Notizia | | 12/01/2022 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Tra i turisti, il Kenya è principalmente conosciuto come meta di safari, ma il Paese ha molto di più da offrire oltre ai safari. Un visto Kenya ti permette di rimanere nel Paese per 90 giorni, tempo più che sufficiente per esplorare tutti gli aspetti di questo Paese variegato.

Scala la seconda montagna più alta dell’Africa

Con un’altezza di 5199 metri, il Monte Kenya è la seconda montagna più alta dell’Africa dopo il Kilimangiaro. In gikuyu (una lingua bantu), la montagna è chiamata Kirima Kĩrĩ Nyaga, che significa “montagna splendente”. Non è difficile capire il motivo di questo nome: le cime della montagna sono coperte di neve e brillano come perle gigantesche, soprattutto nella luce mattutina. Come il Kilimangiaro, anche il Monte Kenya può essere scalato. Le tre cime più alte sono Lenana (4985 metri), Nelion (5188 metri) e Batian (5199 metri). Le due cime più alte, Nelion e Batian, sono solitamente scalate solo da scalatori esperti.

Passeggia attraverso Hell’s Gate

Il nome Hell’s Gate (porta dell’inferno) può sembrare intimidatorio, ma è vero il contrario. Hell’s Gate è un meraviglioso parco naturale e uno degli unici due parchi in Kenya dove si può camminare o andare in bicicletta senza problemi. Questo perché, a differenza di altri parchi in Kenya, nel parco nazionale di Hell’s Gate praticamente non ci sono animali pericolosi da tenere in considerazione. Il parco presenta lunghi tratti di piste ciclabili e escursionisitche, parete di roccia che possono essere scalate, sorgenti calde e geyser.

Cena in una grotta

Nella famosa località turistica di Diani Beach si trova il ristorante Ali Barbour’s Cave Restaurant. Come suggerisce il nome, il ristorante è costruito in un’antica grotta dieci metri sotto terra. I clienti sono circondati dalle pareti della grotta splendidamente illuminate e la grotta ha un soffitto aperto, dando ai visitatori una vista del cielo stellato. È necessaria una prenotazione anticipata e i clienti vengono prelevati dal loro hotel e poi riportati dal servizio taxi disponibile.

Esplora Nairobi e Mombasa

Molti viaggiatori che arrivano a Nairobi lasciano la città quasi immediatamente per recarsi, ad esempio, a Diani Beach o per andare a fare un safari. È un peccato, perché Nairobi è una bella città con molte attrazioni e attività. La città è piena di ristoranti unici, caffè, gallerie e ha persino un proprio parco nazionale, che si trova appena fuori dal centro della città.

Anche Mombasa merita sicuramente una visita. La città ha il più grande porto del Kenya e le influenze del commercio internazionale si riscontrano nell’architettura della città, così come nell’abbigliamento e nel cibo locale. Una visita al Forte Jesus e alla vecchia città di Mombasa (Old Mombasa) non possono mancare quando ti trovi a Mombasa.

Visita le rovine di Gede

Sulla costa nord-est del Kenya, vicino a Kilifi, si trovano le rovine della città swahili di Gede. La città risale al XV secolo, ma fu abbandonata a metà del XVII secolo per ragioni ancora sconosciute. Nel XIX secolo, le rovine furono riscoperte dai coloni inglesi, anche se la popolazione locale, i mijikenda, conosceva già il luogo. A Gede si trovano i resti di un palazzo, di una moschea e di diverse case. I turisti possono prenotare un tour per camminare tra le antiche rovine, il che è un’esperienza indimenticabile.

Il visto per un viaggio in Kenya

Ciò che rende il Kenya ancora più attraente come destinazione per le vacanze è che il visto per il Kenya può essere richiesto facilmente online. Dall’inizio del 2021, non è nemmeno più possibile ottenere un visto in altro modo. Di conseguenza, le code all’aeroporto sono molto più brevi, perché tutti sono già in possesso di un visto. Secondo il governo keniota, la sicurezza del Paese è migliorata significativamente grazie alla completa digitalizzazione del sistema dei visti, poiché tutti i viaggiatori possono essere vagliati in anticipo.

Per richiedere il visto è necessario compilare il modulo di richiesta online. Dopo aver pagato i costi, bisogna caricare quattro documenti: una fototessera, una scansione del passaporto, una conferma di prenotazione dell’alloggio e una conferma del volo di ritorno.