dai pesci ai crostacei e alle tartarughe marine. La fama di Kalpitiya la fanno però i delfini e le balene che possono essere avvistati dal villaggio. La Stenella longirostris è davvero una meraviglia imperdibile se visiterai Kalpitiya: questi delfini detti “dal lungo rostro” sono famosi per i loro salti fuori dallʼacqua, duranti i quali si avvitano su sè stessi.

Colombo

Colombo, la capitale, è famosa soprattutto per lʼampia offerta culturale, come il museo nazionale e i mercato di Pettah, ma è perfetta anche per le immersioni. Le acque intorno a Colombo sono note soprattutto per i relitti che vi si trovano, di navi risalenti alla Prima guerra mondiale fino a imbarbazioni recenti del 2012. Sono in totale una dozzina, alcuni a ben 57m di profondità. In questi relitti si è formata una barriera corallina e i subacquei possono tranquillamente nuotare da una nave allʼaltra.

Negombo

A 15 km di distanza dallʼaeroporto internazionale si trova Negombo, nota soprattutto per il Barracuda Point, dove, lo si intuisce dal nome, si possono ammirare grandi branchi di barracuda. Oltre al Barracuda Point, come a Colombo, anche qui si trovano alcuni relitti. I più famosi sono lo Chief Dragon, lungo 112 metri, e una portaerei del 1945.

Trincomalee

Trincomalee è la principale area di immersione sulla costa orientale dello Sri Lanka ed è forse il sito più vario del Paese. Diversamente dalle immersioni a Colombo, in cui non ci sono molti altri elementi di interesse oltre ai relitti, a Trincomalee si trovano non solo navi della Seconda guerra mondiale (come la giapponese “Zero Fighters” o la britannica “Hurricanes”), ma anche specie marine uniche nel loro genere. Alla Black Tip Rock nuotano gli squali grigi del reef, a volte in gruppi di 20. Alla White Rock si trovano diverse specie di razze, mentre la Eel Rock è famosa perché ospita numerose anguille.