Notizia | | 30/11/2021 | Tempo di lettura: ±4 minuti

L’Oman è uno splendido Paese mediorientale che ha molto da offrire. Nell’ultimo periodo il Paese si è impegnato molto per ampliare il settore turistico al fine di diversificare la propria economia. L’interno Paese è ricco di attrazioni, ma è soprattutto al di fuori delle città che i tuoi occhi potranno deliziarsi della natura dell’Oman, unica nel suo genere e mozzafiato. Per poterla ammirare in tutta la sua varietà e poter esplorare questo Paese così ampio, affittare un’auto è un’opzione interessante.

Un po’ di preparazione su come noleggiare un’auto in Oman e sugli itinerari migliori per un roadtrip la tua vacanza sarà semplicemente indimenticabile. Per organizzare il viaggio ricorda anche di richiedere il visto Oman. Esistono tre diversi tipi di visto per l’Oman: un visto per un soggiorno di 10 giorni, un visto per 30 giorni e un visto per ingressi multipli per poterti recare in Oman quante volte vorrai in un anno.

Documenti necessari

Devi sapere che le regole della strada in Oman sono molto diverse da quelle a cui siamo abituati. In Oman la guida è concessa da 21 anni in su, ma, spesso, per poter noleggiare una macchina occorre avere almeno 25 anni. Se sei più giovane, ma potresti comunque guidare in Oman, dovrai fare qualche ricerca in più per trovare una società che ti permetta di noleggiare un’auto.

Per noleggiare un’auto, indipendentemente dalla tua provenienza, potresti aver bisogno di una patente di guida internazionale. La patente italiana è valida in Oman, ma è comunque consigliato portare con sé una patente internazionale date le possibili incomprensioni linguistiche. La patente di guida internazionale deve essere ritirata personalmente. Il visto Oman può essere richiesto interamente online.

Codice stradale

Il codice stradale dell’Oman è spesso simile a quello italiano. La velocità massima consentita in autostrada è 120 km/h, altrove 40 o 80 km/h. I cartelli stradali sono in arabo, ma generalmente anche in inglese.

Come nella maggior parte dei Paesi, in Oman si sorpassa sulla sinistra e si guida sul lato destro. I controlli sull’utilizzo della cintura di sicurezza sono piuttosto severi. Vengono sorvegliati attentamente anche i limiti di velocità, con autovelox e telecamere, e si sconsiglia vivamente di avere atteggiamenti scortesi o aggressivi alla guida. Non c’è nessun margine di tolleranza per chi guida sotto effetto di sostanza.

I caselli sono numerosi nel Paese, dato che la manutenzione stradale è piuttosto buona. A volte può essere fastidioso, quindi è meglio chiedere alla società di autonoleggio se dispongono di telepass automatici, per pagare il pedaggio semplicemente attraversando il casello e versando la cifra totale al momento di rendere l’auto.

Comprando una SIM con una tariffa dati è più sicuro raggiungere zone più remote. La compagnia telefonica si chiama Omantel ed è nota perché ha una copertura di rete che si estende anche nelle zone più difficilmente raggiungibili. Ooredoo, con sede in Qatar, ha una scelta più varia di offerte e tariffe. Anche se richiedono un po’ di organizzazione e qualche costo extra, questi accorgimenti renderanno il tuo roadtrip sicuramente più piacevole.

Che tipo di auto scegliere?

Il miglior tipo di automobile da noleggiare dipende dai piani per il tuo viaggio. Per affrontare lo sterrato intenso di questo splendido Paese, meglio scegliere un fuoristrada 4x4, che consente anche maggiore libertà, per esempio per esplorare zone come Djabal Sjams e decidere all’ultimo di accamparsi per ammirare il cielo stellato. La possibilità di accamparsi ovunque in totale libertà è un aspetto unico di questo Paese..

Nella spontaneità del viaggio, però, non dimenticare che se dovessi varcare il confine con gli Emirati Arabi Uniti, avrai bisogno di un visto turistico per l’Oman a ingresso multiplo per poter tornare indietro.

Un’opzione più abbordabile sono le auto “economy”, perfette per chi vuole visitare soprattutto città e attrazioni turistiche. Le strade principali stesso sono in ottime condizioni, quindi se non ti attira l’idea di un percorso sterrato, questa opzione è la migliore. Oltre a essere più economica, ingaggiando un autista non dovrai preoccuparti di come guidare in queste aree.

Se sarai tu alla guida, è essenziale che ti prepari su come affrontare i diversi tipi di strada. Per esempio, se scegli un percorso non asfaltato nel bel mezzo del deserto, un’attività molto amata in regioni come quella di Wahiba Sands, dovrai essere consapevole dei rischi e prepararti a dovere. In queste aree perdersi è facile e molti scelgono di assumere un autista, anche la tentazione di vivere quest’esperienza in solitaria può essere forte. In tal caso è utile avere accesso alla navigazione satellitare. Considera, inoltre, che i tuoi pneumatici dovranno essere parzialmente sgonfi per guidare sulla sabbia. Una volta raggiunte le strade normali, invece, dovrai gonfiarli di nuovo perché non si appiattiscano.

Una buona preparazione

Meglio non aspettare di essere in Oman per noleggiare un’auto. A volte, infatti, non ci sono più veicoli disponibili, soprattutto se intendi affittare un modello specifico. Può essere una buona idea quella di affittare una macchina al momento della richiesta del visto per l’Oman. Il visto, in genere, viene rilasciato entro 1 settimana e il prezzo varia a seconda della variante di visto Oman richiesta. Non è più possibile richiedere un visto all’arrivo in Oman, dunque occorre richiederlo in anticipo.