Notizia | | 18/06/2021 | Tempo di lettura: ±4 minuti

Se ti rechi in Nuova Zelanda, Wellington è una tappa obbligatoria. Non solo è la capitale del Paese, ma grazie alla sua posizione unica forma anche il collegamento tra l’Isola del Nord e l’Isola del Sud. Per visitare questa città in Nuova Zelanda, devi prima richiedere una NZeTA.

Una metropoli cosmopolita e alternativa

Wellington, la capitale della Nuova Zelanda, si trova sulla punta più meridionale dell’Isola del Nord ed è la terza città più popolosa del Paese. Come il resto della Nuova Zelanda, la città ha una ricca storia che rifletta una miscela di culture Maori ed europee, qualcosa che si vede chiaramente nel museo nazionale Te Papa Tongarewa. La città è stata abitata dai Maori fin dal XIV secolo, molto prima della colonizzazione europea del 1839.

Wellington è famosa non solo per la sua cultura, ma anche come capitale culinaria della Nuova Zelanda. Cuba Street è la zona ideale per godere del buon cibo e del carattere vibrante della città. Icona di Wellington è la storica funicolare rossa, che va da Lambton Quay alle Kelburn Hills, a 600 metri di altezza. Inaugurata nel 1902, questa funicolare era un punto di riferimento nella tecnologica dell’epoca. Oggi, offre una delle viste più emblematiche della città. Il percorso porta al giardino botanico di Wellington (“Wellington Botanic Garden”), un’area verde dove si possono ammirare fiori e piante di tutto il mondo. In questa parte della città si trovano anche altri luoghi interessanti, come un cimitero storico e una serra in stile vittoriano.

Un altro luogo dove si può godere di una splendida vista della capitale è il Monte Vittoria, che può essere raggiunto in circa quindici minuti prendendo l’auto o l’autobus dal centro della città. Coloro che preferiscono essere sportivi e godersi una camminata possono raggiungere la cima in circa un’ora a piedi.

Natura e fauna selvatica nelle vicinanze

Prima dell’arrivo dei primi coloni dalla Polinesia in canoa intorno al 1300, la Nuova Zelanda era una terra isolata e priva di mammiferi, permettendo alle piante e agli uccelli nativi di prosperare. L’arrivo dell’uomo fu accompagnato da parassiti e predatori, causando l’estinzione di molti di questi animali selvatici, come le moe. Anche altre specie furono minacciate di estinzione.

Ci sono due centri a Wellington che si concentrano proprio sulla conservazione della flora e fauna. Zealandia, la prima riserva ecologica al mondo completamente recintata, si trova a pochi minuti dal centro della città e può essere raggiunto in auto o utilizzando i mezzi pubblici. Qui si possono vedere i tuatara (Sphenodon punctatus), che sono rettili preistorici con un terzo occhio, o gli weta (Deinacrida), insetti giganti imparentati con i grilli. Un altro luogo dove si può godere della fauna è lo zoo di Wellington, che è dedicato alla conservazione delle specie in via di estinzione. Questo zoo è inoltre riconosciuto in tutto il mondo per le sue iniziative e pratiche di sostenibilità.

Il rispetto dell’ambiente non è riservato solo a questi luoghi. La Nuova Zelanda aggiunge al costo del visto NZeTA una tassa sul turismo (IVL, “International Visitor Conservation and Tourism Levy”). Questa tassa va a pieno beneficio di progetti sostenibili nel Paese, tra cui il piano di salvataggio del kākāpō, una specie di pappagallo quasi estinta.

Una vasta gamma di attività culturali

Wellington ha una grande varietà di attività e attrazioni culturali. Una delle principali attrazioni della capitale è il museo Te Papa Tongarewa. Questo museo nazionale ha sei piani di mostre interattive all’avanguardia. È il luogo ideale per conoscere la storia e la cultura degli indigeni della Nuova Zelanda. A differenza di molti altri musei, l’ingresso è gratuito (tranne che per le mostre speciali). Il museo è aperto tutti i giorni dell’anno, a eccezione di Natale.

Gli amanti del cinema dovrebbero assolutamente visitare la Weta Workshop. Situato a pochi passi dal centro di Wellington, questo studio è famoso per il suo lavoro sui film Avatar, Le cronache di Narnia e le trilogie del Signore degli Anelli e Lo Hobbit. La Weta Workshop crea effetti speciali e fornisce materiali di scena e costumi per film e spettacoli televisivi. La Weta Workshop è aperta anche ai fan, offrendo tour che vanno dai 45 minuti ai tour di un giorno intero.

Richiedere il visto Nuova Zelanda (NZeTA)

Per visitare Wellington è necessario un visto Nuova Zelanda (NZeTA). La NZeTA (“New Zealand electronic Travel Authority”) può essere richiesta semplicemente online. Dopo la compilazione del modulo di richiesta digitale, è necessario caricare una fototessera. Una volta approvata la richiesta, il visto viene concesso e inviato per e-mail entro una media di 5 giorni lavorativi.