Notizia | | 12/08/2022 | Tempo di lettura: ±3 minuti

L’Oman ha una lunga e ricca storia che risale alle prime migrazioni dall’Africa in epoca preistorica. Questo passato ha lasciato tracce anche in Oman. Fai un viaggio nella storia dell’uomo in uno dei luoghi in cui ha avuto origine. Per un viaggio in Oman è necessario un visto. Leggi questo articolo per scoprire quali luoghi storici puoi visitare e come richiedere il visto Oman.

Un viaggio attraverso la storia dei forti

In Oman ci sono quasi 1.000 antichi forti e torri di guardia. La maggior parte dei forti sono stati costruiti tra il XIII e il XVIII secolo. La tradizione vuole che il Forte Qalat al-Kasra contenga una torre di guardia costruita dai persiani già nell’anno 600. I forti sono un capolavoro architettonico e mostrano influenze dei castelli occidentali e del design orientale, come i merli arrotondati o a forma di cipolla. Camminando sulle mura di questi forti, scoprirai la loro importanza strategica attraverso i bellissimi panorami.

L’influenza occidentale di molti forti è dovuta principalmente ai portoghesi, che occuparono ampie zone del sultanato per 145 anni nel XVI e XVII secolo. Gli esploratori portoghesi trovarono la strada per la penisola arabica attraverso il capo di Buona Speranza, eludendo così il monopolio commerciale veneziano sul Mediterraneo. Il Forte di Muttrah è un ottimo esempio di convergenza tra le culture occidentali e orientali.

Il Portogallo, tuttavia, non è stato l’unico Paese ad aver occupato l’Oman. Il Paese ha attraversato molti cambiamenti di potere e, sotto il governo della dinastia Yarubid (1588-1624) e del sultano Sultan bin Ahmad (1792-1806), è diventato più volte una potenza coloniale locale in Africa e dintorni. Tutti i forti hanno indubbiamente svolto un ruolo importante nella creazione delle varie superpotenze. Nel corso dei secoli, i forti sono stati rafforzati e migliorati da tutti i governanti, tanto che i forti stessi offrono uno sguardo su diversi periodi storici.

Forti dell’OmanRichiedi il visto Oman per scoprire la ricca storia dei forti del Paese.

Commercio transcontinentale

L’Oman si trova in un punto centrale tra l’Europa, l’Asia e l’Africa ed è quindi da secoli un punto d’incontro ideale per i commercianti dei continenti circostanti. Tra il VII secolo a.C. e il III secolo d.C., l’Oman ha tratto profitto dal commercio dell’incenso, poiché vi crescevano molti alberi che producevano la resina utilizzata nell’incenso. Il centro dove si svolgeva il commercio dell’incenso in Oman fa parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO ed è ora un museo dell’incenso.

I sistemi d’irrigazione Aflaj

I sistemi d’irrigazione dell’Oman risalgono al 500, ma il loro concepimento sembra essere ancora molto più antico. Molti dei sistemi risalenti a 5.000 anni fa sono ancora in uso oggi e cinque dei sistemi più antichi fanno parte del patrimonio dell’umanità. È straordinario vedere come questi antichi sistemi di irrigazione si siano conservati bene nonostante siano stati utilizzati per secoli.

Richiedere il visto Oman

Se tutto questo ha suscitato il tuo interesse per l’Oman, puoi richiedere già ora il visto Oman. Non è necessario tenere conto del periodo di validità del visto, poiché questo decorre solo dal momento in cui fai ingresso in Oman. Fai però attenzione alla durata massima del soggiorno di 10 o 30 giorni. Se 30 giorni non sono sufficienti per ammirare tutte le bellezze dell’Oman, per tutti i visti vale che in alcune circostanze è possibile prolungare la durata del soggiorno una volta all’arrivo.