Notizia | | 08/04/2022 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Il Kenya è una destinazione popolare per i turisti di tutto il mondo amanti di safari. In molti non sanno però che il Kenya è anche il Paese con le migliori spiagge della zona. Se volete conoscere il Paese da un punto di vista diverso, o se volete godervi del meritato riposo dopo un intenso safari nelle riserve naturali, non rimpiangerete la vostra vacanza sulle spiagge del Kenya. Per entrare nel Paese, avrete bisogno di un visto Kenya che potrete facilmente richiedere online.

Il viaggio di andata

Secondo i requisiti del visto, per entrare nel Paese è obbligatorio passare da uno dei 10 aeroporti designati. Gli aeroporti più popolari, specialmente per i voli internazionali, sono l’Aeroporto Internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi e l’Aeroporto Internazionale Moi di Mombasa. Nell’elenco dei requisiti per il visto, troverete tutti gli altri possibili aeroporti, porti e località autorizzate per entrare nel Paese via terra. Queste condizioni non si applicano ai voli nazionali. Ciò significa che, una volta ottenuto il proprio visto Kenya, il viaggiatore è libero di utilizzare qualsiasi aeroporto del Paese.

Diani Beach

La spiaggia chiara e la rigogliosa natura circostante rendono Diani Beach una delle spiagge più idilliache del Kenya, in cui la sabbia candida si estende a perdita d’occhio. È il luogo ideale per famiglie, coppie e per chiunque sia alla ricerca di un po’ di svago e relax. La possibilità di tuffarsi e di fare snorkeling nell’acqua calda e cristallina farà appassionare anche gli amanti delle immersioni. La barriera corallina ospita tartarughe, anguille, pesci leone e stelle marine colorate. La spiaggia è facilmente accessibile dall’Aeroporto Wilson di Nairobi, che figura sulla lista dei luoghi di arrivo approvati.

Malindi

A nord di Mombasa sorge la città costiera di Malindi. I turisti vengono qui per la lunga e incontaminata spiaggia di Watamu e per immergersi nel Parco nazionale marino di Watamu. In quest’area è possibile avvistare tartarughe marine, mante, delfini, squali e balene. Se dopo il bagno volete asciugarvi con una passeggiata, dirigetevi nel centro storico di Malindi, dove la storia swahili e quella coloniale si incontrano. Il pilastro di Vasco da Gama, eretto dal celebre esploratore portoghese nel 1498, è uno dei più antichi monumenti europei in Africa.

Lamu

L’arcipelago di Lamu, situato nell’Oceano Indiano e vicino alla Somalia, è un luogo interessante da visitare sia per le sue spiagge che per la sua storia particolare. Quello che all’inizio era un porto swahili nel XII secolo, è stato nel tempo fortemente influenzato da commercianti europei, arabi e indiani. Il villaggio più grande dell’arcipelago è Lamu, il più antico insediamento swahili della regione dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Molte ville a Lamu sono caratterizzate da muri bianchi, cortili ariosi e porte in legno di mangrovia intagliato. Per la migliore escursione di snorkeling, dirigetevi verso l’isola di Manda Toto, a ovest di Manda, dove potrete anche rilassarvi sotto le palme. L’unico modo per raggiungere l’isola è il dau, una tradizionale barca a vela in legno usata per viaggi giornalieri e per raggiungere le isole.

Richiedi il visto Kenya

Se volete ottenere il massimo dalla vostra vacanza sulle spiagge del Kenya, dovrete richiedere un visto Kenya. Dall’inizio del 2021 non è più possibile ottenere un visto all’arrivo. I viaggiatori devono quindi inviare la propria richiesta di visto online prima della partenza. La richiesta si può inviare facilmente utilizzando il modulo online e successivamente la vostra domanda sarà elaborata in media entro 8 giorni lavorativi. Con il vostro visto Kenya, potrete rimanere nel Paese fino a 90 giorni, con la possibilità di estendere il visto fino a 180 giorni. In questo modo, avrete abbastanza tempo per godervi la vostra vacanza.